La regina dei castelli di carta

Di

Editore: Marsillo

4.2
(15479)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 857 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Svedese , Norvegese , Francese , Tedesco , Spagnolo , Inglese , Catalano , Danese , Olandese , Portoghese , Finlandese , Chi tradizionale , Polacco , Ungherese , Ceco , Giapponese , Greco

Isbn-10: 8831730703 | Isbn-13: 9788831730709 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Carmen Giorgetti Cima

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , CD audio , Altri

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace La regina dei castelli di carta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
L'atteso romanzo che chiude la trilogia Millennium di Stieg Larsson. La giovane hacker Lisbeth Salander è di nuovo immobilizzata in un letto d’ospedale, anche se questa volta non sono le cinghie di cuoio a trattenerla, ma una pallottola in testa.È una minaccia: se qualcuno scava nella sua vita e ascolta quello che ha da dire, potenti organismi segreti crolleranno come castelli di carta. Deve sparire per sempre, meglio se rinchiusa in un manicomio. La cospirazione di cui si trova suo malgrado al centro, iniziata quando aveva solo dodici anni, continua. Intanto, il giornalista Mikael Blomkvist è riuscito ad avvicinarsi alla verità sul terribile passato di Lisbeth ed è deciso a pubblicare su Millennium un articolo di denuncia che farà tremare i servizi di sicurezza, il governo e l’intero paese. Non ci saranno compromessi. L’ultimo capitolo della trilogia di Stieg Larsson – uno dei più clamorosi casi editoriali internazionali degli ultimi anni – è ancora una volta una magnifica descrizione della società di oggi in forma di thriller. Un romanzo emozionante di trame occulte e servizi segreti deviati, che cattura il ritmo del nostro tempo e svela a cosa possono condurre le perversioni di un sistema malato.
Ordina per
  • 3

    Trilogia di Millennium. La penna da battitore di Larsonn è ormai sulle tracce della conclusione. Sfugge alla retorica del giallo, si rifugia nella complessità delle informazioni, senza mai perdersi. È ...continua

    Trilogia di Millennium. La penna da battitore di Larsonn è ormai sulle tracce della conclusione. Sfugge alla retorica del giallo, si rifugia nella complessità delle informazioni, senza mai perdersi. È questa innata capacità di ricalcolare migliaia di dati, che poi diventano storia, a rendere Larsonn, alla pari di Ellroy, uno scrittore diverso dai suoi simili. Ci sono poi Lisbeth Salander, Mikael Blomqvist, la Svezia degli scandali politici, un intreccio pieno di sgommate. Manca qualche incidente si, la strada é forse poco trafficata, ma che importa, il ritmo é cocente e Millennium finalmente è anche godere di un finale tutto in discesa, dove non si lesinano all'occorrenza sorpassi proibiti.

    ha scritto il 

  • 3

    Ultimo capitolo della trilogia Millennium.
    Un po' una delusione paragonato al primo che ho apprezzato decisamente di più.
    La caratterizzazione dei personaggi è ottima ed anche la trama è intrigante e ...continua

    Ultimo capitolo della trilogia Millennium.
    Un po' una delusione paragonato al primo che ho apprezzato decisamente di più.
    La caratterizzazione dei personaggi è ottima ed anche la trama è intrigante e ben studiata ma trovo che Larsson si dilunghi eccessivamente su discorsi tecnici che se non si conosce la materia si fatica a comprendere e sia anche alquanto ripetitivo su diversi punti.
    Insomma, il potenziale c'è, ma credo avrebbe potuto far meglio dimezzando le pagine.
    Mi aspettavo anche un approfondimento sulla sorella di Lisbeth, la protagonista, ottimo personaggio, che purtroppo sarebbe potuto essere interessante ma non c'è stato.
    Ad ogni modo una bella trilogia, che purtroppo si perde un po' nel finale.

    ha scritto il 

  • 5

    這個系列都是不小心一口氣讀到早上,讀完這個系列的最後一本書感覺有點傷感,尤其是作者早已過世。

    非常值得收藏的一套系列。

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    http://www.scaffalivirtuali.altervista.org

    Avevo letto il primo volume della trilogia, uno splendido mattone di oltre 600 pagine e non molto tempo dopo avevo letto il secondo volume, bellissimo, di oltre 700 pagine. Adesso che ho letto questo, ...continua

    Avevo letto il primo volume della trilogia, uno splendido mattone di oltre 600 pagine e non molto tempo dopo avevo letto il secondo volume, bellissimo, di oltre 700 pagine. Adesso che ho letto questo, terzo ed ultimo volume, mi chiedo come abbia potuto fare passare così tanto tempo per decidermi a prenderlo dallo scaffale in cui si trovava. Anche in questo volume i protagonisti principali sono Mikael, reporter della rivista "Millennium" e Lisbeth, hacker abilissima con qualche problema di socializzazione. Ma vi è tutto un gruppo di personaggi, molti dei quali già visti nei due precedenti volumi, che sono degli splendidi coprotagonisti. Ci sono anche personaggi nuovi, molti, e forse questo da un certo punto di vista può essere considerato un punto debole, perché si rischia di perdere il conto, ma la storia è eccezionale, come sempre. La Säpo, servizi segreti svedesi, sta cercando di rendere inoffensiva Lisbeth, in quanto sa troppe cose riguardo Alexander Zalachenko, suo padre, che in un paio di occasioni ha provato ad uccidere. La ragazza rischia di morire e l'ospedale diventa la sua prigione in vista del processo verso cui lo portano i tanti capi di accusa che gli vengono elevati. Mikael fiuta il servizio di grande successo contro la Säpo per ottenere la liberazione di Lisbeth e le vicende che i protagonisti vivono coinvolgono il lettore fino all'ultima pagina che mette la parola fine a una trilogia meravigliosa dalla prima all'ultima pagina.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    http://www.scaffalivirtuali.altervista.org

    Avevo letto il primo volume della trilogia, uno splendido mattone di oltre 600 pagine e non molto tempo dopo avevo letto il secondo volume, bellissimo, di oltre 700 pagine. Adesso che ho letto questo, ...continua

    Avevo letto il primo volume della trilogia, uno splendido mattone di oltre 600 pagine e non molto tempo dopo avevo letto il secondo volume, bellissimo, di oltre 700 pagine. Adesso che ho letto questo, terzo ed ultimo volume, mi chiedo come abbia potuto fare passare così tanto tempo per decidermi a prenderlo dallo scaffale in cui si trovava. Anche in questo volume i protagonisti principali sono Mikael, reporter della rivista "Millennium" e Lisbeth, hacker abilissima con qualche problema di socializzazione. Ma vi è tutto un gruppo di personaggi, molti dei quali già visti nei due precedenti volumi, che sono degli splendidi coprotagonisti. Ci sono anche personaggi nuovi, molti, e forse questo da un certo punto di vista può essere considerato un punto debole, perché si rischia di perdere il conto, ma la storia è eccezionale, come sempre. La Säpo, servizi segreti svedesi, sta cercando di rendere inoffensiva Lisbeth, in quanto sa troppe cose riguardo Alexander Zalachenko, suo padre, che in un paio di occasioni ha provato ad uccidere. La ragazza rischia di morire e l'ospedale diventa la sua prigione in vista del processo verso cui lo portano i tanti capi di accusa che gli vengono elevati. Mikael fiuta il servizio di grande successo contro la Säpo per ottenere la liberazione di Lisbeth e le vicende che i protagonisti vivono coinvolgono il lettore fino all'ultima pagina che mette la parola fine a una trilogia meravigliosa dalla prima all'ultima pagina.

    ha scritto il 

  • 2

    deludente e prolisso. ottocento pagine che potevano essere ridotte a un terzo tranquillamente, anche perchè la storia è la continuazione del secondo episodio di Millenium, tirata per le lunghe. Un buo ...continua

    deludente e prolisso. ottocento pagine che potevano essere ridotte a un terzo tranquillamente, anche perchè la storia è la continuazione del secondo episodio di Millenium, tirata per le lunghe. Un buon editor gli farebbe solo che bene. Anche i subplot sono tirati per le lunghe. in ogni caso, come segnale della grande capacità di Larsson di creare storie e tensione narrativa, il finale è splendido e vale da solo la lettura del libro

    ha scritto il 

  • 0

    找到了札拉千科,第三部曲莎蘭德和她的小夥伴們對戰瑞典國安局中的秘密小組,仍然是相當精采,「千禧三部曲」也在此刻完結。

    「千禧三部曲」可以是各自獨立,但也彼此連貫,分開來讀很有趣味,合在一起當成同一本書也非常好看。可惜作者已經過世,無法再寫出精彩的小說了。

    ha scritto il 

  • 3

    I nodi vengono al pettine

    Finalmente Lisbeth Salander viene ufficialmente riabilitata nonostante le losche macchinazioni governative che la vorrebbero rinchiudere in un manicomio gettando via la chiave. Una trilogia modernissi ...continua

    Finalmente Lisbeth Salander viene ufficialmente riabilitata nonostante le losche macchinazioni governative che la vorrebbero rinchiudere in un manicomio gettando via la chiave. Una trilogia modernissima dove protagoniste sono donne, forti e combattive, che si guadagnano con le unghie e con i denti il loro posto nel mondo dei maschi ( vedi a questo proposito il simbolico duello finale ).
    Larsson è probabilmente uno dei pochi autori uomini che ha saputo lasciarci il ritratto di una donna veramente tosta, ammirandola profondamente.

    ha scritto il 

  • 5

    Caffè e tramezzini

    Scrivo questa recensione sull'ultimo volume della trilogia, ma mi riferisco ai tre titoli nel loro complesso.
    Che dire? Mai ho divorato volumi di 700, 800 pagine in pochissimi giorni.
    E questo dice gi ...continua

    Scrivo questa recensione sull'ultimo volume della trilogia, ma mi riferisco ai tre titoli nel loro complesso.
    Che dire? Mai ho divorato volumi di 700, 800 pagine in pochissimi giorni.
    E questo dice già tutto sullo stile di Larsson.
    La vicenda del primo volume è diversa da quella narrata nel secondo e nel terzo, ma il coinvolgimento è immutato.
    Mikael Blomqvist, giornalista d'inchiesta di una testata svedese, travolto da un contenzioso giudiziario che rischia di causare la chiusura della rivista, decide di allontanarsi dalla redazione per separare il suo destino da quello dei colleghi.
    Ma un vecchio capitano d'industria si affida al suo talento investigativo per chiarire un mistero mai risolto.
    Inutile dire che Blomqvist inizialmente refrattario, finisce per accettare e dare inizio ad un'indagine dal ritmo sempre più serrato.
    Blomqvist viene aiutato dalla giovane hacker Lisbeth Salander, una ragazza introversa che nasconde un passato alquanto turbolento.
    Il secondo ed il terzo volume sono dedicati alla scoperta di questo passato, ma senza cali di ritmo e di suspence.
    Larsson mette in fila le tappe delle indagini in modo coerente ed appassionante ed è impossibile staccarsi dai volumi.
    I protagonisti sono spesso braccati da individui biechi e violenti, ma Larsson non cede mai alla tentazione di farne degli eroi invincibili.
    I sentimenti e le debolezze sono sempre presenti e ci restituiscono dei personaggi straordinariamente umani e caratteristici.
    Si viene letteralmente assorbiti dal ritmo degli eventi e dall'empatia nei confronti dei protagonisti ed in men che non si dica ci si ritrova alla fine dei volumi.
    Larsson non ci vuole fare nessuna morale, o trasmettere messaggi sui massimi sistemi.
    Ha semplicemente imbastito due storie irresistibili.
    Peccato davvero aver perso un narratore così efficace.
    L'unico aspetto poco verosimile sono questi svedesi che si tengono in piedi esclusivamente a caffè e tramezzini.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per