La regina della casa

Di

Editore: Mondadori

3.8
(5510)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 354 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Francese , Tedesco , Spagnolo , Portoghese , Olandese

Isbn-10: 8804548835 | Isbn-13: 9788804548836 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Raffo

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina rigida , eBook , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Rosa

Ti piace La regina della casa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ha soli ventinove anni ma è già la star di un noto studio legale di Londra,lavora giorno e notte e la sua consulenza vale una fortuna. Almeno fino aquando si accorge di aver commesso un terribile errore che le costerà ilposto. Sconvolta fugge dall'ufficio e si ritrova in aperta campagna con ilcuore in tumulto. Per un malinteso, i proprietari della splendida casa in cuichiede informazioni la scambiano per un'aspirante governante. E lei, donna incarriera dal quoziente intellettivo altissimo, decide di non deluderli...
Ordina per
  • 4

    Adorabile Kinsella

    Certo, sembra sempre Becky, ma che ritmo!
    Piacevole, divertente, difficile posare giù il libro.

    "Non ha importanza. Non ti colpevolizzare perché non conosci tutte le risposte. Non sempre è necessario ...continua

    Certo, sembra sempre Becky, ma che ritmo!
    Piacevole, divertente, difficile posare giù il libro.

    "Non ha importanza. Non ti colpevolizzare perché non conosci tutte le risposte. Non sempre è necessario sapere chi sei. Non è necessario avere il quadro completo, né sapere dove stai andando. A volte è sufficiente anche solo sapere cosa si farà dopo."

    ha scritto il 

  • 4

    A me la cara Madeleine/Sophie piace sempre. Ogni volta i suoi romanzi, semplicissimi, anche prevedibili, mi regalano un momento di relax: le sue protagoniste pasticcione esagerano nel combinare guai, ...continua

    A me la cara Madeleine/Sophie piace sempre. Ogni volta i suoi romanzi, semplicissimi, anche prevedibili, mi regalano un momento di relax: le sue protagoniste pasticcione esagerano nel combinare guai, ma fanno sorridere, e dietro l'angolo le attende un romantico lieto fine che è esattamente ciò che ci vuole per le chick-lit.
    Qui Samantha, un'eroina alla Bridget Jones come le altre creazioni Kinsella, abbandona la carriera da avvocato improvvisandosi collaboratrice domestica, e scoprendo i piaceri della vita tranquilla.
    Per chi ha apprezzato gli I love shopping e altri titoli, anche questo libro garantirà qualche ora di spensierata leggerezza.

    ha scritto il 

  • 3

    La Kinsella è l' autrice del relax.
    Leggere i suoi racconti è sempre riposante, e divertente. Questo perchè la trama è prevedibile fino all' osso, ma è lo spirito con cui è raccontata la storia che dà ...continua

    La Kinsella è l' autrice del relax.
    Leggere i suoi racconti è sempre riposante, e divertente. Questo perchè la trama è prevedibile fino all' osso, ma è lo spirito con cui è raccontata la storia che dà quel piacere e quella spensieratezza che ci si può aspettare come sempre dai suoi libri.

    Perchè ammettiamolo, c' è una protagonista della Kinsella in ognuna di noi.
    Pasticciona, che vive situazioni imbarazzanti, ironica, e talvolta frenetica.
    Ci riconosciamo così bene, che viene spontaneo ridere, e pensare: "Quant' è vero!"

    Quindi un altro sì a questo romanzo, che accompagna le nostre giornate aiutandoci a non prenderci troppo sul serio.

    ha scritto il 

  • 4

    La governante perfetta

    Premesso che è il primo libro che leggo di questa autrice, devo dire che ha soddisfatto tutte le mie aspettative.
    Ho scelto di proposito un libro soft, qualcosa di ridicolo per ridere un po’ e ho riso ...continua

    Premesso che è il primo libro che leggo di questa autrice, devo dire che ha soddisfatto tutte le mie aspettative.
    Ho scelto di proposito un libro soft, qualcosa di ridicolo per ridere un po’ e ho riso parecchio.
    Situazioni al limite del paradossale, due datori di lavoro più fuori di testa non si potevano trovare, e ancora non riesco a capire come potevano avere tanti soldi visto la loro negligenza sia nel campo degli affari che quello in casa.
    Fa bene all’umore ridere di tanto in tanto!!!

    ha scritto il 

Ordina per