Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La regina della magia

Ciclo del Belgariad - Libro II

Di

Editore: Editrice Nord

4.2
(512)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 341 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese

Isbn-10: A000094061 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Travel

Ti piace La regina della magia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
L'Orb, la gemma magica e sovrannaturale che per millenni ha dormito nel palazzo dei Re di Riva è stata rubata da un sacerdote di Torak, il dio sfregiato e maligno, che domina l'Oriente. Se essa non sarà recuperata, la civiltà d'occidente e i regni degli Alorns, scompariranno.
L'Arci-mago Belgarath e sua figlia Polgara, affiancati da una vera compagnia di campioni dei vari regni, guidano la cerca per la mitica gemma. E con loro c'è Garion, il giovane che credeva di essere un contadino, e che cammina invece verso un futuro inimmaginabile.
Continua, in un crescendo di avventure e magie, la saga dei "Belgariad", che ha eguagliato il successo del "Signore degli Anelli"
Ordina per
  • 2

    "La regina della magia" è il secondo libro della saga di Belgariad. Nonostante io abbia amato molto la saga quando la lessi parecchi anni fa, mi riesce molto difficile trovarla godibile adesso. Situazioni che ormai sono divemtate cliché (non lo erano quando lui scrisse, però!), personaggi spesso ...continua

    "La regina della magia" è il secondo libro della saga di Belgariad. Nonostante io abbia amato molto la saga quando la lessi parecchi anni fa, mi riesce molto difficile trovarla godibile adesso. Situazioni che ormai sono divemtate cliché (non lo erano quando lui scrisse, però!), personaggi spesso ridicoli, con reazioni assurde, dialoghi da tagliare o dimenticare. Niente da fare: ogni opera ha un suo periodo e un suo contesto. Fanno eccezione le opere immortali, ma evidentemente questo romanzo non rientra nella categoria.

    ha scritto il 

  • 4

    Notevole passo avanti rispetto al volume precedente della saga.
    Il numero di righe dedicate alle descrizioni (di ogni tipo) raggiunge un numero soddisfacente, i personaggi cominciano ad avere una personalità coinvolgente (Mandorallen è un ottimo "aquisto"), e la formula ne giova in freschez ...continua

    Notevole passo avanti rispetto al volume precedente della saga.
    Il numero di righe dedicate alle descrizioni (di ogni tipo) raggiunge un numero soddisfacente, i personaggi cominciano ad avere una personalità coinvolgente (Mandorallen è un ottimo "aquisto"), e la formula ne giova in freschezza, rendendo il lettore (almeno parlo per me) molto più curioso di andare avanti per scoprire cosa succederà nel capitolo precedente.
    Finalmente Garion comincia ad essere uomo ed umano, ed io ho cominciato ad affezionarmi a lui.
    Se il terzo volume migliorerà il secondo come il secondo ha migliorato il primo ci sarà da divertirsi!

    ha scritto il 

  • 4

    Muy entretenido

    Sin ser ninguna obra maestra. Con un desarrolo simple y facil de seguir. Con todo los rasgos típico de la fantasía clásica. Sin tener apenas descripciones y unos personajes facilones...

    Pero gusta. y sobre todo a los lectores jovenes debe ser una saga obligatoria.

    ha scritto il 

  • 5

    Uno dei temi delle saghe fantasy è il viaggio alla ricerca di un oggetto magico. Questa compagnia non comprende hobbit, nani, ed elfi, e non vuole distruggere l'anello del potere, gettandolo nel vulcano del monte Fato. Mago nonno, maga zia e mago nipote devono però, aiutati da guerrieri umani, ri ...continua

    Uno dei temi delle saghe fantasy è il viaggio alla ricerca di un oggetto magico. Questa compagnia non comprende hobbit, nani, ed elfi, e non vuole distruggere l'anello del potere, gettandolo nel vulcano del monte Fato. Mago nonno, maga zia e mago nipote devono però, aiutati da guerrieri umani, ripristinare l'equilibrio del potere tra le divinità di quello stato dell'esistenza.

    ha scritto il 

  • 4

    I just stumbled into The Belgariad and The Malloreon, that I read ages ago, and I couldn't but add them to this virtual library. I doubt I will ever be able to get the task done - too many titles, I've been reading quite a lot - but anyway, both have to figure in a fantasy library worth of this n ...continua

    I just stumbled into The Belgariad and The Malloreon, that I read ages ago, and I couldn't but add them to this virtual library. I doubt I will ever be able to get the task done - too many titles, I've been reading quite a lot - but anyway, both have to figure in a fantasy library worth of this name. Eddings' work is a milestone in modern fantasy and, even though it could be judged just a bit too simple for contemporary taste, it still makes for a wonderful reading experience. And then, thirty years ago it wasn't so obvious to publish ten novels in a megacycle! Moreover, the author wasn't concerned with realistic or too consistent environment. He just wondered what a normal person would do if he/she discovered that the future of mankind rested in his/her hands. Which is why Garion often asks "Why me?" It is peculiar: we all love heroes but we want them to be someone else! So modern fantasy could be seen as an immense quest into the dark side of modernity's myths, something we all desperately need.

    ha scritto il 

  • 5

    L"Orb, la gemma magica e sovrannaturale che per millenni ha dormito nel palazzo dei Re di Riva è stata rubata da un sacerdote di Torak, il dio maligno, che domina l"Oriente. Se essa non sarà recuperata, la civiltà d"occidente e i regni Alorns scompariranno.
    L"Arcimago Belgarath e sua figlia ...continua

    L"Orb, la gemma magica e sovrannaturale che per millenni ha dormito nel palazzo dei Re di Riva è stata rubata da un sacerdote di Torak, il dio maligno, che domina l"Oriente. Se essa non sarà recuperata, la civiltà d"occidente e i regni Alorns scompariranno.
    L"Arcimago Belgarath e sua figlia Polgara, affiancati da una vera compagnia di campioni dei vari regni, guidano la ricerca per la mitica gemma. E con loro c"è Garion, il giovane che credeva di essere un contadino, e che cammina invece verso un futuro inimmaginabile.

    ha scritto il 

  • 5

    Bello più del primo, sicuramente meno del terzo. Inizio a notare alcune piccole somiglianze con la saga de "le cronache del ghiaccio e del fuoco", soprattutto per quanto riguarda la caratterizzazione di alcuni personaggi.

    ha scritto il