Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La regina di Abu Simbel

Il romanzo di Ramses, vol. 4

Di

Editore: Arnoldo Mondadori

3.7
(901)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 379 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804437952 | Isbn-13: 9788804437956 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature , History , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La regina di Abu Simbel?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
.
Ordina per
  • 3

    In questo quarto episodio de "Il romanzo di Ramses", si narra della guerra intrapresa dal faraone, contro i rivoltosi hittiti per la riunificazione dell'impero e degli intrighi e tradimenti a corte mirati alla detronizzazione di Ramses.
    Inoltre Mosè, da sempre amico del faraone, si fa caric ...continua

    In questo quarto episodio de "Il romanzo di Ramses", si narra della guerra intrapresa dal faraone, contro i rivoltosi hittiti per la riunificazione dell'impero e degli intrighi e tradimenti a corte mirati alla detronizzazione di Ramses.
    Inoltre Mosè, da sempre amico del faraone, si fa carico della missione assegnatagli da Yahvè e parte con il popolo ebreo alla ricerca della Terra Promessa.
    Trama affascinante ma un tantino noiosa. Le vicende storiche raccontate, nonostante siano narrate in modo romanzato, non riescono a nascondere una certa pesantezza che ne pregiudicano il risultato finale.
    Gli appassionati dell'antico Egitto, però, lo apprezzeranno sicuramente di più rispetto al sottoscritto.

    ha scritto il 

  • 4

    Incipit:" Massacratore, il leone di Ramses, lanciò un ruggito che inchiodò per la paura gli egiziani al pari dei rivoltosi. L'enorme belva che il Faraone aveva decorato di una sottile collana d'oro per i buoni e leali servigi resi durante la battaglia di Qadesh contro gli ittiti pesava più di tre ...continua

    Incipit:" Massacratore, il leone di Ramses, lanciò un ruggito che inchiodò per la paura gli egiziani al pari dei rivoltosi. L'enorme belva che il Faraone aveva decorato di una sottile collana d'oro per i buoni e leali servigi resi durante la battaglia di Qadesh contro gli ittiti pesava più di trecento chili. Era lunga quattro metri e aveva una criniera folta e fiammeggiante, rigogliosa al punto da coprirle la zona superiore della testa, le gote, il collo, in parte le spalle e il petto. Il pelo, liscio e corto, era di un bruno chiaro e lucente." Il romanzo di Ramses, La regina di Abu Simbel di Christian Jacq. e' il quarto libro della Saga Di Ramses.in esso assistiamo alle ultime fasi della guerra contro gli Ittiti, l'episodio dell'Esodo degli Ebrei e la costruzione del tempio di Abu Simbel con la morte di Nefertari. In breve perchè molte sono le vicende e i personaggi narrati anche in questo libro. Leggendo la storia di Ramses così come narrata dall'autore si parteggia per questo Faraone una grande figura che risalta nella storia come nel romanzo. Certo i riferimenti storici sono romanzati, ma non si può che partecipare emotivamente nei libri di questo grande romanzo che alla fine accumulerà ben 2000 pagine che vorreste non finissero mai. Consigliata la lettura!

    ha scritto il 

  • 4

    ottimo

    In questo volume tutti gli intrecci vengono al nodo. Probhabilmente il volume piu soddisfacente, seppur ramses venga descritto sempre come il giusto. insom
    ma il poeta è troppo di parte. avvincente al punto giusto con un finale abbastanza malinconico . sono curioso di sapere cosa mi aspe ...continua

    In questo volume tutti gli intrecci vengono al nodo. Probhabilmente il volume piu soddisfacente, seppur ramses venga descritto sempre come il giusto. insom
    ma il poeta è troppo di parte. avvincente al punto giusto con un finale abbastanza malinconico . sono curioso di sapere cosa mi aspetterà mi ultimo volume

    ha scritto il 

  • 5

    LA REGINA DI ABU SIMBEL è ugualmente uno dei più avvincenti volumi del romanzo, in quanto narra la vicenda che da sempre abbiamo conosciuto attraverso le fonti ebree (ovvero la Bibbia) e che finalmente viene vista con gli occhi degli egiziani. L'Esodo e la storia di Mosè, nonostante sia oramai qu ...continua

    LA REGINA DI ABU SIMBEL è ugualmente uno dei più avvincenti volumi del romanzo, in quanto narra la vicenda che da sempre abbiamo conosciuto attraverso le fonti ebree (ovvero la Bibbia) e che finalmente viene vista con gli occhi degli egiziani. L'Esodo e la storia di Mosè, nonostante sia oramai quasi certo che non sia avvenuto nel regno di Ramses e di certo non nel modo in cui la Bibbia ce lo narra, scorre con estremo piacere e riesce a far divorare le pagine, fino al commovente epilogo...

    ha scritto il 

  • 4

    La Regina di Abu Simbel è incentrato sopratutto sulla figura della Regina d'Egitto, moglie di Ramses e amata dal popolo e dagli Dei, Nefertari.


    Il romanzo è un po' troppo fanciullesco, lei è bella e dolce, lui è forte e vigoroso, si amano, fanno figli, dominano il mondo con una giustizia c ...continua

    La Regina di Abu Simbel è incentrato sopratutto sulla figura della Regina d'Egitto, moglie di Ramses e amata dal popolo e dagli Dei, Nefertari.

    Il romanzo è un po' troppo fanciullesco, lei è bella e dolce, lui è forte e vigoroso, si amano, fanno figli, dominano il mondo con una giustizia che non è credibile.

    Pur scritto benissimo, molto fedele dal punto di vista del Pantheon religioso e della struttura dell'impero egiziano, è un po' troppo romanzato per essere veramente fedele alla storia: bisogna però dire che un romanzo troppo fedele alla storia non sarebbe potuto essere così ben scritto e scorrevole.

    ha scritto il 

  • 5

    Il culmine della saga

    Non so cosa mi attenda nell'ultimo volume del romanzo di Ramses, ma senza dubbio questo è stato il più bello dei primi quattro.
    Qui un Ramses maturo si scontra con tutti i suoi nemici, cioè gli Ittiti, l'ex-amico Mosè, il fratello Shenar, e in un formidabile intreccio di eventi che mescola ...continua

    Non so cosa mi attenda nell'ultimo volume del romanzo di Ramses, ma senza dubbio questo è stato il più bello dei primi quattro.
    Qui un Ramses maturo si scontra con tutti i suoi nemici, cioè gli Ittiti, l'ex-amico Mosè, il fratello Shenar, e in un formidabile intreccio di eventi che mescola la storia, il mito e la religione ne esce vincitore.
    Sebbene conoscessi la storia dei fatti raccontati (sia quelli più propriamente storici che quelli legati alla Bibbia), devo riconoscere il genio di Jacq nel riuscire ad incastrarli perfettamente l'uno con l'altro rendendoli credibilissimi.
    Particolarmente suggestivo è lo "scontro" tra gli dei egiziani e il Faraone da una parte e il Dio degli ebrei e Mosè dall'altra. Gli ultimi ne escono sicuramente ridimensionati, come ci si attende da un romanzo su un Faraone che ci racconta la magia/scienza/religione egizia come se fosse reale, ma anche come risultato del tentativo ben riuscito di riportare il racconto della Bibbia entro i limiti della plausibilità. Tutto questo in un contesto affatto storicamente provato, in quanto non si sa esattamente a cosa si riferisca l'episodio dell'esodo riportato nella Bibbia, ma pare abbastanza improbabile che il Faraone in essa citato sia Ramses.
    Ma il bello sta nel mettere da parte tutte le certezze storiche o dettate dalla fede e godersi questa meravigliosa opera di fantasia, che tra un'invenzione e un adattamento, inserisce abilmente fatti accaduti realmente o, perlomeno, raccontati nei meravigliosi monumenti e preziosi manufatti che sono giunti fino a noi.

    ha scritto il 

  • 4

    I complotti giungono tutti alla fine, il Faraone, abbandonata l'aura invincibile e assurda a mio giudizio, di Qadesh, rafforza il suo regno per la pace, ma a caro prezzo.
    Cristan Jacq abbandona l'epica e si concentra qui su tranelli, doppi giochi, astuzie per rovesciare il regno del Faraone ...continua

    I complotti giungono tutti alla fine, il Faraone, abbandonata l'aura invincibile e assurda a mio giudizio, di Qadesh, rafforza il suo regno per la pace, ma a caro prezzo.
    Cristan Jacq abbandona l'epica e si concentra qui su tranelli, doppi giochi, astuzie per rovesciare il regno del Faraone.
    Bellissimo il modo in cui spiega scientificamente le 10 piaghe d'Egitto.

    ha scritto il