Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La reliquia rubata

I misteri di Owen Archer

Di

Editore: Piemme

3.6
(479)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 443 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8838478201 | Isbn-13: 9788838478208 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Amedeo Romeo

Disponibile anche come: Altri , Copertina morbida e spillati , Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace La reliquia rubata?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Anno del Signore 1366.
Nicholas de Louth, emissario del re, non crede ai fantasmi, ma quella donna, suor Joanna, risulta morta da quasi un anno. Morta e sepolta.
E invece è lì, davanti a lui, farneticante, a reclamare la reliquia che lei stessa ha rubato e che sembra portare dietro di sé una scia di morte...
Ancora una volta, l'arcivescovo di York deve ricorrere all'abilità di Owen Archer. E sarà lui a indagare su questo mistero, dove il sacro e il profano si mescolano e si confondono, e a riportare alla luce una fitta rete di perfidi interessi e inquietanti segreti, che non risparmiano le più alte sfere del regno.
Ordina per
  • 4

    Terzo mistero per l'arciere Owen Archer nella York di fine Trecento.
    Come nei primi due libri, anche in questo Candace Robb sa costruire la trama giallo/mistery perfettamente.
    Tutti i personaggi si legano tra loro dopo l'avvenuto omicidio e sullo sfondo l'autrice impartisce qualche le ...continua

    Terzo mistero per l'arciere Owen Archer nella York di fine Trecento.
    Come nei primi due libri, anche in questo Candace Robb sa costruire la trama giallo/mistery perfettamente.
    Tutti i personaggi si legano tra loro dopo l'avvenuto omicidio e sullo sfondo l'autrice impartisce qualche lezione di Storia del tempo.
    Scorrevole, anche se non bisogna perdere una battuta, anche di quelle che apparentemente sembrano superficiali.
    Molto bello.
    Continuerò a leggere questa serie sicuramente.

    ha scritto il 

  • 3

    Sono sempre stato appassionato dalle ambientazioni medievali, memore di vecchi film sui cavalieri della tavola rotonda, il valore, l'onore, i duelli, le battaglie e quant'altro.
    Mi sono avvicinato ai libri di Candace Robb proprio per questo, in quanto thriller ambientati nell'era oscura, ch ...continua

    Sono sempre stato appassionato dalle ambientazioni medievali, memore di vecchi film sui cavalieri della tavola rotonda, il valore, l'onore, i duelli, le battaglie e quant'altro.
    Mi sono avvicinato ai libri di Candace Robb proprio per questo, in quanto thriller ambientati nell'era oscura, che poi tanto oscura non è.
    Siamo nella città di York, nella metà del 1300, una suora scappa da un convento con una preziosa reliquia, per venderla e ricavare il denaro per scoprire dov'è finito il fratello. Muore prima di poter portare a compimento l'intento e poi "risorge", miracolata dalla Vergine ma dimentica della reliquia.
    Owen Archer, protagonista di quasi tutti questi romanzi e, guarda caso, di professione proprio arciere, viene incaricato dall'arcivescovo di York per condurre le indagini e ritrovare la preziosa reliquia.
    La trama effettivamente non è male a leggerla così. Purtroppo l'unico punto forte di questo romanzo è appunto l'ambientazione storica, descritta molto bene dalla autrice e molto d'atmosfera. La narrazione invece langue, arrancando capitolo dopo capitolo in una storia che poteva essere orchestrata, a mio avviso, in modo migliore. Da un thriller ci si aspetta qualcosa di più e non solo lunghi dialoghi, ma pathos, suspense e maggiore azione.
    Alcuni personaggi poi, a mio parere, non sono ben caratterizzati, anche lo stesso Archer a volte sembra un pupazzo con poca personalità. I personaggi migliori sono sicuramente quelli femminili, forse perché l'autrice ci si immedesima maggiormente, ma uno scrittore deve dare di più ai suoi attori, non solo a quelli che ama.
    Tirando le somme: mi ha deluso, non mi ha appassionato. Mi ha sorpreso piacevolmente come ambientazione, calandomi perfettamente nel periodo storico, ma poi mi ha lasciato perplesso sulla storia, quella che deve coinvolgere il lettore e portarlo con bramosia fino alla fine.

    ha scritto il 

  • 4

    DA PAGINA 229

    "E' semplice da spiegare. Mio padre l'amava talmente tanto. Non poteva credere che gli fosse stata portata via così presto, dopo che aveva pregato al suo capezzale e che aveva passato giornate intere a cercare di ragionare con lei a dispetto della follia. Dio aveva risposto alle nostre preghiere ...continua

    "E' semplice da spiegare. Mio padre l'amava talmente tanto. Non poteva credere che gli fosse stata portata via così presto, dopo che aveva pregato al suo capezzale e che aveva passato giornate intere a cercare di ragionare con lei a dispetto della follia. Dio aveva risposto alle nostre preghiere e le aveva concesso di superare la primavera e l'estate, per poi prendersela in una maniera tanto..." Frank allungò le mani con i palmi rivolti verso l'alto, e guardò il cielo in cerca delle parole adatte "... in una maniera tanto capricciosa."

    ha scritto il 

  • 3

    Candace Robb non delude, però c'è da dire che avevo capito fin dall'inizio il finale (ho visto troppi telefilm polizieschi oppure non riescono più a sorprenderci?). Per il resto, le avventure di Owen sono sempre affascinanti, così come il Medioevo, che questa autrice dipinge meravigliosamente. ...continua

    Candace Robb non delude, però c'è da dire che avevo capito fin dall'inizio il finale (ho visto troppi telefilm polizieschi oppure non riescono più a sorprenderci?). Per il resto, le avventure di Owen sono sempre affascinanti, così come il Medioevo, che questa autrice dipinge meravigliosamente.

    ha scritto il 

  • 4

    Si conferma con questo thriller l’impressione che avevo già avuto leggendo altri libri di Candace Robb: i romanzi sono godibilissimi, ma lo sarebbero ancor di più se l’autrice non si dilungasse troppo a tessere rapporti fra la trama vera e propria del romanzo e le vicende politico-militari dell’I ...continua

    Si conferma con questo thriller l’impressione che avevo già avuto leggendo altri libri di Candace Robb: i romanzi sono godibilissimi, ma lo sarebbero ancor di più se l’autrice non si dilungasse troppo a tessere rapporti fra la trama vera e propria del romanzo e le vicende politico-militari dell’Inghilterra medievale in cui ambienta le sue opere.
    Godibili, forse, per un lettore inglese che conosca piuttosto bene la Storia del suo Stato, questi accenni rischiano di cadere nel vuoto di fronte a un lettore estero, che senz’altro non coglierà, non li apprezzerà a dovere, o rischierà quasi d’annoiarsi. L’intrigante vicenda raccontata in questo romanzo (una misteriosa “reliquia” prodigiosa e una suora apparentemente risorta dalla morte, con corollario di omicidi e misteri) sarebbe stata perfettamente sufficiente già di per sé. Non c’era bisogno, a mio modo di vedere, di dilungarsi in lunghe trattazioni sull’intervento inglese in Spagna o altre amenità del genere. Si possono scrivere degli ottimi romanzi storici anche solo limitandosi a inserire una bella trama in un determinato contesto storico. La mia impressione è che Candace Robb insista per ampliare la prospettiva come se lo facesse per una questione di principio.

    A parte questo, il romanzo è piacevole. Indecisa fra le tre e le quattro stelline, ho deciso di abbondare in virtù della bella trama: una suora decisamente fuori dal comune, un delirio di malata che diventa improvvisamente comprensibile solo nelle ultime pagine, e una serie di misteri obiettivamente ben gestiti. È quel tipo di giallo che ti sorprende per il suo colpo di scena finale, a cui non saresti mai arrivata.

    Ho letto questo libro in vacanza sotto l’ombrellone, alla ricerca di un po’ di svago. Diciamo che non è un capolavoro, ma che ha svolto egregiamente il compito che gli avevo dato.

    ha scritto il 

  • 0

    Nuova avventura di Owen Archer, sempre ambientata a York, questa volta nel 1366. Ricompare in città dopo un anno Suor Joanna, creduta morta e sepolta, affermando che la Madonna l’ha resuscita e le ha donato un manto blu miracoloso. Owen Archer ha l’incarico di scoprire il passato della suora, seg ...continua

    Nuova avventura di Owen Archer, sempre ambientata a York, questa volta nel 1366. Ricompare in città dopo un anno Suor Joanna, creduta morta e sepolta, affermando che la Madonna l’ha resuscita e le ha donato un manto blu miracoloso. Owen Archer ha l’incarico di scoprire il passato della suora, segnato da molte morti misteriose e inquietanti segreti.
    L’indagine si mescola alla vita privata di Owen sempre felicemente sposato con Lucie, che è in dolce attesa e con Jasper ormai accolto nella loro casa come un figlio.
    Storie sempre intriganti e appassionanti, questo è il terzo romanzo della avventure di Owen Archer, terzo di dieci.

    ha scritto il 

  • 4

    SOUR JOANNA FUGGE DAL CONVENTO CON UNA RELIQUIA MA RITORNA DOPO UN ANNO AL MONASTERO DOPO CHE E' STATA CREDUTA MORTA DA TUTTI E LEI STESSA DICE DI ESSERE STATA SEPOLTA VIVA; MA NASCONDENDO ANCORA UN TERRIBILE SEGRETO CHE HA GENERATO UNA SCIA DI OMICIDI. OWEN ARCHER RIUSCIRA' A DIPANARE LA MATASSA ...continua

    SOUR JOANNA FUGGE DAL CONVENTO CON UNA RELIQUIA MA RITORNA DOPO UN ANNO AL MONASTERO DOPO CHE E' STATA CREDUTA MORTA DA TUTTI E LEI STESSA DICE DI ESSERE STATA SEPOLTA VIVA; MA NASCONDENDO ANCORA UN TERRIBILE SEGRETO CHE HA GENERATO UNA SCIA DI OMICIDI. OWEN ARCHER RIUSCIRA' A DIPANARE LA MATASSA?
    BUON ROMANZO DA LEGGERE COME CLI ALTRI DELLA STESSA SERIE

    ha scritto il