Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La repubblica - Vol. IV

Libro V

Di

Editore: Bibliopolis

4.6
(5)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 564 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8870883841 | Isbn-13: 9788870883848 | Data di pubblicazione: 

Curatore: Mario Vegetti

Genere: Non-fiction , Philosophy

Ti piace La repubblica - Vol. IV?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Odissea nella filosofia

    La Repubblica è, assieme al Gorgia e al Protagora, il dialogo platonico che più inquieta il lettore moderno con la spiazzante attualità delle sue tematiche. Un'opera che può apparire arrogante, tronfia, inaccettabile : lo stesso titolo è un monumento di presunzione; noi lo conosciamo con la sua v ...continua

    La Repubblica è, assieme al Gorgia e al Protagora, il dialogo platonico che più inquieta il lettore moderno con la spiazzante attualità delle sue tematiche. Un'opera che può apparire arrogante, tronfia, inaccettabile : lo stesso titolo è un monumento di presunzione; noi lo conosciamo con la sua versione latina - quella usata da Cicerone in una pallida imitazione - che semanticamente è molto restrittiva, ma l'originale greco "Politeia" può essere tradotto semplicemente come "lo Stato".
    Nel primo - e uno dei più inarrivabili - testi di utopia politica della storia della letteratura, è difficile discernere se Platone voglia elaborare lo Stato auspicabile o voglia semplicemente prendere atto della natura dello Stato (questa, come spesso si scorda, non è che la premessa per analizzare i dettagli dell'anima umana) e da qui ricollegarsi alla sua natura ideale. Sono i presupposti della filosofia platonica a rendere difficile discernere tra fantasia dell'individuo e vera essenza dell'ente.
    In un balzo degno in tutto e per tutto del volo d'uccello kubrickiano dalla preistoria all'era spaziale, Platone passa dall'analisi delle meccaniche dello Stato ad una riflessione sui fondamenti della verità e della conoscenza, rendendo la Repubblica un testo tanto profondo quanto emozionante.

    ha scritto il