Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La risposta è la domanda

Novantadue favole di saggezza

Di

Editore: A. Mondadori (Ingrandimenti)

3.8
(58)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 255 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804591242 | Isbn-13: 9788804591245 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: M. Nicola

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Religion & Spirituality

Ti piace La risposta è la domanda?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"A cinque anni, una sera in cui i miei genitori erano andati al cinema, svegliandomi nel buio mi misi a gridare terrorizzato. Dopo pochi minuti, che a me sembrarono ore, venne in camera mia la fedele Cristina, una vecchia domestica afflitta da una leggera forma di demenza e che si credeva sposa di Gesù. Per calmarmi, mi raccontò una storia..." Nelle storie l'uomo nasconde la sua sapienza. Dentro dei semplici racconti incastona i suoi valori e i suoi insegnamenti, risponde ai suoi interrogativi più potenti. In questo libro Jodorowsky ha scelto il meglio delle favole di saggezza delle culture di tutto il mondo: sufi, mediorientale, ebraica, indù, cinese, buddhista... E con la sua lettura e la sua interpretazione ne ha tirato fuori gli aspetti più mistici, e quelli più quotidiani. Perché anche gli adulti, a volte, hanno bisogno di favole. "Ognuno dei racconti che riporto in questo libro mi ha aiutato a placare la mia fame e la mia sete. Sono tutti delle metà che ci vengono offerte dalla tradizione orale. Le altre metà abitano già nella nostra anima. Unendo ogni racconto con la sua interpretazione, plachiamo un poco la nostra fame."
Ordina per
  • 3

    Jodorowsky offre sempre spunti utili di riflessione, ma ho apprezzato di più altri suoi libri; il nesso tra i vari racconti è poco organico, personalmente preferisco seguire un percorso. Sono perle lanciate nel lago, increspano l'acqua per alcuni secondi restando poi nascoste sul fondo; sta a noi ...continua

    Jodorowsky offre sempre spunti utili di riflessione, ma ho apprezzato di più altri suoi libri; il nesso tra i vari racconti è poco organico, personalmente preferisco seguire un percorso. Sono perle lanciate nel lago, increspano l'acqua per alcuni secondi restando poi nascoste sul fondo; sta a noi tuffarci e con gran fatica recuperarle.

    ha scritto il 

  • 5

    Attraverso novantadue suggestivi racconti presi dalla tradizione orale sufi, mediorentale, ebraica, indù, cinese e buddista, Jodorowsky ci imbandisce un banchetto di perle di saggezza: unisce ogni racconto alla relativa interpretazione, ognuna allo stesso tempo mistica e pratica, con lo scopo di ...continua

    Attraverso novantadue suggestivi racconti presi dalla tradizione orale sufi, mediorentale, ebraica, indù, cinese e buddista, Jodorowsky ci imbandisce un banchetto di perle di saggezza: unisce ogni racconto alla relativa interpretazione, ognuna allo stesso tempo mistica e pratica, con lo scopo di placare la fame di conoscenza insita in ognuno di noi. Perché anche gli adulti, a volte, hanno bisogno di favole.

    ha scritto il 

  • 4

    Un sacco di racconti commentati dal "maestro", sono principalmente storie prese dalla tradizione cinese, araba, ebrei, sufi etc etc Insomma una bella summa di misticismo. Si legge con piacere.

    ha scritto il 

  • 3

    Tanti piccoli racconti di saggezza, ognuno di una-due pagine al massimo, compreso il commento dell'autore.
    Avevo già letto "Il dito e la luna" l'anno scorso ma non mi aveva convinto particolarmente. Questo invece, devo dire, mi è piaciuto di più, le storie si leggono bene e mi sembrano anche più ...continua

    Tanti piccoli racconti di saggezza, ognuno di una-due pagine al massimo, compreso il commento dell'autore. Avevo già letto "Il dito e la luna" l'anno scorso ma non mi aveva convinto particolarmente. Questo invece, devo dire, mi è piaciuto di più, le storie si leggono bene e mi sembrano anche più comprensibili. Letto più per curiosità che per interesse, ma ne è valsa la pena.

    ha scritto il