Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La saga di Cuchulain di Muirthemne

La storia degli uomini del ramo rosso dell'Ulster

By Augusta Gregory

(25)

| Others | 9788842911388

Like La saga di Cuchulain di Muirthemne ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Le saghe irlandesi sono una preziosa testimonianza della cultura celticadell'Età del Ferro giunta fino a noi per merito della tradizione orale, esoprattutto grazie al fatto che l'Irlanda non fu mai invasa dalle armateromane fino al V sec. d.C. Continue

Le saghe irlandesi sono una preziosa testimonianza della cultura celticadell'Età del Ferro giunta fino a noi per merito della tradizione orale, esoprattutto grazie al fatto che l'Irlanda non fu mai invasa dalle armateromane fino al V sec. d.C. così riuscì a conservare intatta la propriacultura, tramandando un patrimonio che non appartiene solo all'Irlanda, ma atutto il mondo celtico. La Saga di Cuchulain non è soltanto un documentostorico. Attraverso razzie, duelli, grandi battaglie, banchetti, dispute ecorteggiamenti magistralmente raccontati da Lady Augusta Gregory, vengonoproposte in queste pagine costumi, tradizioni e figure immortali, che sonopatrimonio di tutti i tempi della nostra civiltà.

3 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Allora parlò Emer:
    - Non esiste donna che regga il confronto con me per aspetto, forma e saggezza; nessuna che mi stia alla pari per bellezza delle forme, splendore nello sguardo, buonsenso, gentilezza o buone maniere.
    << Nessuna ha la gioia o ...(continue)

    Allora parlò Emer:
    - Non esiste donna che regga il confronto con me per aspetto, forma e saggezza; nessuna che mi stia alla pari per bellezza delle forme, splendore nello sguardo, buonsenso, gentilezza o buone maniere.
    << Nessuna ha la gioia o la forza del mio amore; tutto l'Ulster mi desidera, e io spezzo i cuori dei suoi uomini. Se fossi una donna di facili costumi, entro domani non esisterebbe più un solo marito fedele in tutto il paese.
    << Il mio sposo é Cuchulain. Un uomo forte, la cui lancia è insaguinata, al pari della spada, e il cui corpo é nero di sangue, mentre la morbida pelle è decorata da innumerevoli tagli di spada, e la coscia è piena di ferite.
    << Ma la fiamma dei suoi occhi é rivolta a ovest; lui è il nostro forte protettore, il suo carro é rosso come i suoi cuscini; egli combatte ergendosi sopra le orecchie dei cavalli, sopra il respiro degli uomini; balza nell'aria come un salmone quando compie il suo salto dell'eroe; compie gesta mai viste: il gesto oscuro, il gesto cieco, il gesto dei nove; annienta la resistenza degli eserciti nemici lottando fieramente; salva la vita delle nostre armate; esulta nel terrorizzare il nemico ignaro.
    << I vostri bravi eroi dell'Ulster non valgono un filo d'erba in confronto a mio marito Cuchulain, suscitando il ribrezzo delle donne; lui é come il sangue rosso e puro, mentre loro sono la schiuma e gli avanzi, e non valgono più di un filo d'erba.
    << Le belle donne dell'Ulster hanno il portamento e l'aspetto delle vacche, se poste a confronto con la moglie di Cuchulain.
    -----------
    Adoro leggere delle gare di vanterie eroiche tipiche dell'antica cultura celtica, mi divertono enormemente. Questo libro si sta rivelando più piacevole di quanto avrei pensato, veloce nell'enumerare le imprese e scorrevole nel linguaggio.

    Una volta terminato, lo si apprezza per il valore storico nel riportare la mentalità e le suggestioni di un'epoca antica che ha plasmato tutta la successiva mitologia di una cultura.
    Molti gli schemi tipici di questo tipo di epica: il gusto per la descrizione fisica idealizzata dei valorosi guerrieri, con attenzione per i dettagli dei mantelli, delle spille e degli scudi, le imprese incredibili prive di qualsiasi realismo, i toni accorati dei lamenti per la morte degli eroi, il codice guerresco che dimostra la nobiltà degli uomini che tuttavia viene non troppo coerentemente disatteso in alcuni casi.
    Sulle battaglie non ci si sofferma: interessano le singolar tenzoni, che possono protrarsi anche per giorni.
    Il soprannaturale interviene nelle figure della Morrigan pronta a bearsi della carneficina, dei druidi con i loro incantesimi ingannatori che ostacolano i nemici, dei guaritori e dei satirici, in grado di sfigurare un uomo con la forza delle loro malevole parole di scherno. Non manca una certa ironia, forse involontaria.

    Un'opera della lunghezza giusta per non risultare noiosa, dalla quale non ci si può aspettare una trama o un'indagine psicologica di qualsiasi tipo dei personaggi. E' documentazione, non romanzo.

    Is this helpful?

    Narelen said on Mar 6, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ottima versione in lingua corrente della saga del grande eroe dell'Ulster Cuchulain, buon approccio per chi non abbia mai letto nulla su di lui.
    Peccato manchi un'appendice con un indice analitico sui nomi, un diagramma con le parentele ed una c ...(continue)

    Ottima versione in lingua corrente della saga del grande eroe dell'Ulster Cuchulain, buon approccio per chi non abbia mai letto nulla su di lui.
    Peccato manchi un'appendice con un indice analitico sui nomi, un diagramma con le parentele ed una cartina dell'Irlanda, che avrebbero reso perfetta la già preziosa opera.

    Is this helpful?

    Paolo Gibellini said on Jul 25, 2008 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (25)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • Others 299 Pages
  • ISBN-10: 8842911380
  • ISBN-13: 9788842911388
  • Publisher: Nord
  • Publish date: 2000-01-01
Improve_data of this book