Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La saga di Gloriana

Urania Fantasy 58

Di

Editore: Mondadori

3.3
(25)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 303 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000033821 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Riccardo Valla

Genere: Science Fiction & Fantasy

Ti piace La saga di Gloriana?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In un paese che non appartiene al nostro mondo, ma che assomiglia in modo stravagante al regno di Elisabetta I, domina incontrastata la regina Gioriana, sovrana di Albione e del Kansas. Come se non bastassero gli intrighi di corte, ecco spuntare sinistra la minaccia della magia: e la sorte del regno dipenderà dalle capacità amatorie di un solo uomo, il capitano Quire. Mentre la regina è segregata nelle stanze del palazzo prigioniera dei suoi stessi desideri, il guerriero deve affrontare un complotto che minaccia di rovesciare le sorti di Albione. Seduttore, assassino e spadaccino senza pari, Quire è un eroe straordinario e tutto il reame con il fiato sospeso aspetta l'esito della sua impresa... Un'avventura mozzafiato dell'autore dei "Guerrieri d'argento" e del "Campione eterno", e che ha riscosso un enorme successo in libreria nella collana Biblioteca di Fantasy.
Ordina per
  • 4

    Per me è il secondo incontro con Moorcock e devo confessare che il mio iniziale scetticismo si sta trasformando in una seria infatuazione...Non ho ancora dato un'occhiata alla bibliografia dell'autore, quindi non so se questo racconto sia antecedente o posteriore alla serie della "runa magica", c ...continua

    Per me è il secondo incontro con Moorcock e devo confessare che il mio iniziale scetticismo si sta trasformando in una seria infatuazione...Non ho ancora dato un'occhiata alla bibliografia dell'autore, quindi non so se questo racconto sia antecedente o posteriore alla serie della "runa magica", certo è che qualche somiglianza esiste, il che se da un lato è sempre una spiacevole sensazione che porta a pensare ad una pochezza inventiva dell'autore, dall'altro è piacevole come scoprire un tratto familiare in un volto nuovo...
    Per la seconda volta lo scenario è un paese immaginario (che di immaginario poi ha solo il nome visto che si tratta dell'Inghilterra) su cui regna la regina Gloriana, regina amatissima ma terribilmente debole e fin troppo incline a lasciarsi guidare da terzi; costei cova un dolore personale a cui si aggiunge l'insopportabile peso della corona e l'ancor più intollerabile necessità di dimostrare la sua diversità dal padre Hern, feroce tiranno sanguinario che per lunghi anni ha oppresso il popolo. Intorno alla corte gravitano personaggi disparati, dall'astrologo John Dee, segretamente innamorato della regina, alla contessa di Scaith, sua unica amica, passando per scrittori, campioni cavalieri e ricercatori che tentano di scoprire l'accesso ad altri mondi paralleli. In questo stato di cose uno dei tanti sovrani aspiranti alla mano di Gloriana ordirà un complotto con un gaglioffo, deputato inizialmente al lavoro sporco della corte e successivamente passato al nemico, che tramerà per far cadere regno e regina per far sì che la sovrana sposi il pretendente.
    Il racconto è piacevole e si legge scorrevolmente grazie ad uno stile fluido e alla capacità di sintesi descrittiva che già precedentemente ho apprezzato in moorcock. I personaggi sono descritti stupendamente, in ogni piccola sfaccettatura, sia fisica che psichica, e si muovono in un ambiente che si immagina senza sforzo alcuno. La trama ha qualche bel momento di originalità, anche se forse non valorizza l'elemento principale, cioè gli abitanti dei muri. Il finale mi ha un po' confusa, devo ammetterlo, ma ha comunque riservato delle sorprese inaspettate.

    ha scritto il