La scala di Dioniso

Voto medio di 193
| 38 contributi totali di cui 35 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
31 dicembre 1899. Alla Mignatta, squallido quartiere suburbano, una strage cruenta viene consumata nella villa di un ricco industriale. A quella morte ne seguiranno altre, tutte compiute seguendo lo stesso raccapricciante rituale. L'assassino è feroc ...Continua
McGranitt
Ha scritto il 12/08/17
Altalenante
Leggere questo romanzo è stata una strana esperienza: l'incipit è fastidioso, non solo per le scene, ma soprattutto per la narrazione. Poi, con la comparsa di Noverre, il libro sembra ingranare e la parte centrale è davvero ben scritta. Funzionano i...Continua
Angela
Ha scritto il 17/03/16

Altro capolavoro di Luca di Fulvio, personaggi descritti e approfonditi così bene che ti sembra di averli conosciuti. Una trama originale, una storia cupa. Noverre è il personaggio che ho amato di più.

Penelope48
Ha scritto il 07/08/15
VIVERE "DENTRO"
Eccellente! Durante tutto il periodo di lettura non ho fatto altro che pensare e vivere “dentro” il libro, nulla è riuscito a distrarmi. La maggior parte del fascino viene dalla descrizione psicologica dei protagonisti, credo sia proprio per questo c...Continua
Kin
Ha scritto il 25/02/15

Troppa roba. Troppo intricato, troppo lento. Troppo romanzato. Thriller? Abbandonato dopo 300 pagg.

Livorno58
Ha scritto il 02/01/15
Il thriller è ambientato nella fase di passaggio tra l'800 e il '900: le ultime cento pagine sono il "prequel" in cui si ricostruiscono alcuni personaggi e soprattutto la motivazione dei delitti. Bella l'atmosfera dell'epoca, con temi quali l'inizio...Continua

Iophil (in stasi)
Ha scritto il May 26, 2009, 01:20
<Dolore, certo> disse ancora Noverre, con la sua ipnotica voce. <E' questa la patologia dell'uomo. La vera e sola, grande, sostanziale, incolmabile lacuna tra l'animale e l'uomo. L'animale non sa soffrire per nulla, come noi.>
Pag. 279
Iophil (in stasi)
Ha scritto il May 26, 2009, 01:18
Germinal scrollò le spalle. <E' una domanda che mi stanno facendo in tanti, ultimamente.>
<Quando in tanti fanno la stessa domanda...> sorrise Stigle <forse non è necessaria una risposta.>
Pag. 198
Iophil (in stasi)
Ha scritto il May 26, 2009, 01:17
Ognuno è tutt'altro che dritto, Milton. Come tutti noi... è viziato. Viziato dalla vita, dagli eventi, dalla gravità, dalla sua stessa natura che si ribella alla geometria della nostra semplicistica morale. La Natura, in coro, vi risponderà che dispr...Continua
Pag. 168

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi