Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La scelta di Reuven

By Chaim Potok

(373)

| Paperback | 9788811685401

Like La scelta di Reuven ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

L'amicizia di Reuven Malter e Danny Saunders si misura sul terreno dell'amore per Rachel, una giovane anglista, e delle loro scelte di vita: mentre uno studia per diventare rabbino affrontando l'insegnamento sarcastico e devastante di Rav Kalman, l'a Continue

L'amicizia di Reuven Malter e Danny Saunders si misura sul terreno dell'amore per Rachel, una giovane anglista, e delle loro scelte di vita: mentre uno studia per diventare rabbino affrontando l'insegnamento sarcastico e devastante di Rav Kalman, l'altro rinuncia agli studi religiosi per diventare psichiatra. In questo romanzo vediamo due giovani uomini alle prese col compito di mantenere la promessa fatta a se stessi. In questa prospettiva non si esita a mettere in discussione anche la fede rivelata. "Come si può amare una religione che spinse la gente a odiare altri esseri umani?" si chiede Michael, il quattordicenne che Danny ha in cura.

29 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Ho ritrovato in questo altro grande romanzo di Potok Danny e Reuven due ragazzi conosciuti in "Danny l'eletto" ,legati da una profonda amicizia. Tranne che in pochi episodi è palpabile la tensione che caratterizza queste pagine,la si sente nei rappor ...(continue)

    Ho ritrovato in questo altro grande romanzo di Potok Danny e Reuven due ragazzi conosciuti in "Danny l'eletto" ,legati da una profonda amicizia. Tranne che in pochi episodi è palpabile la tensione che caratterizza queste pagine,la si sente nei rapporti tra ragazzi ed insegnanti,tra padri e figli e nelle disquisizioni tra ebrei ortodossi ed ebrei integrati. Giovani che si trovano a dover fare delle scelte sia nei confronti dei metodi di studio della Torah che nei percorsi di crescita,scelte difficili,non prive di ostacoli ma che li fanno diventare degli uomini consapevoli delle loro capacità e pronti ad affrontare le altre inevitabili battaglie che si presenteranno sul loro cammino. Un libro intenso,a volte difficile ma che avvince e fa riflettere.

    Is this helpful?

    Auta49 said on Apr 4, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    “La scelta di Reuven” non è necessariamente il continuo di “Danny l’eletto”troviamo Reuven e Denny, quest’ultimo tratteggiato in modo più sfumato e meno preciso. Reuven Malter durante la formazione alla Hirsch University conosce Rachel Gordon, nipote ...(continue)

    “La scelta di Reuven” non è necessariamente il continuo di “Danny l’eletto”troviamo Reuven e Denny, quest’ultimo tratteggiato in modo più sfumato e meno preciso. Reuven Malter durante la formazione alla Hirsch University conosce Rachel Gordon, nipote del famoso Abraham Gordon e grazie a lui conoscerà Micheal, cugino Rachel con problemi mentali. Intanto vediamo che grazie ai racconti di Reuven, Michael viene affidato nelle mani di Danny. Intanto Reuven continua a lottare per ottenere la carica di rabbino, ma trova l’ostacolo del fanatismo religioso di Rav Kalman, il suo docente di Talmud il quale ha alle spalle un passato non invidiabile. In questo libro il focus narrativo è spostato come si evince anche dal titolo a Reuven, e vede contrapporsi due mondi quello di Danny e il suo largamente presentato nel corso del libro che sfociano in odio, intolleranza, rabbia. C’è spazio anche per l’Amore, per le persone, per gli affetti, per il mondo, per ciò in cui si crede e si persegue. Uno sguardo ravvicinato sulla letteratura yddish, da approfondire!

    Is this helpful?

    Jack said on Feb 17, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Meno bello di "Danny l'eletto" di cui é il seguito, é centrato su Reuven e sulla sua scelta di essere un rabbino non legato all'ortodossia tradizionale, ma che usa correttamente della sua razionalità per interpretare al meglio i testi sacri della sua ...(continue)

    Meno bello di "Danny l'eletto" di cui é il seguito, é centrato su Reuven e sulla sua scelta di essere un rabbino non legato all'ortodossia tradizionale, ma che usa correttamente della sua razionalità per interpretare al meglio i testi sacri della sua fede. Danny resta sullo sfondo, mentre arriva una terza figura maschile, il ragazzo Michael, in pesante crisi a causa del rapporto con il padre.
    Il miglioramento di Michael, grazie a Danny e al rapporto che ha stretto con Reuven, prefigura la possibilità di una vita piú libera e di una religiosità piú serena.
    Comunque i personaggi stavolta sono un po' stilizzati, mentre sono ben presenti i problemi ideologici, rappresentati dal rapporto conflittuale di Reuven con Rav Kalman, il suo insegnante ortodosso superstite dal campo di Majdanek.
    Tutti uomini, come sempre, anche in questo romanzo di Potok. C'é Rachel, che sposerà Danny, ma é descritta da molto lontano, una figurina schizzata appena di cui ci restano impressi i capelli ramati.

    Is this helpful?

    mafalda0250 said on Oct 21, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    bella la storia, eccessivamente didascalico tutto ciò che riguarda la religione ebraica.

    Is this helpful?

    polpetta said on Aug 24, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Io so che cosa si prova a star dentro una piccola stanza e a combattere. Mi ci sono trovato anch'io, in una piccola stanza. Ma ho parlato. Ho contrattaccato. Occorre imparare a parlare e a contrattaccare...

    Is this helpful?

    Luca Leone said on Jul 25, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book