Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La scienza di Mondo Disco

Di ,,

Editore: Salani Editore

4.0
(177)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 454 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8862561555 | Isbn-13: 9788862561556 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Valentina Daniele ; Revisore: Silvia Castoldi , Marco Passarello

Genere: Humor , Science & Nature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La scienza di Mondo Disco?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
All'Università Invisibile un esperimento è appena andato storto e ora i maghi si ritrovano a spiare un cosmo con un pianeta sferico al centro (che chiamano Mondo Tondo perché lì la materia sembra accumularsi in sfere anziché in dischi piatti retti da tartarughe): un posto straordinario dove bizzarramente né la magia né il comune buon senso sembrano avere una sola possibilità contro la logica. Quel pianeta, ovviamente, è il nostro. E Mondo Tondo è la Terra. E mentre i maghi la guardano evolversi, noi seguiamo la storia del nostro universo. Con l'aiuto dei due grandi scienziati Ian Stewart e Jack Cohen (un matematico e un biologo specializzato in embriologia e riproduzione), Pratchett dà vita a un libro in cui alla trama fantasy ambientata a Mondo Disco si alternano parti scientifiche scritte con vivacità e leggerezza ma profonda accuratezza. E una volta che si è osservata la Terra dalla prospettiva di Mondo Disco, niente sembrerà più come prima...
Ordina per
  • 4

    4 stelline e mezzo...

    Io sono quel che si suol dire "'na capoccia dura" soprattutto se si parla di matematica, fisica, chimica e affini... Questo libro racconta la storia del mondo, partendo dalla realtà dell'atomo, e incredibile a dirsi, è riuscito più lui nell'impresa che i miei professori di scuola!!
    Anche se ...continua

    Io sono quel che si suol dire "'na capoccia dura" soprattutto se si parla di matematica, fisica, chimica e affini... Questo libro racconta la storia del mondo, partendo dalla realtà dell'atomo, e incredibile a dirsi, è riuscito più lui nell'impresa che i miei professori di scuola!!
    Anche se l'ho letto in un bel po' di tempo sono contenta di averlo fatto!! :) Consigliato, però, solo a chi ha voglia di una lettura piena e che accresce il proprio livello di conoscenza! :P

    ha scritto il 

  • 5

    Possiamo ridere degli abitanti di Mondo Disco ma, attraverso l'impietosa e irriverente fotografia di Pratchett, scopriamo di essere assai più buffi noi, gente di Mondo Tondo.
    Il libro mescola una delle "solite" vicende di Mondo Disco, protagonisti i Maghi alle prese con, pare, la Creazione ...continua

    Possiamo ridere degli abitanti di Mondo Disco ma, attraverso l'impietosa e irriverente fotografia di Pratchett, scopriamo di essere assai più buffi noi, gente di Mondo Tondo.
    Il libro mescola una delle "solite" vicende di Mondo Disco, protagonisti i Maghi alle prese con, pare, la Creazione ("Uhu, pizzica" è per me la quintessenza del Logos ormai), è un trattato umoristico sulla scienza, o almeno su quella scienza che abbiamo conosciuto negli ultimi secoli e che tanto ci ha dato...alla testa.

    ha scritto il 

  • 4

    Bellissimo libro, che alterna capitoli di Mondo Disco, a capitoli scientifici con ottime spiegazioni.
    Terry Pratchett è esilarante come sempre, mentre Ian Stewart e Jack Cohen spiegano in maniera veramente chiara la fisica e l'evoluzione della nostra Terra.

    ha scritto il 

  • 4

    Istruttivo

    Idea interessante che ha avvicinato chi (come me) normalmente refrattario alla matematica ed alle scienze in generale con ironia e semplicità.
    La prima parte devo ammettere è stata ostica (e più volte sono stato tentato dall'abbandonare la lettura) ma pian piano ai discorsi matematici (per ...continua

    Idea interessante che ha avvicinato chi (come me) normalmente refrattario alla matematica ed alle scienze in generale con ironia e semplicità.
    La prima parte devo ammettere è stata ostica (e più volte sono stato tentato dall'abbandonare la lettura) ma pian piano ai discorsi matematici (per me troppo astratti) si sono sostituiti quelli di biologia e le nozioni hanno catturato di più la mia attenzione.
    L'esperimento di unire la narrativa brillante di Pratchett alla scienza dura e pura sicuramente è riuscito ma il mio bisogno costante di "narrativium" mi fà preferire il Pratchett più classico.

    ha scritto il 

  • 0

    aaargh!!! ho mal di testa!!! qualcuno può prestarmi un paio di neuroni per piacere? no perché i miei sono fusi... xDxDxD abbastanza complicato, devo rileggere dei pezzi a volte per riuscire a capire... il che per i miei standard è decisamente preoccupante. comunque, è molto interessante. nonché d ...continua

    aaargh!!! ho mal di testa!!! qualcuno può prestarmi un paio di neuroni per piacere? no perché i miei sono fusi... xDxDxD abbastanza complicato, devo rileggere dei pezzi a volte per riuscire a capire... il che per i miei standard è decisamente preoccupante. comunque, è molto interessante. nonché decisamente più comprensibile - per esempio - dei testi scolastici. (senza offesa per nessuno.)

    ha scritto il 

  • 3

    E' il primo libro di Pratchet che leggo un po' a strappo.
    Forse per il fatto che non è scritto solo da lui.
    Infatti il romanzo classico, è di buona fattura. I personaggi strampalati di solito, le consuete, ma mai noiose, battute ironiche che mi strappano spesso grasse risate.
    La ...continua

    E' il primo libro di Pratchet che leggo un po' a strappo.
    Forse per il fatto che non è scritto solo da lui.
    Infatti il romanzo classico, è di buona fattura. I personaggi strampalati di solito, le consuete, ma mai noiose, battute ironiche che mi strappano spesso grasse risate.
    La parte saggistica, per chiamarla così, per quanto cerchi di usare un linguaggio semplice è risultata, almeno per il sottoscritto, poco scorrevole e comunque non del tutto comprensibile.

    ha scritto il 

  • 0

    Ti abbandono Terry, scusa. E' che in questo periodo... il lavoro, la casa, il bambino piccolo, la dieta e la bicicletta... se poi la sera non posso rilassarmi con un po' di narrativa ma devo concentrarmi sulle spiegazioni scientifiche... davvero non ce la posso fare. Comunque, Terry, non è un add ...continua

    Ti abbandono Terry, scusa. E' che in questo periodo... il lavoro, la casa, il bambino piccolo, la dieta e la bicicletta... se poi la sera non posso rilassarmi con un po' di narrativa ma devo concentrarmi sulle spiegazioni scientifiche... davvero non ce la posso fare. Comunque, Terry, non è un addio, è solo una pausa di riflessione, appena posso torno su Mondo Disco, davvero!

    ha scritto il