Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La scienza non ha bisogno di Dio

Di

Editore: Rizzoli

3.4
(43)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 165 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8817034320 | Isbn-13: 9788817034326 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Education & Teaching , Non-fiction , Science & Nature

Ti piace La scienza non ha bisogno di Dio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nella primavera 2010, il biologo statunitense Craig Venter ha annunciato al mondo scientifico di aver costruito in laboratorio la prima cellula artificiale in grado di dividersi: ma è vita? In questo libro, Edoardo Boncinelli propone una definizione di vita e delle sue componenti fondamentali - la materia, l'energia e l'informazione - e ripercorre la storia delle scoperte scientifiche sul tema, a partire dal fondamentale libro "Che cos'è la vita?" pubblicato nel 1944 dal Nobel per la fisica Edwin Schrödinger. Boncinelli si interroga sulla distinzione tra "naturale" e "artificiale", sul futuro della genetica e sulle questioni di ordine morale, religioso, filosofico, oltre che scientifico, che la scoperta di Venter apre.
Ordina per
  • 3

    Ecco il caso perfetto di titolo fuorviante. Il libro accenna solo di sfuggita in un paio di paginette il tema del rapporto tra fede e scienza. Tutto il resto è divulgazione (nemmeno troppo ...continua

    Ecco il caso perfetto di titolo fuorviante. Il libro accenna solo di sfuggita in un paio di paginette il tema del rapporto tra fede e scienza. Tutto il resto è divulgazione (nemmeno troppo riuscita) sulla storia e sullo stato dell'arte della biologia genetica. Leggibile, a tratti avvincente (si resta stupefatti della contemporanea semplicità e complessità di quello che rimane il mistero della vita), ma chi, tratto in inganno dal titolo, si aspetta un dibattito su questioni filosofiche / scientifiche / etiche resterà profondamente deluso.

    ha scritto il 

  • 3

    Le aspettative su questo libro erano diverse da quello che e' stato. Semplice la descrizione di un argomento complesso come il genoma. La programmazione della nascita della crescita della morte sono ...continua

    Le aspettative su questo libro erano diverse da quello che e' stato. Semplice la descrizione di un argomento complesso come il genoma. La programmazione della nascita della crescita della morte sono scritte e programmate in quella bellissima doppia elica che e' il DNA. Siamo in grado di modificarlo oggi in parte forse domani in toto,abbiamo la capacita' di modificare il programma della vita forse anche di ricrearla. Ma l'origine cosa determino' l'origine del primo batterio il nostro antenato, veramente un fulmine casuale su delle sostanze organiche, veramente siamo il frutto del completo caos? A questo dobbiamo rispondere per eliminare l'idea di un Dio creatore.

    ha scritto il 

  • 3

    bastava molto meno

    A partire da una notizia scientificamente importante, si dilunga (troppo!) sulle evidenze scientifiche della scoperta del DNA e delle sue implicazioni filosofico/religiose. Un libro che poteva essere ...continua

    A partire da una notizia scientificamente importante, si dilunga (troppo!) sulle evidenze scientifiche della scoperta del DNA e delle sue implicazioni filosofico/religiose. Un libro che poteva essere benissimo condensato in un articolo su una rivista di divulgazione scientifica.

    ha scritto il 

  • 4

    ottima divulgazione scientifica, titolo fuorviante

    Secondo me il libro è uno splendido riassunto di genetica e dintorni, chiaro, completo ed accessibile. Per me il titolo è accattivante ma fuorviante: perlomeno, alla fine del libro si può dedurre ...continua

    Secondo me il libro è uno splendido riassunto di genetica e dintorni, chiaro, completo ed accessibile. Per me il titolo è accattivante ma fuorviante: perlomeno, alla fine del libro si può dedurre che la vita si spiega anche senza dio, ma si tratta di un accessorio al cuore del libro. Pollice verso ai redattori che scelgono i titoli, mal ve ne colga! per guadagnare qualche copia in + mi andate a mascherare un ottimo libro di divulgazione scientifica da ennesimo pamphlet nell'eterna guerra guelfi - ghibellini!

    ha scritto il 

  • 4

    Boncinelli, grazie di esistere. Far leggere questo piccolo ma prezioso saggio di divulgazione a menti eccelse come Zicchichi (certo farglielo capire sarebbe compito improbo)farebbe avanzare di ...continua

    Boncinelli, grazie di esistere. Far leggere questo piccolo ma prezioso saggio di divulgazione a menti eccelse come Zicchichi (certo farglielo capire sarebbe compito improbo)farebbe avanzare di qualche passo il livello culturale e scientifico italiano. Ma sono sicuro che questo non accadrà mai, finche non tornerà la "cattivita avignonese".

    ha scritto il