La scomparsa di Majorana

Voto medio di 2805
| 260 contributi totali di cui 245 recensioni , 15 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Marina D'Antimo
Ha scritto il 17/01/18

Libro bellissimo, racconta della scomparsa del fisico Majorana, raccontata in maniera magistrale da Sciascia. Libro breve ma intenso, caso appassionante ancora oggi.

Pier
Ha scritto il 17/12/17

Asciutto, diretto, scorre veloce come un articolo lungo di rivista. Il paicere di un approfondimento su un tema affascinante.

mimonni
Ha scritto il 11/12/17

il destino di un grande scienziato indagato da un grande scrittore. Le ipotesi suggerite lasciano amareggiati e dubbiosi.

Albertozeta
Ha scritto il 27/09/17
Ettore Majorana, uno dei più grandi fisici nucleari di tutti i tempi, il più brillante del gruppo dei "ragazzi di Via Panisperna", dopo una serie di studi importanti di cui si sarebbe capita l'importanza solo in epoche più recenti, scompare nel nulla...Continua
Giuliano Palumbo
Ha scritto il 13/08/17
Mistero e segreto
Quanto conta un fatto? Poco: svelare un segreto equivale a ricevere una nuova informazione, che magari permette perfino di rileggere la realtà delle cose in modo nuovo, ma tutto si ferma lì, in qualche modo si resta superficiali. Sciascia rinuncia al...Continua

Layura
Ha scritto il Feb 09, 2018, 09:37
Le malattie delle persone intelligenti per tre quarti provengono dalla loro intelligenza.
Pag. 15
Layura
Ha scritto il Feb 09, 2018, 09:36
La scienza, come la poesia, si sa che sta ad un passo dalla follia
Pag. 6
Alisea
Ha scritto il Sep 21, 2015, 17:00
"La mattina, nell'andare in tram all'Istituto di Fisica , si metteva a pensare con la fronte accigliata. Gli veniva in mente un'idea nuova, o la soluzione di un problema difficile, o la spiegazione di certi risultati sperimentali che erano sembrati i...Continua
Schrodinger's cat
Ha scritto il Jan 10, 2012, 23:03
…E poi, tra il gruppo dei "ragazzi di via Panisperna" e lui, c’era una differenza profonda: che Fermi e "i ragazzi" cercavano, mentre lui semplicemente trovava. Per quelli la scienza era un fatto di volontà, per lui di natura. Quelli l’amavano, volev...Continua
Pag. 31
<b><i>Acquacheta </i></b>
Ha scritto il Aug 11, 2010, 20:36
Siamo nel 1933. E in Italia gli antifascisti è possibile incontrarli soltanto in carcere. Quattro anni prima c’era stata la «conciliazione» tra Stato e Chiesa: i cattolici avevano sciolto le loro riserve nei riguardi del fascismo, i vescovi benediva...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi