Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La scoperta della tomba di Tutankhamon

Di

Editore: White Star

4.1
(28)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 312 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8854002925 | Isbn-13: 9788854002920 | Data di pubblicazione: 

Genere: Biography , History

Ti piace La scoperta della tomba di Tutankhamon?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Howard Carter (1874-1939) rievoca in questo libro l'avventura archeologica che portò alla scoperta della tomba di Tutankhamon. Il 4 novembre 1922, dopo mesi di scavi infruttuosi, Carter individuò l'accesso a un sepolcro: l'eccitazione prese il posto della frustrazione, non appena fu chiaro che si trattava della tomba del faraone bambino. La cronaca di quei giorni, l'emozione della scoperta, la descrizione degli oggetti che vi erano custoditi emergono vivide in queste pagine, dedicate a uno dei capitoli più entusiasmanti della storia dell'archeologia.
Ordina per
  • 3

    fino ad ora mi sembra il meno interessante della serie, anche perchè la scoperta vera e propria occupa solo le prime 40-50 pagine, mentre il resto è sostanzialmente un lungo catalogo degli oggetti rit ...continua

    fino ad ora mi sembra il meno interessante della serie, anche perchè la scoperta vera e propria occupa solo le prime 40-50 pagine, mentre il resto è sostanzialmente un lungo catalogo degli oggetti ritrovati (e probabilmente non poteva essere altrimenti, a ben pensarci). altro problema è che la descrizione di centinaia e centinaia di oggetti preziosi* è accompagnata da poche fotografie e quindi è tediosa e fa venire il nervoso. il testo, inoltre, contiene qualche errore di battitura ed è praticamente privo di note redazionali. mancano un'introduzione e qualsiasi tipo di commento, il che mi sembra imperdonabile perchè 1) la conoscenze di tutanketc si è ben accresciuta negli ultimi 90 anni e 2) i metodi di carter sono stati spesso criticati e di queste due cose si poteva almeno dare (anche succinta) notizia.

    tra le curiosità che possono piacere alle persone volgari, scopriamo che il faraone fu trovato mummificato a cazzo eretto (chissà perchè) e che il periodo del suo seppellimento fu desunto dal tipo di fiori che componevano le sue ghirlande.

    * molti dei quali simili tra loro, vista la monotonia dei simboli usati: falco, serpente, avvoltoio, scarabeo, leone etc.

    ha scritto il 

  • 4

    Altro che maledizione di Thotankamon. Howard Carter dopo le prime difficoltà ha avuto una fortuna che nessuno in 3300 ha avuto. Tanto è datata questa tomba che ha regalato a tutto il mondo reperti spl ...continua

    Altro che maledizione di Thotankamon. Howard Carter dopo le prime difficoltà ha avuto una fortuna che nessuno in 3300 ha avuto. Tanto è datata questa tomba che ha regalato a tutto il mondo reperti splendidi.

    ha scritto il 

  • 5

    ossessionato..

    Questo libro è stato scritto dall'archeologo che scoprì la tomba di Tutankhamon nel 1922, e anche se si tratta di un diario di scavo, emerge l'ossessione di Carter per il faraone fanciullo, una passio ...continua

    Questo libro è stato scritto dall'archeologo che scoprì la tomba di Tutankhamon nel 1922, e anche se si tratta di un diario di scavo, emerge l'ossessione di Carter per il faraone fanciullo, una passione nata prima della scoperta della KV62.

    ha scritto il 

  • 2

    i lunghi elenchi di oggetti e la descrizione troppo dettagliata delle fasi della scoperta rendono il libro un pò noioso.Però tutto sommato in qualche punto si è rivelato anche interessante.

    ha scritto il 

  • 4

    Preso dalla biblioteca scolastica, lessi questo libro all'inizio della prima media, quasi sei anni fa. Ne ho un ricordo meraviglioso perchè, anche se al tempo non amavo affatto la storia, questo libro ...continua

    Preso dalla biblioteca scolastica, lessi questo libro all'inizio della prima media, quasi sei anni fa. Ne ho un ricordo meraviglioso perchè, anche se al tempo non amavo affatto la storia, questo libro riuscì a catturarmi, a farmi interessare ai mesteri dell'antico Egitto. E adesso che l'ho ritrovato per caso (non ricordavo il titolo preciso e tanto meno il nome dell'autore) ho veramente esultato. Mi sembra di riabbracciare un vecchio amico che è tornato dopo tanto, troppo tempo. Un libro che mi ha lasciato veramente molto, assolutamente da leggere.

    ha scritto il