La semilla del diablo

By

Publisher: Forum

4.0
(551)

Language: Español | Number of Pages: 98 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , French , Italian , German , Dutch

Isbn-10: 8485604911 | Isbn-13: 9788485604913 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Hardcover , Mass Market Paperback , Others , Softcover and Stapled

Category: Fiction & Literature , Horror , Mystery & Thrillers

Do you like La semilla del diablo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Guy Woodhouse y su mujer, Rosemary, se han trasladado a la casa Bramford, un edificio victoriano con el encanto un tanto lóbrego de los edificios victorianos.
Guy y Rosemary son felices. Para colmo de dicha, ella queda embarazada. Y los Castevet, los vecinos, son tan amables, les ayudan tanto, la cuidan tan bien a ella con amuletos y extrañas tisanas de plantas desconocidas... Hasta su ginecólogo derrocha solicitud.
Es demasiado. Sobre todo porque sus amigos de siempre empiezan a sufrir inexplicables accidentes. ¿Hay algo de sobrenatural en ello? ¿Son fantasías de embarazada? En Rosemary anida una semilla: ¿La sospecha? ¿O el Diablo, conjurado por sus nuevos protectores? Así, arropada en dudas que van convirtiéndose en un horror del que no puede escapar, avanza el embarazo de Rosemary. HASTA EL PARTO...
Sorting by
  • 4

    "Ogni gravidanza è diversa dalle altre"

    Anche se conosco praticamente a memoria il film di Polanski, non avevo mai letto il romanzo da cui è tratto. Ora ho capito come ha fatto a ricavarne un capolavoro nel suo genere. In pratica il regista ...continue

    Anche se conosco praticamente a memoria il film di Polanski, non avevo mai letto il romanzo da cui è tratto. Ora ho capito come ha fatto a ricavarne un capolavoro nel suo genere. In pratica il regista si è trovato la sceneggiatura bell'e fatta: gli ambienti, i dialoghi, i personaggi e i loro i gesti sono riprodotti esattamente come sono descritti e raccontati da Levin. Persino gli abiti della protagonista, compresa la vestaglia celeste e bianca indossata nell'ultima scena: il suo colore è un dettaglio fondamentale. Ovviamente a Polanski va il merito di aver scelto un cast semplicemente perfetto. E anche quello di avere, ma per forza di cose, abbreviato il finale. A me però è piaciuto anche quello più psicologico e introspettivo di Levin.

    said on 

  • 5

    Un libro fantastico, un complotto accurato, una personalità così pura ed un terrore così crescente che si espande insinuandosi nel delinearsi della storia.

    said on 

  • 5

    Un cult eccezionale

    Imperdibile per tutti gli appassionati del genere. Si legge tutto d'un fiato, si chiude a fatica. Straordinariamente bello!!!

    said on 

  • 3

    Avevo

    scaricato il film per rivederlo qualche mese fa, per fortuna ho visto che Big Sur l'ha rimesso sul mercato in lingua italiana e dopo averlo atteso l'ho -quasi- divorato. Levin è un ottimo scrittore, ...continue

    scaricato il film per rivederlo qualche mese fa, per fortuna ho visto che Big Sur l'ha rimesso sul mercato in lingua italiana e dopo averlo atteso l'ho -quasi- divorato. Levin è un ottimo scrittore, secondo, un mostro di inventiva considerando i soggetti che ha creato ed è molto interessante nella sua sobrietà. Questo libro è un classico, un libro che ha fatto da apripista, che ha ispirato molto cinema horror del tipo " demoni e case stregate" . Un autore che merita a mio parere

    said on 

  • 0

    Come lettura halloweeniana è stato un flop, perché non fa paura per niente. Ma Rosemary's baby è uno di quei libri che della lentezza, verbosità e prevedibilità fanno in qualche miracoloso modo la lor ...continue

    Come lettura halloweeniana è stato un flop, perché non fa paura per niente. Ma Rosemary's baby è uno di quei libri che della lentezza, verbosità e prevedibilità fanno in qualche miracoloso modo la loro forza, e tiene legati fino alla fine (dopo la quale avrei voluto tirare il libro fuori dalla finestra, però). Più che altro per capire quanto ci metta Rosemary ad aprire gli occhi. Fessa.

    said on 

  • 4

    Orfana

    Sentirsi orfani quando si finisce un libro è un chiaro segno di come sia entrato in contatto con corde profonde e col proprio immaginario. L'inizio e lo sviluppo del romanzo scivolano con un crescendo ...continue

    Sentirsi orfani quando si finisce un libro è un chiaro segno di come sia entrato in contatto con corde profonde e col proprio immaginario. L'inizio e lo sviluppo del romanzo scivolano con un crescendo di tensione che lascia spazio all'immaginazione e che nella sua indefinitezza rende tutto pericoloso, segretamente ostile. Gli inquilini di un alta borghesia dalle pretese aristocratiche hanno un'ombra che non riesce a nascondersi dietro i sorrisi e le buone maniere.
    Non so se il finale sia all'altezza delle atmosfere create e dell'ambiguità minacciosa dei personaggi, ma sicuramente è una lettura che rapisce, seduce e poi abbandona.

    said on 

  • 3

    E' stato un amore a prima lettura.
    Inevitabile è entrare letteralmente dentro la psiche di ogni personaggio, vivendo paure ed incertezze, timori e perplessità, luci ed ombre che rappresentano perfetta ...continue

    E' stato un amore a prima lettura.
    Inevitabile è entrare letteralmente dentro la psiche di ogni personaggio, vivendo paure ed incertezze, timori e perplessità, luci ed ombre che rappresentano perfettamente ogni minima sfaccettatura dell'essere umano.

    Tutta la recensione su : http://leggereinsilenzio.blogspot.it/2015/06/recensione-rosemarys-baby-di-ira-levin.html

    said on