Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La sentinella

Di

Editore: Net

4.0
(311)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 288 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese

Isbn-10: 8851521549 | Isbn-13: 9788851521547 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Riccardo Valla ; Illustratore o Matitista: Lebbeus Woods

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , Science & Nature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La sentinella?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Ora sapevo che l'oggetto davanti a me non si poteva paragonare a nessun reperto archeologico della mia specie. Non era un edificio, era una macchina, che si proteggeva da sola mediante forze che avevano sfidato l'eternità. Queste forze, di qualunque natura fossero, erano tuttora attive, e forse io mi ero già avvicinato troppo."

Nel corso di un'esplorazione della pianura del Mare Crisium, un geologo scopre una misteriosa struttura scintillante incastonata nella roccia lunare come una gigantesca gemma. L'eccitazione per il ritrovamento cede presto al desiderio di penetrare il segreto di quel corpo enigmatico: è una macchina inventata da sconosciuti costruttori lunari vissuti in un'epoca remota? E se invece si trattasse di una sentinella lasciata da qualche intelligenza lontana per osservare proprio la civiltà terrestre? Accanto a "La sentinella", il racconto a partire del quale Arthur C. Clarke e Stanley Kubrick elaborarono la sceneggiatura del cult movie "2001: Odissea nello spazio", questa antologia raccoglie alcuni tra i migliori racconti di uno dei più noti maestri della fantascienza, come "Angelo custode", "Canti della terra lontana" e "Incontro con Medusa".
Ordina per
  • 3

    Fantascienza vs Fantasy

    Qui troverete una serie di racconti scritti tra il 1945 e il 1971, oltre ad un soggetto cinematografico per il seguito di 2001 Odissea nello spazio, film il cui “seme” letterario è rappresentato dal b ...continua

    Qui troverete una serie di racconti scritti tra il 1945 e il 1971, oltre ad un soggetto cinematografico per il seguito di 2001 Odissea nello spazio, film il cui “seme” letterario è rappresentato dal breve racconto che dà il titolo alla raccolta.
    Devo dire che nessun racconto mi ha particolarmente colpito. Quel che ha suscitato in me il maggior interesse è stato, invece, uno spunto di riflessione riguardante la definizione stessa di questo genere letterario. Leggendo i racconti di Clarke si comprende, infatti, la professione di fede contenuta nella prefazione, dove Clarke dichiara: “già a sedici anni ero uno scrittore di fantascienza “pura” (nel senso di opposto della fantasy)”. Una contrapposizione che viene spiegata alla fine del libro, dove scrive: “la fantasy parla di cose che non possono succedere nel mondo reale (anche se spesso ci piacerebbe che succedessero); la fantascienza parla di cose che possono succedere (anche se spesso preferiremmo che non succedessero)”. Secondo questa definizione, anche prodotti come Star Trek o Star Wars non fanno parte della fantascienza in senso stretto, in quanto postulano la possibilità di viaggi interstellari a velocità superiori a quella della luce, fisicamente impossibili allo stato attuale delle nostre conoscenze.
    Da questa definizione ho sviluppato un paio di considerazioni che condivido con voi:
    la prima - che il genere fantasy affonda le sue radici nella letteratura utopistica e nella produzione favolistica, racconta di non-luoghi creati dalla nostra immaginazione e indulge spesso nel lieto fine, aspetto che induce spesso ad attribuirle un valore letterario assai limitato; mentre la fantascienza, attribuendosi l’ingrato compito di descrivere quel che sarà il nostro futuro prossimo venturo, come uno specchio lucidissimo che rimandi fedelmente l’immagine oggettiva della realtà, si rivela spesso uno specchio deformato dagli incubi del nostro presente, cadendo così nella distopia, ovvero in utopie negative, in cui la tecnologia rappresenta l’elemento dinamico della trama, sia che ci costringa a lottare contro di essa per la sua naturale tendenza ad esercitare un controllo sempre più totalizzante sulle nostre vite (da cui può svilupparsi una riflessione importante sul Potere) sia che ci costringa a ridefinire la nostra identità di esseri umani, minacciata o comunque messa in discussione dal contatto con alterità radicali, da quelle artificiali (robot e androidi) a quelle aliene ed extraterrestri.
    La seconda, conseguenza diretta della prima, rivela l’effettiva contrapposizione tra i due generi, nella misura in cui il fantasy mostra un mondo popolato di uomini e di donne in cui la tecnologia ha generalmente un’importanza limitata (non a caso, l’ambientazione classica del fantasy è un medioevo immaginifico), un universo di passioni contrastanti in cui il Bene tende naturalmente a prevalere, così che il fantasy sembra rappresentare il terreno letterario di una riflessione morale, spesso banale, raramente eccelsa (è il caso del Signore degli Anelli); mentre la fantascienza sembra essere il terreno privilegiato tanto dei nostri incubi apocalittici quanto, soprattutto, di una riflessione antropologica, in cui l’asse della narrazione non ruota attorno alla contrapposizione Bene/Male, bensì a quella, altrettanto importante, Io/l’Altro.

    Buone letture!!

    ha scritto il 

  • 3

    Non eccezionale

    È una raccolta di racconti di fantascienza di Arthur C. Clarke, di cui "La sentinella" è il primo, il più noto e uno dei più corti. È famoso proprio perché è la fonte di ispirazione del celeberrimo fi ...continua

    È una raccolta di racconti di fantascienza di Arthur C. Clarke, di cui "La sentinella" è il primo, il più noto e uno dei più corti. È famoso proprio perché è la fonte di ispirazione del celeberrimo film di Stanley Kubrick "2001: Odissea nello spazio". Considerando che è lungo 14 pagine, potrete immaginare che il film colga giusto l'idea di base e aggiunga giusto qualcosina.

    L'influenza del film, purtroppo, si vede anche nella copertina del libro: nel racconto il manufatto alieno è una piramide trasparente. Odio le copertine tratte dai film!

    Per quanto guarda gli altri racconti, devo dire che non mi hanno colpito tantissimo e sembrano piuttosto bozze da cui l'autore avrebbe potuto sviluppare trame ben più articolate ed appassionanti. In questo senso, trovo molto più avvincenti racconti di un autore come Isaac Asimov.

    Tuttavia, non posso negare che Clarke sappia amalgamare bene elementi di hard sci-fi (che non vuol dire pornografica, ma ricca di dettagli tecnici e scientifici) con riflessioni filosofiche che caratterizzano spesso i racconti di fantascienza e il rendono più profondi di quello che si possa pensare.

    (http://www.jhack.it/blog/2014/03/08/la-sentinella/)

    ha scritto il 

  • 4

    El germen de 2001: una odisea espacial. ¿Qué más se puede decir? Clarke es fascinante, o lo es su forma de acercarnos algo fascinante como es el Universo. ¿A quién no le gustaría ser protagonista de a ...continua

    El germen de 2001: una odisea espacial. ¿Qué más se puede decir? Clarke es fascinante, o lo es su forma de acercarnos algo fascinante como es el Universo. ¿A quién no le gustaría ser protagonista de alguno de sus relatos? Servidor se ofrece para el que sea.

    ha scritto il 

  • 5

    L'unico modo per capire davvero il capolavoro di Kubrick "2001 - Odissea nello spazio" è affrontarlo dopo aver letto "La sentinella". Provare per credere.

    ha scritto il 

  • 4

    Per la prima volta ho davvero apprezzato un libro di racconti. Fantascienza così reale e verosimile da sembrare cronaca! Certe immagini, come quella della gara tra vele solari, mi rimarranno a lungo i ...continua

    Per la prima volta ho davvero apprezzato un libro di racconti. Fantascienza così reale e verosimile da sembrare cronaca! Certe immagini, come quella della gara tra vele solari, mi rimarranno a lungo impresse nella memoria. Nella forse infantile speranza che possano presto diventare realtà.

    ha scritto il 

  • 0

    Vele nello spazio

    E' un'antologia dei racconti di Arthur C. Clarke, a cui l'autore stesso premette un commento scritto a distanza di circa un ventennio dalla stesura dei racconti.
    La sentinella è solo il titolo del rac ...continua

    E' un'antologia dei racconti di Arthur C. Clarke, a cui l'autore stesso premette un commento scritto a distanza di circa un ventennio dalla stesura dei racconti.
    La sentinella è solo il titolo del racconto più famoso, quello che ha ispirato il film "Odissea 2001" di Stanley Kubrick.
    Saranno anche classificabili come racconti di fantascienza, ma a me i raconti di Clarke sembrano più che altro filosofia. Come anche i(l) film di Kubrick.
    Io ho trovato stupendo il racconto Vento solare. Solcare lo spazio con la vela facendo delle regate è un gran bel sogno.

    ha scritto il 

  • 3

    ho fatto una certa fatica a finirlo. i racconti hanno spunti interessanti e come è già stato detto l'autore è molto informato in materia scientifica astronomica, tuttavia.... a tratti è un po' noioso ...continua

    ho fatto una certa fatica a finirlo. i racconti hanno spunti interessanti e come è già stato detto l'autore è molto informato in materia scientifica astronomica, tuttavia.... a tratti è un po' noioso e non sempre coinvolgente. comunque leggibile.

    ha scritto il 

  • 4

    Muy recomendable

    Como todas las recopilaciones de historias cortas, algunas resultan "mejores" que otras pero resulta innegable que la prosa de Clarke engancha tanto como puede llegar a sorprender.

    No puedo hacer otra ...continua

    Como todas las recopilaciones de historias cortas, algunas resultan "mejores" que otras pero resulta innegable que la prosa de Clarke engancha tanto como puede llegar a sorprender.

    No puedo hacer otra cosa más que alegrarme de que no recordara haber leído este volumen pocos días después de su fallecimiento porque me ha permitido disfrutar nuevamente de estas pequeñas joyas de la ciencia-ficción.

    Dado que esta es una edición entregada hace bastantes años con un diario, ignoro la dificultad de encontrarlo actualmente en librerías pero creo que estos 7 relatos son una excelente manera de conocer a Clarke.

    Espero volver a olvidar que hoy terminé de leerlos y reincidir nuevamente en el futuro...

    ha scritto il 

  • 4

    Diversi racconti di fantascienza romantica.
    1)Missione di salvataggio (Rescue Party,1946)
    2)Angelo custode (Guardian Angel,1956)
    3)Aria per uno (Breaking strain, 1949)
    4)Sentinella (Thirty seconds-Thi ...continua

    Diversi racconti di fantascienza romantica.
    1)Missione di salvataggio (Rescue Party,1946)
    2)Angelo custode (Guardian Angel,1956)
    3)Aria per uno (Breaking strain, 1949)
    4)Sentinella (Thirty seconds-Thirty Days.The Sentinel, 1951)
    5)Giove Quinto (Jupiter five,1953)
    6)Profugo (Refugee, 1955)
    7)Vento solare (The wind from the sun,1963)
    8)Incontro con Medusa (Sunjammer.A meeting with Medusa,1972)
    9)Canti della terra Lontana (The songs of distant Earth,1979)

    "...è un singolo neutrone a dare inizio alla reazione a catena che in un istante distrugge un milione di vite e una quantità di beni pari al lavoro di intere generazioni. Altrettanto minimi sono gli eventi scatenanti che a volte cambiano le azioni di un uomo e di conseguenza alterano tutto il suo futuro..".

    ha scritto il