La septième vague

By

Editeur: Grasset et Fasquelle

3.6
(2390)

Language: Français | Number of pages: 352 | Format: Hardcover | En langues différentes: (langues différentes) German , Spanish , Italian , Catalan , Chi simplified , English

Isbn-10: 2246765811 | Isbn-13: 9782246765813 | Publish date: 

Translator: Anne Sophie Anglaret

Aussi disponible comme: Paperback , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Aimez-vous La septième vague ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Leo, de retour des Etats-Unis, la correspondance entre Emmi et lui reprend, d'abord timide après de longs mois de silence, puis tout s'enchaîne. Mais voici qu'Emmi souhaite en finir pour de bon et mettre un terme à cette relation épistolaire. Pour cela, elle veut rencontrer Leo, une fois au moins. La rencontre a lieu - conformément à la forme consacrée du roman épistolaire - sans public. Le lecteur n'aura droit qu'au compte-rendu. La relation virtuelle survivra-t-elle au test de la réalité? Comment maintenir la tension, si les deux personnages ne peuvent plus se cacher derrière les mots, mais se retrouvent face à face? C'est là tout le charme, pétillant et captivant, de cette romance virtuelle et virtuose.
Sorting by
  • 1

    Il modo in cui è scritto questo libro è un insulto alla letteratura. Un plico stampato di scambio di mail risalente alla nostra tardo adolescenza l'abbiamo tutti in qualche cassetto della scrivania, m ...continuer

    Il modo in cui è scritto questo libro è un insulto alla letteratura. Un plico stampato di scambio di mail risalente alla nostra tardo adolescenza l'abbiamo tutti in qualche cassetto della scrivania, ma questo non ci autorizza a prenderlo così com'è per farne un libro. E poi quante incongruenze! Una per tutte: uno dei personaggi presentato come quello che non è bravo con le parole che poi tira fuori dal cilindro un vocabolario che pure Dante in persona gli avrebbe fatto i complimenti.

    dit le 

  • 5

    dopo la fine del 1º libro non potevo non leggere il seguito. Mi puace molto lo stile fresco dell'autire, la ricerca e li stile dei personaggi. Ancge wuesto è divertente e fa pensare all'era moderna fa ...continuer

    dopo la fine del 1º libro non potevo non leggere il seguito. Mi puace molto lo stile fresco dell'autire, la ricerca e li stile dei personaggi. Ancge wuesto è divertente e fa pensare all'era moderna fatta di web, mail e social e all'amore. Molto attuale

    dit le 

  • 4

    Chi ha letto "Le ho mai raccontato del vento del Nord" non può non leggerne il seguito.
    Continua lo scambio di e-mail tra Emmi e Leo, tra alti e bassi, concessioni e dinieghi (a volte anche troppo sne ...continuer

    Chi ha letto "Le ho mai raccontato del vento del Nord" non può non leggerne il seguito.
    Continua lo scambio di e-mail tra Emmi e Leo, tra alti e bassi, concessioni e dinieghi (a volte anche troppo snervanti!!).

    dit le 

  • 3

    "Le ho mai raccontato del vento del nord" è finito al punto giusto. Questo sequel non serviva, ma in fin dei conti son contento di averlo letto.

    dit le 

  • *** Ce commentaire dévoile des détails importants de l\'intrigue ! ***

    4

    Il continuo di "Le ho mai raccontato del vento del nord?". O meglio il degno finale!! Perché diciamolo c'eravamo rimasti tutti male di come finiva (o non finiva) il primo. Quindi che dire.. FINALMENTE ...continuer

    Il continuo di "Le ho mai raccontato del vento del nord?". O meglio il degno finale!! Perché diciamolo c'eravamo rimasti tutti male di come finiva (o non finiva) il primo. Quindi che dire.. FINALMENTE!!

    dit le 

  • 1

    http://chanelbooks.blogspot.it/2017/01/la-settima-onda-recensione-e-il-mio.html

    Delusione totale, nella recensione trovate UN FINALE che poteva benissimo sostituire l'originale.
    http://chanelbooks.blogspot.it/2017/01/la-settima-onda-recensione-e-il-mio.html

    dit le 

  • 3

    squadra che vince non si cambia

    lui è sempre simpatico e piacevole, però chiaramente è tutto meno originale, specie il finale, diciamo che è roba per gente che si affeziona ai personaggi e vuole guardare tutte le stagioni della seri ...continuer

    lui è sempre simpatico e piacevole, però chiaramente è tutto meno originale, specie il finale, diciamo che è roba per gente che si affeziona ai personaggi e vuole guardare tutte le stagioni della serie anche se quella bella è solo la prima. (io)

    dit le 

  • 3

    A vivere per capitoli si perde l’estensione, la portata, il senso generale.

    Emmi e Leo mi divertono, anche se questo secondo capitolo della loro storia non mi ha entusiasmato quanto il primo, girano troppo intorno ad un finale che davo per scontato. La cosa che mi è piaciuta ...continuer

    Emmi e Leo mi divertono, anche se questo secondo capitolo della loro storia non mi ha entusiasmato quanto il primo, girano troppo intorno ad un finale che davo per scontato. La cosa che mi è piaciuta di più sono le parti mancanti, quelle dei loro incontri reali. Quei momenti non sono descritti nel libro, visto che la loro storia è raccontata dalle email che si scambiano, però attraverso le loro parole si possono ricostruire, immaginare, vivere.

    Glattauer poteva anche non scriverlo, non ha aggiunto nulla di più al primo romanzo, ma la lettura è talmente veloce da non risultare pesante, e poi ammettiamolo…a chi non piacerebbe sbirciare un po’ tra le email che due amanti si scambiano!

    dit le 

Sorting by