La septième vague

By

Editeur: Grasset et Fasquelle

3.6
(2305)

Language: Français | Number of pages: 352 | Format: Hardcover | En langues différentes: (langues différentes) German , Spanish , Italian , Catalan , Chi simplified , English

Isbn-10: 2246765811 | Isbn-13: 9782246765813 | Publish date: 

Translator: Anne Sophie Anglaret

Aussi disponible comme: Paperback , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Aimez-vous La septième vague ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Leo, de retour des Etats-Unis, la correspondance entre Emmi et lui reprend, d'abord timide après de longs mois de silence, puis tout s'enchaîne. Mais voici qu'Emmi souhaite en finir pour de bon et mettre un terme à cette relation épistolaire. Pour cela, elle veut rencontrer Leo, une fois au moins. La rencontre a lieu - conformément à la forme consacrée du roman épistolaire - sans public. Le lecteur n'aura droit qu'au compte-rendu. La relation virtuelle survivra-t-elle au test de la réalité? Comment maintenir la tension, si les deux personnages ne peuvent plus se cacher derrière les mots, mais se retrouvent face à face? C'est là tout le charme, pétillant et captivant, de cette romance virtuelle et virtuose.
Sorting by
  • 4

    Scorrevole!

    "Le ho mai detto del vento del Nord" è sicuramente più coinvolgente, ma come tutti i "primi" libri di una serie.
    Questo sequel è comunque scorrevole e piacevole. Per i romantici come me basteranno poc ...continuer

    "Le ho mai detto del vento del Nord" è sicuramente più coinvolgente, ma come tutti i "primi" libri di una serie.
    Questo sequel è comunque scorrevole e piacevole. Per i romantici come me basteranno poche ore per sognare il lieto fine... Oppure no!?

    dit le 

  • 3

    Il primo libro era struggimento allo stato puro. Questo sequel fa una scelta secondo me non scontata e prosegue la storia di Emmi e Leo in una direzione diversa, azzarderei quasi più realistica, senza ...continuer

    Il primo libro era struggimento allo stato puro. Questo sequel fa una scelta secondo me non scontata e prosegue la storia di Emmi e Leo in una direzione diversa, azzarderei quasi più realistica, senza ripetere quindi le stesse dinamiche del primo libro.
    Se ne poteva fare a meno? Sì. Significa che avrei preferito evitare di leggerlo? Naa. Non è affatto male. Anche qui, Glattauer riesce a farti relazionare con i protagonisti e a tenerti incollato fino alla fine. Chapeau.

    dit le 

  • 3

    carino, libro 'scacciapensieri'

    continuo del libro" le ho mai raccontato dei venti del nord?" ribadisco in tutto e per tutto la recensione del primo libro. Forse questo appena appena più carino

    dit le 

  • 1

    Insopportabile. Questo è l'aggettivo che mi veniva continuamente in mente mentre leggevo le schermaglie amorose di questi due individui. In particolare, le email della protagonista femminile. Era dai ...continuer

    Insopportabile. Questo è l'aggettivo che mi veniva continuamente in mente mentre leggevo le schermaglie amorose di questi due individui. In particolare, le email della protagonista femminile. Era dai tempi di Babi (?) di Tre metri sopra il cielo che non trovavo un personaggio femminile così antipatico/stro**o.
    Sembra un libro scritto solo per dare un seguito al precedente. E, diciamocelo, la pura curiosità di sapere come finiva la storia è quello che me l'ha fatto leggere. Nient'altro.

    dit le 

  • 0

    "E da quando ti conosco che aspetto. In questi due anni e mezzo ho aspettato tre volte di più che nei 33 precedenti."

    Ah, l'amour ^___^

    (non ci si capisce più niente, vero?)

    dit le 

Sorting by