La settimana bianca

Voto medio di 863
| 144 contributi totali di cui 142 recensioni , 1 citazione , 0 immagini , 1 nota , 0 video
«Ero solo, in una casetta in Bretagna, davanti al computer,» ha raccontato una volta Emmanuel Carrère «e a mano a mano che procedevo nella storia ero sempre più terrorizzato». All’inizio, infatti, il piccolo Nicolas ha tutta l’a­ria di un bambino nor ...Continua
Morena
Ha scritto il 29/06/18
Nicolas deve andare in settimana bianca con la scuola, la cosa lo emoziona, lo spaventa, lo attira e lo preoccupa insieme. È uno dei più piccoli della classe, uno dei più timidi e silenziosi, ha paura di essere notato e di diventare vittima dei bulli...Continua
enzo
Ha scritto il 28/05/18
Sapevo che la vicenda di Jean-Claude Romand aveva ossessionato Carrere al punto tale da scrivere questo breve romanzo prima di dedicarsi totalmente a L'Avversario. Li ho letti entrambi, e finalmente capisco cosa accomunano i due protagonisti, il prim...Continua
LelaCosini
Ha scritto il 14/02/18
tre taglie in più
"Inquietante" è la prima parola che mi viene in mente ripensando a questo romanzo. Non è sicuramente un horror: inquieta il punto di vista del bambino, Nicholas, che, oppresso dai genitori e reduce dal trasferimento in una nuova città, si ritrova in...Continua
Marmeladov
Ha scritto il 30/01/18
Storia breve e scrittura fluida . Un racconto che apre nella " fantasia " nuove vie e sentieri di difficile accesso, in un modo quasi leggero che non lascia l amarezza che ci si aspetterebbe da una storia del genere, fatta di idee del tutto estranee...Continua
Gabriella
Ha scritto il 23/09/17
Una lettura inquietante, l'orrore è filtrato dal punto di vista di un bambino, difficile distinguere la fantasia dalla realtà eppure la tragedia aleggia per tutta la narrazione. Nicolas, un bambino timido, parte per la settimana bianca organizzata da...Continua

Mille Soli
Ha scritto il Oct 22, 2014, 20:01
Sua madre aveva cercato di prenderlo tra le braccia per consolarlo, continuava a ripetere Nicolas, Nicolas, e lui sapeva che gli stava nascondendo qualcosa, che non si poteva fidare. Si era messa a piangere anche lei, ma siccome non gli diceva la ver...Continua
Pag. 114

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Adaltoe
Ha scritto il Sep 23, 2016, 11:19
Mi sono chiesto se il libro fosse completo,ho letto questo libro subito dopo "Storia di un oblio "di Mauvignier,forse è quella la ragione.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi