Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 306 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Chi tradizionale , Inglese , Giapponese

Isbn-10: 8834411390 | Isbn-13: 9788834411391 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Gian Paolo Cossato , Sandro Sandrelli

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Altri

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La sfida dei gemelli?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Le leggende - vol. 3 Il mago Raistlin, assetato di potere, tesse il fatale incantesimo e finalmente il Portale si schiude al suo cospetto... Altrove, il fratello gemello Caramon aziona il magico congegno che gli permette di viaggiare nel tempo e, seguito dal kender Tasslehoff, si ritrova proiettato in un'epoca e in un luogo sconosciuti dove lo attende una spaventosa realtà. Intanto Raistlin si inoltra nell'Abisso dove lancerà l'estrema sfida a Takhisis, la Regina delle Tenebre.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Questa trilogia per me è la conferma che i personaggi buoni sono inutili, stereotipati e non servono certo a far appassionare a una storia. Questa storia in particolare, senza i personaggi "malvagi" ...continua

    Questa trilogia per me è la conferma che i personaggi buoni sono inutili, stereotipati e non servono certo a far appassionare a una storia. Questa storia in particolare, senza i personaggi "malvagi" (Raistlin, Dalamar, ma anche Kitiara e Lord Soth, che almeno hanno un minimo di carisma) sarebbe una noia terrificante. Infatti, almeno per quanto mi riguarda, sono andata a rilento proprio con l'ultimo libro perchè c'è troppo Tanis... e che pizza. Non riuscivo proprio a leggere i capitoli dove c'era lui a farsi come al solito mille paranoie sulla vita, l'onore, la bontà, oh povero me mi sono morti gli amici, uccidiamo i cattivi e bla bla bla... Il piccolo problema è che evidentemente dare un lieto fine a un personaggio malvagio non è contemplato, ed è un peccato perchè così hanno dovuto togliere di mezzo Raistlin in un modo che sinceramente trovo orribile, al di là del fatto che sia un po' banale, ma poi è proprio una fine brutta! E intanto il gemello che se ne torna dalla moglie tutto felice e contento perchè tanto lei l'ha perdonato solo perchè è dimagrito... mi pare giusto... bella morale, già... E insomma, peccato per la fine, ma a quanto pare i buoni devono vincere... bah.

    ha scritto il 

  • 1

    ho affrontato questa trilogia in maniera incosciente, lo ammetto; non ha mai letto le avventure precedenti e i sottintesi e i riferimenti al passato sono per me davvero troppi. perciò non ho potuto ...continua

    ho affrontato questa trilogia in maniera incosciente, lo ammetto; non ha mai letto le avventure precedenti e i sottintesi e i riferimenti al passato sono per me davvero troppi. perciò non ho potuto godere fino in fondo delle potenzialità del libro. però è anche da dire che non mi ha coinvolto al punto da farmi desiderare di riprendere anche i libri precedenti. occasione persa.

    ha scritto il 

  • 5

    Il capitolo finale del dramma di Raistlin, l'imperdibile conclusione del capolavoro di Weis e Hickman

    La seconda trilogia della Dragonlance non tradisce di certo le aspettative dopo la prima. La narrazione e gli intrecci della storia sono decisamente migliorati rispetto ai romanzi precedenti, che pur ...continua

    La seconda trilogia della Dragonlance non tradisce di certo le aspettative dopo la prima. La narrazione e gli intrecci della storia sono decisamente migliorati rispetto ai romanzi precedenti, che pur essendo di grande impatto per i personaggi e gli eventi, erano ancora troppo legati alla linearità dello sviluppo della trama. Gli autori invece in queste opere successive hanno dato grande vitalità al racconto facendo viaggiare addirittura nel tempo i nostri eroi e delineando con grande maestria ogni minimo riflesso del carattere dei due protagonisti. Lo scontro-incontro tra Caramon e Raistlin è tragico quanto inevitabile e la trilogia (nella quale aumenta la qualità della storia col procedere dei volumi) è sicuramente da leggere di seguito alla precedente. Ed infine la supera in tutti i suoi aspetti.

    ha scritto il 

  • 4

    Ora, io le Leggende le avrei adorate ancora più delle Cronache. Parlano dei deliri di onnipotenza di Raistlin, meglio di così. Se non fosse stato per la linea nauseante che ha seguito la storia ...continua

    Ora, io le Leggende le avrei adorate ancora più delle Cronache. Parlano dei deliri di onnipotenza di Raistlin, meglio di così. Se non fosse stato per la linea nauseante che ha seguito la storia d'amore con quella squallida chierica, sarebbero state davvero una gran trilogia. Finale troppo deludente. Peccato. Un mio sogno ricorrente è che prima o poi la Weis ed Hickman abbiano bisogno di soldi e riscrivano le Leggende con qualche piccola modifica sui temporanei (e fatali) attacchi di sentimentalismo di Raist.

    In ogni caso, da leggere se vi sono piaciute le Cronache, e se tendete a non prendere troppo a cuore le sorti dei vostri personaggi preferiti ;)

    ha scritto il 

  • 5

    Il gemello dimezzato

    E anche questa seconda trilogia non solo non è da meno della prima, ma è per certi versi più matura e profonda. C'è meno avventura e più introspezione e qui si cerca la radice del dissidio tra i ...continua

    E anche questa seconda trilogia non solo non è da meno della prima, ma è per certi versi più matura e profonda. C'è meno avventura e più introspezione e qui si cerca la radice del dissidio tra i gemelli, e insieme si esplora ciò che si cela dentro loro, scoprendo una somiglianza inaspettata. I toni sono più cupi: se la prima trilogia era un'avventura fisica, all'esterno dell'uomo, questa è un'avventura mentale, all'interno dell'uomo. Forse è un azzardo, ma ho avuto talvolta l'impressione di rivedere in Raistlin e Caramon qualcosa del visconte dimezzato di Calvino, con una differente soluzione: questi due scoprono la loro realtà solo quando riescono a tagliare il filo che li lega e li soffoca allo stesso tempo, ed è un taglio doloroso che si protrae per tutti e tre i libri. Come sempre, le ultime righe di chiusura sono una piccola opera d'arte.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    龍槍系列全部完食

    (僅挑片段做評論) (心得有,非客觀評論)

      龍槍傳奇的主角無疑的是卡拉蒙,這位莽撞大漢歷經了時空與烽火的歷練,終於成為了完整的人,了結了和雙生兄弟雷斯林的恩怨,得以返家。   我得說,雖然卡拉蒙的確長大了,我還是不喜歡他(嘆氣)坦尼斯跟泰斯都默默的想念過去天真的卡拉蒙,我很同意--現在的卡拉蒙變的認真負責,勇於面對,是個適任的丈夫,也是個終於看清自己愛的自私面以及其造成的脆弱。   這麼一來我反而更討厭他了...說不上來。成長是必要,但成長到讓最親近的友人們懷念起以前的你,這樣會不會是矯枉過正?他居然還愛上克麗珊娜,也是一個最後終於成長仍不討我喜愛的角色。噢不我不是要批評帕拉丁的牧師,我要說的是,卡拉蒙你這隻熊居然劈腿!混帳東西!!提卡不在身邊就劈腿?她是為了誰好才把你趕出去啊?因為寂寞難耐與下意識的要勝過弟弟就愛上克麗姍娜,我(髒話消音)   是說整套龍槍我最喜歡的角色是雷斯林,次之是精靈公主羅拉娜(主要是因為靈魂之戰,閱讀順序不對實在不是件好事)。讀完傳奇後我徹底的認為:羅拉娜再編年史裡受的磨難根本不算什麼──跟堤卡比起來,只不過是情人小小劈個腿,以及戰爭的限時要逼著她蛻去天真的幼稚。羅拉娜所承受過的,提卡哪個沒有承受過?我不是要貶低羅拉娜,她仍然是我龍槍套書中第二喜愛的角色。   但堤卡可是眼睜睜的看著自己的愛人從英姿風發的模樣放蕩成個一無是處的大胖子,身為妻子的她飽受旁人異樣眼光就罷了,還流產!卡拉蒙居然還不知道!為了這樣的卡拉蒙,堤卡必須狠下心將他趕出去,而她清楚,這一趕,可能是永不再見──在那樣動亂未平,邪惡隱現的年代,普通的出門揮手佔別的動作都可能成為訣別後記憶裡的最後一幕。坦尼斯寫給羅拉娜的信中充分表達他對這情形的訝異與心中苦楚,親自把丈夫驅離家中的堤卡連這樣一封信都不能寫,將脈脈溫情往肚裡吞……卡拉蒙回家後也不直接去找堤卡,先跑到屋頂上敲敲打打嚇醒人家,堤卡啊那個鐵鍋應該打下去,至少出一點氣嗎!   又<龍槍傳奇>中雷斯林也佔有很重要的地位。自己喜歡的角色戲分多,理論上我應該很高興,但實際上我覺得整部傳奇有那麼一點點點兒無聊的話,跟雷斯林出場太多一定有關係。   所以到底為什麼我給<龍槍傳奇>評這麼高的分數?皆因為一幕,在時空大門前上演的,雙生兄弟倆人的最後一幕,再次出現的兔子。   小雷,你看,我要逗你笑了喔……你看,兔子。   卡拉蒙的愛單純而沉重,然而雷斯林最終仍因他的愛而得到救贖──靈魂永恆的平靜!如此的救贖多令人羨慕。這一段我反覆看了三五次,眼眶泛淚,心整個揪痛起來。是真的真的很感動,光是最後兩人的手觸碰到,雷斯林就得以從痛苦的現實中驚醒,胸壑中毫無恐懼的安詳睡去。   這樣的愛,如此的羈絆,真的是很偉大,值得我為這三部曲評滿星。

    ha scritto il