Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La sicurezza degli oggetti

By A. M. Homes

(442)

| Paperback | 9788887765427

Like La sicurezza degli oggetti ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

76 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Anoressie sentimentali, disturbi comportamentali, deviazioni, evasioni da realtà personali problematiche, solitudini che cercano rimedi anche non convenzionali, difficilmente trovandoli, assenze che non possono diventare presenze, vuoti spirituali de ...(continue)

    Anoressie sentimentali, disturbi comportamentali, deviazioni, evasioni da realtà personali problematiche, solitudini che cercano rimedi anche non convenzionali, difficilmente trovandoli, assenze che non possono diventare presenze, vuoti spirituali dentro agi materiali.

    Queste sono alcune delle situazioni che A.M. Homes ci racconta dall’interno di microcosmi apparentemente e teoricamente rassicuranti, o comunque confinati dentro consuetudini ormai accettate (o subìte) e che invece nascondono profondissimi buchi neri di amori e affetti, mancanze di relazioni e calore, sensi di estraneità da sé e dagli altri che non sono compensati, semmai accentuati, da case, oggetti, carriere, benessere.

    Una galleria di danni collaterali dell’american way of life di fine XX secolo, ancora attualissima e che offre pressoché intatti spunti di (amara) riflessione a più di vent’anni dalla pubblicazione, sull’effimera e illusoria sicurezza offerta dagli oggetti.

    Is this helpful?

    Ennepi62 said on Oct 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Gli oggetti sono le relazioni

    Relazioni che decidiamo a priori essere positive o piacevoli (Adulti da soli, Jim Train, Acchiappare i proiettili al volo) o che ci impegniamo attivamente per rendere insoddisfacenti (Calore, Pigiama party, Io e lui) e che solo raramente e con grande ...(continue)

    Relazioni che decidiamo a priori essere positive o piacevoli (Adulti da soli, Jim Train, Acchiappare i proiettili al volo) o che ci impegniamo attivamente per rendere insoddisfacenti (Calore, Pigiama party, Io e lui) e che solo raramente e con grande sforzo riusciamo ad invertire di tendenza (Con affetto tua, Esther in the night) ma sempre senza preoccuparci, senza essere in grado di renderci conto, se il valore attribuito rispecchia la realtà.

    La Homes prende atto della bellezza del giocare alla playstation strafatti di crack invece di parlare con la propria moglie, e non c'è poi niente di strano nel divertirsi a dar fuoco a mucchi di foglie o nel mutilare le barbie, l'importante è ricollegarsi con le proprie emozioni e non lasciarsi guidare da una visione imposta della vita.

    Gli oggetti, il consumismo, c'entrano poco o nulla. E praticare l'eutanasia sul proprio figlio in coma è la seconda trama più noiosa al mondo dopo l'amicizia fra l'ebreo e l'israeliano.

    Non è la Homes di "Che dio ci perdoni" ma pur assomigliando molto al Saunders di Dieci dicembre (ovvero, "Ciao sono il corso di scrittura creativa in persona") ha una scrittura migliore, ed è senza scherno.

    Is this helpful?

    Rumble_Fish said on Oct 5, 2014 | Add your feedback

  • 5 people find this helpful

    Tematiche ripetitive e - immagino volutamente - disturbate.

    Un racconto con gente nuda. Ok.
    Due racconti con gente nuda. Va be'.
    Tre racconti con gente nuda. Hum.
    Quattro racconti con gente nuda. Ancora?!
    Un racconto sulla sessualità di un ragazzo. ...(continue)

    Tematiche ripetitive e - immagino volutamente - disturbate.

    Un racconto con gente nuda. Ok.
    Due racconti con gente nuda. Va be'.
    Tre racconti con gente nuda. Hum.
    Quattro racconti con gente nuda. Ancora?!
    Un racconto sulla sessualità di un ragazzo. Ok.
    Due racconti sulla sessualità di un ragazzo. Va be'.
    Tre racconti sulla sessualità di un ragazzo. Questa non mi è nuova.
    Un racconto sul non riconoscere più il proprio coniuge. Ok.
    Due racconti sul non riconoscere più il proprio coniuge. Uff.
    Tre racconti sul non riconoscere più il proprio coniuge. Echepalle!

    Giusto per rendere l'idea

    Is this helpful?

    Ardesia said on Jun 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    LA SICUREZZA DEGLI OGGETTI (Homes)

    La normalità consiste nell’adeguarsi a codici di comportamento che ci rendono conformi alle aspettative collettive. A volte capita che questo adattamento entri in conflitto con la propria realtà. Allora può accadere che i nostri intimi segreti abbian ...(continue)

    La normalità consiste nell’adeguarsi a codici di comportamento che ci rendono conformi alle aspettative collettive. A volte capita che questo adattamento entri in conflitto con la propria realtà. Allora può accadere che i nostri intimi segreti abbiano il sopravvento sulle convenzioni. In questi casi, quasi per proteggerci da escursioni nella follia, ci si attacca talvolta alla concretezza degli oggetti. Ma potrebbe non bastare. Eppure sono proprio quelli i momenti in cui forse siamo più veri.
    La Homes è una scrittrice postmoderna molto apprezzata da David Foster Wallace, che ha affermato di utilizzare regolarmente una sua short story nei propri corsi di scrittura creativa all’università. Scelta che di per sé dovrebbe bastare a certificarne la qualità stilistica.

    Is this helpful?

    Gabriele said on Apr 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    racconti carini. niente di che. molto bello esther in the night.

    Is this helpful?

    caddy c. said on Aug 11, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    INTERESSANTE

    L'autrice scrive bene, anche se comunica un senso di scrittura da scuola e simil Carver. Racconti che parlano di moderni disadattati che sembrano usciti dal film Magnolia, ma solo pochi davvero riusciti. La scrittrice sembra dare il meglio nei raccon ...(continue)

    L'autrice scrive bene, anche se comunica un senso di scrittura da scuola e simil Carver. Racconti che parlano di moderni disadattati che sembrano usciti dal film Magnolia, ma solo pochi davvero riusciti. La scrittrice sembra dare il meglio nei racconti più lunghi, forse vale la pena provare un suo romanzo.

    Is this helpful?

    Paolo F. said on May 2, 2013 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (442)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 164 Pages
  • ISBN-10: 8887765421
  • ISBN-13: 9788887765427
  • Publisher: Minimum Fax
  • Publish date: 2001-01-01
  • Also available as: Softcover
  • In other languages: other languages English Books
Improve_data of this book