Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La signora canta il blues

By Billie Holiday,William Dufty

(500)

| Paperback | 9788807814051

Like La signora canta il blues ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"La mamma e il babbo erano ancora due ragazzi quando si sposarono. Lui aveva diciott'anni, lei sedici, io tre". Dagli slums di Baltimora ai café society diNew York, dagli studi di registrazione alle galere americane, dalla violenza del razzismo subìt Continue

"La mamma e il babbo erano ancora due ragazzi quando si sposarono. Lui aveva diciott'anni, lei sedici, io tre". Dagli slums di Baltimora ai café society diNew York, dagli studi di registrazione alle galere americane, dalla violenza del razzismo subìto all'affrancamento ottenuto attraverso il successo nel mondo dello spettacolo, dalle frequentazioni eccellenti all'inferno della dipendenza dalla droga, Billie Holiday insegue sempre un sogno di dignità umana, di qualità dell'esistenza puntualmente contraddetto dalla realtà. L'unico ambito in cui questa fatica di vivere e di combattere trova sublime compimento è la musica, e tutto il mondo sa quanto la voce di Billie Holiday testimoni vertigini di sensibilità che vanno oltre le canzoni.

56 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Da questa autobiografia, semplice dal punto di vista del linguaggio e molto schietta, autentica, vengono fuori due ritratti, il primo: quello di Billie Holiday, dietro ogni gran talento c'è sempre una dote naturale, una predisposizione, tanta soffere ...(continue)

    Da questa autobiografia, semplice dal punto di vista del linguaggio e molto schietta, autentica, vengono fuori due ritratti, il primo: quello di Billie Holiday, dietro ogni gran talento c'è sempre una dote naturale, una predisposizione, tanta sofferenza, una grande forza, una sensibilità fuori dal comune e un vissuto come nessun altro. Il secondo, l'America: quel concentrato del peggio, un paese profondamente fascista e meschino, che, ahimè, non è cambiato molto dalla sua fondazione ad oggi.

    Is this helpful?

    Domenico said on Aug 12, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    te 'on tu sai he gliè l'amore

    la ragazza di sanfrediano

    io non lo so se è un caso o se per trasferire lo slang della Holiday nella versione italiana han pensato che il toscano funzionava, ma quando a pagina 59 lei dice a Lester Young "Perdiana, dobbiamo proprio passare da grulli ...(continue)

    la ragazza di sanfrediano

    io non lo so se è un caso o se per trasferire lo slang della Holiday nella versione italiana han pensato che il toscano funzionava, ma quando a pagina 59 lei dice a Lester Young "Perdiana, dobbiamo proprio passare da grulli?" io giuro son svenuta.

    Is this helpful?

    apritisesamo said on Nov 27, 2012 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    evitare il film se non volete rovinarvi il libro

    Come sempre il libro è più reale di un film e soprattutto Billie si racconta... che donna! La metto sullo stesso piano di Frida Kahlo, sofferenza, dolore, anima...musica...Jazz puro!

    Is this helpful?

    Frida said on Oct 29, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    ... autentica, rara leggenda, fragile testimone di una straordinaria esperienza artistica...

    Is this helpful?

    Fabiola said on Oct 3, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un importante documento il suo libro, ma quando cantava era su un altro pianeta...

    Is this helpful?

    Fabio Ridolfi said on Sep 11, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book