Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La sindrome degli antenati

Psicoterapia transgenerazionale e i legami nascosti nell'albero genealogico

Di

Editore: Di Renzo

3.9
(63)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 229 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8883232445 | Isbn-13: 9788883232442 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Francesca Garofoli

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri

Genere: Family, Sex & Relationships , Health, Mind & Body , Science & Nature

Ti piace La sindrome degli antenati?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In questo libro, Anne Ancelin Schützenberger, terapista e analista con oltre quarant'anni di esperienza, spiega e fornisce esempi clinici del suo originale approccio psicogenealogico alla psicoterapia. Siamo semplici anelli in una catena di generazioni, e spesso non abbiamo scelta e diventiamo vittime di eventi e traumi già vissuti dai nostri antenati.

Giunto in Francia alla 16° edizione e alla sesta ristampa in Italia, il volume contiene interessanti casi-studio ed esempi di "genosociogramma" che illustrano come i pazienti abbiano acquisito paure all'apparenza irrazionali, difficoltà psicologiche o persino fisiche, scoprendo e cercando di comprendere i parallelismi tra la propria vita e quella dei propri avi.
Ordina per
  • 4

    genosociogramma...

    un testo interessante che conferma la tesi del profondo legame tra uomo esteriore ed interiore, conscio ed inconscio, uomo e universo, uno terapia dello scavare dentro per lavorare sulle nostre varie ombre...

    ha scritto il 

  • 3

    Mi ha convinto il giusto, riconosco il valore che può avere il genosociogramma per quelle persone che hanno un albero genealogico caratterizzato da eventi traumatici, da coincidenze , dalla ripetizione di fatti ma ...... gli altri, quelli che per vari motivi non possono risalire indietro nel pas ...continua

    Mi ha convinto il giusto, riconosco il valore che può avere il genosociogramma per quelle persone che hanno un albero genealogico caratterizzato da eventi traumatici, da coincidenze , dalla ripetizione di fatti ma ...... gli altri, quelli che per vari motivi non possono risalire indietro nel passato o che non hanno da segnalare cose drammatiche ma che vivono un presente doloroso, che si sentono come intrappolati in qualcosa che ha sicuramente origine in un passato generazionale dove possono andare a cercare aiuto ?
    Per questo motivo comincerò la lettura degli archetipi dell'anima.

    ha scritto il 

  • 3

    Il tema è molto interessante - ovvero la trasmissione transgenerazionale di "fantasmi" familiari di cui diversi soggetti nell'ambito di successive generazioni si fanno portatori e attuatori attraverso tipologie diverse di eventi negativi (incidenti, malattie, morte violenta...) che ricalcano quel ...continua

    Il tema è molto interessante - ovvero la trasmissione transgenerazionale di "fantasmi" familiari di cui diversi soggetti nell'ambito di successive generazioni si fanno portatori e attuatori attraverso tipologie diverse di eventi negativi (incidenti, malattie, morte violenta...) che ricalcano quello del capostipite della catena patologica, in una sorta di dover ripetere ed espiare - ma non mi convince molto il modo in cui è stato trattato. Ovviamente l'autrice può solo presentare un'infarinatura sul suo approccio, ma se da una parte infarcisce comunque il testo di riferimenti a numerosi autori e concetti, soprattutto psicoanalitici, come in un testo per addetti ai lavori (ad ogni modo anche in questo caso in maniera un po' troppo succinta), dall'altra sembra avere una pretesa divulgativa a più ampio pubblico, che però a mio parere è un po' poco tarata. Comunque resta un testo di riferimento da cui partire per un approfondimento. L'autrice è una psicoterapeuta di lunga e multiforme formazione e di grande esperienza, che ha lavorato con Moreno e con diversi psicoanalisti sia in Europa che negli USA. Da questa prospettiva, quanto trattato nel libro è credibile e merita ulteriori letture mirate.

    ha scritto il 

  • 4

    ciò che siamo

    dopo la lettura i comportamenti di ogni persona che avete intorno avranno tutt'altro significato. si spiegano tante cose.

    davvero interessante, anche per i non addetti ai lavori.

    ha scritto il 

  • 0

    C'è da perdersi...Ce n'è per tutti...
    Ognuno con la sua storia familiare alle spalle.
    Viene quasi da pensare che la vita di ognuno di noi è il risultato di tutte le vite delle generazioni passate ...che sono in qualche modo legate alla nostra famiglia, soprattutto dal ramo femminile!< ...continua

    C'è da perdersi...Ce n'è per tutti...
    Ognuno con la sua storia familiare alle spalle.
    Viene quasi da pensare che la vita di ognuno di noi è il risultato di tutte le vite delle generazioni passate ...che sono in qualche modo legate alla nostra famiglia, soprattutto dal ramo femminile!

    ha scritto il 

  • 5

    Una teoria affascinante quella del passato vivente... del lutto non elaborato, del non detto, della colpa nascosta. Di cripte del nostro inconscio, che contengono fantasmi potenti, che attraversano le generazioni e condizionano pesantemente la nostra vita. Ne conseguono sindromi anche gravi e nes ...continua

    Una teoria affascinante quella del passato vivente... del lutto non elaborato, del non detto, della colpa nascosta. Di cripte del nostro inconscio, che contengono fantasmi potenti, che attraversano le generazioni e condizionano pesantemente la nostra vita. Ne conseguono sindromi anche gravi e nessuno può vivere la sua vita, finché queste storie nascoste non vengono alla luce.

    ha scritto il 

  • 3

    L'albero genealogico sul lettino dello psicoterapeuta..

    Sono d'accordo che l'inconscio può farti brutti scherzi, soprattutto quando certe ricorrenze/anniversari rimandano ad episodi rimossi o traumatizzanti, ma costruire un castello su questi spunti mi lascia un po' perplesso. E' vero che l'autrice documenta la sua ricerca con molto entusiasmo, con ca ...continua

    Sono d'accordo che l'inconscio può farti brutti scherzi, soprattutto quando certe ricorrenze/anniversari rimandano ad episodi rimossi o traumatizzanti, ma costruire un castello su questi spunti mi lascia un po' perplesso. E' vero che l'autrice documenta la sua ricerca con molto entusiasmo, con casi certamente reali, che hanno portato sollievo alle persone in cura, ma non mi sento di estrapolare il tutto a un massimo sistema. Efficace a seconda dei casi. La scrittura traballa tra lo specialistico e il divulgativo senza essere nè l'uno nè l'altro. Molte ripetizioni nel testo che lo allungano fastidiosamente. Offre comunque spunti interessanti.

    ha scritto il 

  • 3

    Complicato.

    Fedeltà trans-generazionali, sindromi da anniversario, rimossi da conservare e trasmettere. L'interpretazione dell'albero genealogico può fornire uno strumento potente nell'analisi: l'autrice propone il genosociogramma come strumento per cogliere ricorrenze e rinnegati. Il terreno è scivoloso, an ...continua

    Fedeltà trans-generazionali, sindromi da anniversario, rimossi da conservare e trasmettere. L'interpretazione dell'albero genealogico può fornire uno strumento potente nell'analisi: l'autrice propone il genosociogramma come strumento per cogliere ricorrenze e rinnegati. Il terreno è scivoloso, ancora poco esplorato, sebbene già Freud vi avesse accennato.

    ha scritto il 

Ordina per