La sindrome di Brontolo

Voto medio di 132
| 39 contributi totali di cui 29 recensioni , 10 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Una giornata nella vita di uomini e donne semplici, sognanti e stralunati è lospunto per l'esordio narrativo di Stefano Bollani, un romanzo che lo ponefuori dal coro e regala il suo sguardo scanzonato sulle cose del mondo, lasensazione che tut ...Continua
Libratene! -...
Ha scritto il 16/09/14

in scambio/vendita

Claudia Gaspari
Ha scritto il 09/07/12

Mi è piaciuto, un sacco... una lettura veloce ma non "leggera", perchè ogni pagina racconta l'ironia e l'intelligenza di un Bollani che gioca con le parole da vero maestro, e alla fine riesce sempre a sorprendermi...

  • 2 mi piace
SpaceMonkey
Ha scritto il 02/05/11

http://valeriademattei.wordpress.com/le-mie-vecchie-recensioni-daemon1/daemon-13/

VAle (anche su GR)
Ha scritto il 23/01/11
Una lettura poco impegnativa, ma piacevole. I personaggi si incontano, si sfiorano, mentre le loro storie scorrono parallele e surreali. Di certo Bollani è molto più dotato come musicista che come scrittore, ma in queste poche pagine conferma le sue...Continua
Lapisfreudiano
Ha scritto il 26/12/10

un libro jazz, da cui ci si deve lasciar trasportare perché tutto quello che sembra disordinato alla fine, magicamente, tornerà.


Elena Favilla
Ha scritto il Aug 25, 2010, 22:07
«In verità, in verità sono stanco, viaggiare di per sé non è mai stato un problema finora. Ma la cattiveria più grossa che si possa fare a una persona è quella di metterla di fronte a tutti i propri viaggi, alle proprie fatiche. Più in generale, cost...Continua
Pag. 50
  • 1 commento
Elena Favilla
Ha scritto il Jul 29, 2010, 16:13
«Le dicevo… non cambi perché ha dei problemi, cambi per entusiasmo. Io ho iniziato così, per entusiasmo. Se cambia perché ha dei problemi non fa che scappare da qualcosa che è dentro di sé e che prima o poi la raggiungerà comunque.»
Pag. 75
  • 1 commento
Elena Favilla
Ha scritto il Jul 29, 2010, 16:12
Siamo così abituati a sentir parlare di rivoluzione nei salotti, in un buon italiano, che ci dimentichiamo che anche uno «sticazzi» piazzato bene può sintetizzare una impressionante variopinta quantità di cose.
Pag. 68
  • 1 commento
Elena Favilla
Ha scritto il Jul 29, 2010, 16:11
Ad esempio: oggi tutti corrono, corrono, corrono, ma dove vanno? E soprattutto: ma poi ci arrivano? Oppure non ci arrivano mai perché sanno che anche arrivare è un po’ morire? Sì, preferiscono stare tesi sulla corda perché li aiuta a sentirsi vivi, p...Continua
Pag. 66
  • 1 commento
Elena Favilla
Ha scritto il Jul 29, 2010, 16:11
«Sì, [Gongolo] è l’unico nano allegro. E la gente non lo ricorda. Non lo trova tristissimo? Ricordiamo più facilmente i difetti delle persone. Oppure, se preferisce, ricordiamo più facilmente le persone per i loro difetti. È terribile. Posso avere de...Continua
Pag. 63
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi