Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La società digitale

Di

Editore: Laterza

3.9
(121)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 198 | Formato: Altri

Isbn-10: 8842080470 | Isbn-13: 9788842080473 | Data di pubblicazione: 

Genere: Social Science

Ti piace La società digitale?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La nuova tecnologia ha delineato nuovi equilibri globali, una vera e propriametamorfosi del sistema di valori, visioni, idee e identità culturali,politiche e sociali. Se le società tradizionali sono gerarchiche, su delega,strutturate e governate, quelle digitali al contrario sono reticolari,orizzontali e autorganizzate. Il vero problema oggi, quindi, non è tanto piùdefinire l'esistenza o meno di una società digitale ma applicarsi acomprendere quale sia il suo funzionamento, in modo da imparare anche comeutilizzarne le norme e i valori.
Ordina per
  • 5

    i libri su internet

    Per quanto i libri su Internet possano sembrare, di primo impatto, una cosa sciocca (o anacronistica, o direttamente inutile) quasi tutti i volumi che ho letto in tema di web 2.0, abitudini sociali, network e quant'altro si sono rivelate ottime letture.


    "La società digitale" di Granieri è ...continua

    Per quanto i libri su Internet possano sembrare, di primo impatto, una cosa sciocca (o anacronistica, o direttamente inutile) quasi tutti i volumi che ho letto in tema di web 2.0, abitudini sociali, network e quant'altro si sono rivelate ottime letture.

    "La società digitale" di Granieri è una di queste. E' un libro che ormai ha cinque anni, un tempo - al tempo di Internet - lunghissimo.
    Nonostante tutto non è datato: riesce a parlare di reti sociali prima di Facebook, e di campagne elettorali online prima del successo di Obama, dimostrando che la "casualità" di internet non è priva di basi teoriche.
    Ci sono aneddoti, riflessioni di alto livello, invocazioni e previsioni.

    Un ottimo lavoro di uno dei maggiori esperti, in Italia, della rete che in questo momento stiamo abitando.

    ha scritto il 

  • 0

    “La società digitale” come terra promessa

    http://www.bandieragialla.it/node/11312 nostra società, è noto a molti, si sta sempre più organizzando adottando una logica di rete e la madre di tutte le reti non può essere che internet che funziona, secondo Giuseppe Granieri, autore del libro “La società digitale”, come un vero e proprio siste ...continua

    http://www.bandieragialla.it/node/11312 nostra società, è noto a molti, si sta sempre più organizzando adottando una logica di rete e la madre di tutte le reti non può essere che internet che funziona, secondo Giuseppe Granieri, autore del libro “La società digitale”, come un vero e proprio sistema operativo, “come un sistema di base per far funzionare il tutto”...

    ha scritto il 

  • 4

    Tesi-libro

    Utile per capire gli sviluppi del cossiddetto Web 2.0, tra cui i famigerati social network. Meno male che Granieri ha pensato di far un po' di mente locale nei caotici sviluppi di questi ultimi anni, al fine di mettere un po' a tacere i critici e gli scettici di queste nuove opportunità che in pa ...continua

    Utile per capire gli sviluppi del cossiddetto Web 2.0, tra cui i famigerati social network. Meno male che Granieri ha pensato di far un po' di mente locale nei caotici sviluppi di questi ultimi anni, al fine di mettere un po' a tacere i critici e gli scettici di queste nuove opportunità che in particlora noi giovani dovremmo conoscere e sfruttare.
    Ho letto questo libro perchè la mia tesi di laurea tratta del fenomeno dei social network, ma caldeggio comunque la lettura per chiunque...permette di orientarsi meglio nel Web!

    ha scritto il 

  • 4

    L'autore ha un modo di scrivere caldo, come se ti avesse invitato ad accomodarti sul divano di casa sua, mentre ti racconta con tono incisivo ciò che ha raccolto ed identificato come elementi evolutivi importanti per il percorso verso questa nuova tipologia di società culturale che si sta ...continua

    L'autore ha un modo di scrivere caldo, come se ti avesse invitato ad accomodarti sul divano di casa sua, mentre ti racconta con tono incisivo ciò che ha raccolto ed identificato come elementi evolutivi importanti per il percorso verso questa nuova tipologia di società culturale che si sta costituendo.
    La lettura scorre conquistati da questa sensazione per tutto il libro che si riempie di annotazioni al margine, ragionamenti e domande alla quale l'autore, proprio come ti avesse letto, risponde puntualmente.
    Al di la dell'argomento è decisamente stimolante leggere un libro di Granieri.
    La sua tesi è netta: si sta costituendo una nuova tipologia di società culturale, diversa e profondamente mutata da quella a cui fin ora siamo abituati.
    E' su questo punto che nascono le maggiori obbiezioni del lettore, quesiti che vengono considerati di volta in volta da Granieri che mostra nelle sue risposte un entusiasmo difficile da non condividere. Allora si comincia a pensare a lui come ad un visionario, un po' come veniva considerato dai suoi contemporanei lo stesso Da Vinci quando proponeva macchine per volare, combattere...viaggiare. Granieri non costruisce ma immagina, e quello che suppone fa pensare che, forse, quello che ci aspetta nel futuro non sarà poi così male o probabilmente non sarà peggio dell’attuale presente.
    Però continuo a chiedermi se tutta questa aspettativa non sia illusoria, se queste nuove strutture sociali non siano solo in apparenza maggiormente evolute di quelle attuali, ma che, in realtà hanno già nel loro interno gli elementi che le porteranno ad una lenta ma inesorabile implosione.
    La sensazione che mi è rimasta è, infatti, quella di opportunità, relazionali e/o culturali, improntate sulla superficialità, dove nulla raggiunge mai realmente l'approfondimento: stimoli continui che, come la pioggerella fine, scorrono addosso senza mai bagnarti veramente.
    Per esempio: quello che è definito dall'autore un "bricoleur digitale" ha, a mio giudizio, solo in apparenza una maggiore disponibilità culturale considerando che alla fine tutti si è spontaneamente portati a ricostruirsi una propria nicchia sociale, molto più facile da riprodurre sul web che nei confronti quotidiani.

    ha scritto il 

  • 5

    Il Granieri più maturo e visionario in un testo forse meno amichevole del precedente "Blog Generation", ma di gran lunga più proiettato nello sguardo. Un mattoncino tutto italiano (tra tanti guru di facile importazione) nella costruzione della consapevolezza dei mondi digitali in cui di fatto già ...continua

    Il Granieri più maturo e visionario in un testo forse meno amichevole del precedente "Blog Generation", ma di gran lunga più proiettato nello sguardo. Un mattoncino tutto italiano (tra tanti guru di facile importazione) nella costruzione della consapevolezza dei mondi digitali in cui di fatto già molti di noi vivono, avvertendo tutte le frizioni di questa doppia cittadinanza. Una grammatica dei network che aiuterà diverse generazioni a parlare le nuove lingue della convivenza nei prossimi decenni.

    ha scritto il 

  • 3

    Un testo interessante, che ho utilizzato nella preparazione di un esame.
    Scritto in modo chiaro e sintetico, con esempi che aiutano a spezzare la lettura in maniera coinvolgente. uno stile quasi anglosassone direi.

    ha scritto il