Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La sognatrice di Ostenda

Di

Editore: E/O

4.0
(336)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 264 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Francese

Isbn-10: 8876418970 | Isbn-13: 9788876418976 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Bracci Testasecca

Genere: Fiction & Literature , Philosophy , Romance

Ti piace La sognatrice di Ostenda?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un uomo si reca a Ostenda, remota e suggestiva città sul Mare del Nord, per guarire da una delusione d'amore. Lì affitta una camera da Emma Van A., solitaria ed eccentrica ottuagenaria che gli racconta l'incredibile storia della sua vita, un intreccio romanzesco in cui amore passionale ed erotismo barocco si sovrappongono in uno scenario da favola. Inganno o suggestiva verità? A Gabrielle, piacente e benestante cinquantottenne, è caduto il velo dagli occhi: dopo aver pensato per trent'anni di aver sposato l'uomo migliore del mondo, ora ha capito chi è. Ma non sempre la verità vera è quella che ci raccontiamo. Ogni giorno da quindici anni, con in mano un mazzo di fiori arancioni, la signora Steinmetz aspetta qualcuno al binario tre della stazione di Zurigo. Pura follia o c'è una storia dietro? Amore o tragedia? Forse poesia. Racconti in cui si intersecano amore, ironia, avventura, suspense e tenerezza. Storie in cui Eric-Emmanuel Schmitt fa vedere come le cose che ci accadono nella vita siano spesso e volentieri determinate dall'immaginazione, quasi che la trama dell'esistenza sia fatta in realtà di sogno.
Ordina per
  • 4

    piacevole scoperta

    il libro mi è stato raccomandato da una amica come un nell'inizio per genere racconto e devo dire mi è piaciuto molto. racconti brevi, che scorrono veloci, spaccati veristi di vita reale, situazioni ...continua

    il libro mi è stato raccomandato da una amica come un nell'inizio per genere racconto e devo dire mi è piaciuto molto. racconti brevi, che scorrono veloci, spaccati veristi di vita reale, situazioni normali descritte con bizzarria e situazioni bizzarre descritte normalmente. sicuramente da raccomandare e regalare.

    ha scritto il 

  • 5

    Di solito non amo i racconti, sempre troppo brevi, come si entra nel vivo della storia è già finita, ma qui è stato diverso.
    La scrittura di Schmitt mi sorprende e mi incanta, è così dolce e avvolgent ...continua

    Di solito non amo i racconti, sempre troppo brevi, come si entra nel vivo della storia è già finita, ma qui è stato diverso.
    La scrittura di Schmitt mi sorprende e mi incanta, è così dolce e avvolgente, e con quanta delicatezza affronta l’erotismo, "l'album dell’amore di Emma” è incredibile, così velatamente esplicito..
    Per quanto belli questi racconti sono cupi e dolorosi, racconti che mi hanno coinvolta in un vortice di emozioni, soprattutto il primo e il terzo, da lasciarmi senza fiato.
    Con le sue atmosfere romanzesche, passionali, ho assaporato la dolcezza di un sogno, ma anche tristi realtà.
    L’amore che si mantiene vivo a dispetto del tempo e delle malelingue.. L’amore che va oltre le apparenze, in fondo noi siamo come vogliamo vederci.. E quanto sono dannose le menzogne? soprattutto quelle che raccontiamo a noi stessi..
    Un libro che custodirò gelosamente.
    Un enorme grazie a chi me l’ha fatto scoprire.

    scritto il 9 ago 2009

    ha scritto il 

  • 5

    "La cosa interessante di un enigma non è la verità che nasconde,ma il mistero che racchiude".
    Ecco,il mistero, ognuno dei racconti ne è avvolto senza cadere nella banalità.
    Ma,è anche un libro carico ...continua

    "La cosa interessante di un enigma non è la verità che nasconde,ma il mistero che racchiude".
    Ecco,il mistero, ognuno dei racconti ne è avvolto senza cadere nella banalità.
    Ma,è anche un libro carico di emozioni..Personaggi come sogni..
    Poesia e malinconia..Ricordi che prendono forma nell'immaginario altrui.

    ha scritto il 

  • 3

    spiazzante

    Sono dei racconti. Il peggiore è proprio "la sognatrice di Ostenda", il migliore non c'è.
    Cos'hanno di brutto? Prr me i racconti devono essere retti da un'idea, altrimenti non stanno in piedi. Qui l'i ...continua

    Sono dei racconti. Il peggiore è proprio "la sognatrice di Ostenda", il migliore non c'è.
    Cos'hanno di brutto? Prr me i racconti devono essere retti da un'idea, altrimenti non stanno in piedi. Qui l'idea c'è, una per racconto, ma è debole come il pd. A metà racconto sei già in grado di indovinare il finale. Ti dici: stai a vedere che... E invece sbagli! Il buon Eric Emmanuel Schmitt infatti riesce sempre a depistarti, ma non con colpi di scena geniali: con finali ancora più banali e scontati di quelli che avevi immaginato.
    Ostenda è una cittadina belga sul mare del nord. Caso vuole che l'abbia visitata due anni fa, dopo essere passato da Bruge e Gant. Beh, è come prendere un caffè con la Santanché dopo aver cenato con il premio Nobel Carlo Rubbia e la buonanima della Hack. A proposito di stelle: io ne ho ordinate due e mezza, ma il corriere mi ha consegnato una confezione da tre. Pazienza.

    ha scritto il 

  • 4

    5 storie che scorrono ed emozionano

    io darei anche 4 stelle e mezzo.
    Il libro è davvero ben scritto, scivola via in breve e ti chiama nei momenti di pausa. Le storie mi sono rimaste in testa ma non tanto per la storia in sè ma per come ...continua

    io darei anche 4 stelle e mezzo.
    Il libro è davvero ben scritto, scivola via in breve e ti chiama nei momenti di pausa. Le storie mi sono rimaste in testa ma non tanto per la storia in sè ma per come è descritta ed affrontata.
    Che la fanno da padrone sono infatti i sentimenti e le emozioni dei vari personaggi.

    A parte forse la prima storia che per quanto mi riguarda trovo un po' banaluccia, ma come detto secondo me non è la trama la vera bellezza del libro, il resto è davvero.. come dire.. emozionante.

    Consigliato.

    ha scritto il 

Ordina per