La solita zuppa e altre storie

Voto medio di 55
| 10 contributi totali di cui 7 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il libro è suddiviso in due parti: nella prima - come sottolinea la notaintroduttiva - si trovano i racconti cosiddetti "erotici", nella seconda testisu temi cari allo scrittore, come la sua Maremma, gli amici d'infanzia, ilperiodo d ...Continua
Pat (migrata su...
Ha scritto il 26/06/17
Mi trovate altrove

Recensione cancellata. La trovate su GR 🤗

alice
Ha scritto il 10/04/16
"[...] e ricordo certi pomeriggi pesanti, fatti di sudore e polvere, e l'aria pareva un fluido spesso che abbacinava, e tutto ballava agli occhi"
Sarebbero bastati uno scrittore dalla personalità un po' meno forte, una scrittura più impersonale, delle storie che portassero addosso con meno orgoglio l'impronta della comune matrice, per fare, di questa raccolta di scritti eterogenei, un minestro...Continua
Bianca Catartica
Ha scritto il 26/09/14

la solita zuppa e il peripatetico valgono il libro.
Bianciardi con il linguaggio ruvido mi piace sempre, nonostante qui alcuni racconti (quelli sulle memorie di guerra, in generale) meno sferzanti del solito

Michele...
Ha scritto il 18/02/14
Alti e bassi.
Ho fatto fatica a dare a questa raccolta quattro stelle perché se la prima parte (i racconti "erotici", che in realtà più che altro sono comici) mi è piaciuta molto (il racconto che dà il titolo alla raccolta è fulminante e davvero molto divertente),...Continua
barlafùs
Ha scritto il 27/10/08

Racconti anche paradossali, godibilissimi.


PippiPerezosa
Ha scritto il Nov 26, 2009, 06:42
in una lettera del 1962, "Qui continua il miracolo, dicono: tutti si comprano l'automobile, qualcuno anche il panfilo, e di tutto il resto se ne fregano. Ma non sono contenti: sono sempre incazzati. Insomma è brutta gete. Il peggio è che nel resto de...Continua
PippiPerezosa
Ha scritto il Nov 26, 2009, 06:40
Anche oggi sostengo che fare all'amore non è vergogna. Vergogna è uccidere, vergogna è sudare, vergogna è morire di fame e chiudere la gente in prigione, o al manicomio. Vergogna è condannare. Vergogna è giudicare. Vergogna è comandare.
PippiPerezosa
Ha scritto il Nov 26, 2009, 06:39
La verità è che le case editrici sono piene di fannulloni frenetici: gente che non combina una madonna dalla mattina alla sera, e riesce, non so come, a dare l'impressione, fallace, di star lavorando. Si prendono perfino l'esaurimento nervoso. La cos...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi