La solitudine dei numeri primi

Voto medio di 27577
| 548 contributi totali di cui 317 recensioni , 226 citazioni , 1 immagine , 3 note , 1 video
Alice ha sette anni e odia la scuola di sci, ma suo padre la obbliga ad andarci. È una mattina di nebbia fitta, lei ha freddo e il latte della colazione le pesa sullo stomaco. In cima alla seggiovia si separa dai compagni e, nascosta nella nebbia, ... Continua
Ha scritto il 09/08/17
SPOILER ALERT
Libro che mi è stato consigliato. Sentivo a riguardo opinioni completamente differenti: chi lo amava, chi lo odiava. Non so, io l'ho amato e poi odiato. Sia perché la storia mi è piaciuta, fin dall'inizio, ma anche odiata, per varie questioni ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 06/08/17
Un libro sopravvalutato
sono una semplice lettrice e non una critica letteraria, ma non capisco come questo libro abbia potuto essere premiato. E' forse il più brutto che ho avuto occasione di leggere negli ultimi anni.
  • 2 mi piace
Ha scritto il 27/07/17
La solitudine dei numeri primi
Malgrado la trama affronti temi forti e di un certo spessore umano, nell'insieme non mi ha trasmesso nessuna emozione. Bocciato.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 27/07/17
null
Concordo con quanto già scritto da altri, la scrittura è molto ricercata e ha un suo fascino, la descrizione dei dettagli è minuziosa, ma onestamente la storia non mi ha per nulla appassionato, troppo asettica e fumosa
  • 1 mi piace
Ha scritto il 23/07/17
Fino a circa pagina 100 ha un suo perché. L'insieme dei problemi che affliggono gli adolescenti del romanzo fanno ben sperate in un intreccio interessante per un romanzo estivo. Anoressia, autismo, autolesionismo, bullismo, omosessualità, tutti ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il May 08, 2017, 08:31
“Non so” rispose Mattia alle zucchine.
Pag. 129
  • 1 mi piace
Ha scritto il Jun 15, 2016, 15:08
Aveva imparato a rispettare il baratro che Mattia aveva scavato tutto intorno a sé. Anni prima aveva provato a saltarlo, quel baratro, e c’era cascato dentro. Ora si accontentava di sedersi sul ciglio, con le gambe a penzoloni nel vuoto.
Ha scritto il Jun 15, 2016, 15:08
Forse perché aveva quella gamba storta e le mancava la madre come a lui mancava una moglie e le mancanze si assomigliano un po’ tutte.
Ha scritto il Jun 15, 2016, 15:07
C’erano passati attraverso in apnea, lui rifiutando il mondo e lei sentendosi rifiutata dal mondo, e si erano accorti che non faceva poi una gran differenza.
Ha scritto il Jun 15, 2016, 15:07
Ernesto le aveva chiesto scusa, ma poi si era piegato di nuovo sulle sue labbra e Soledad aveva sentito tutta la polvere depositata sul cuore negli anni sollevarsi in un vortice e finirle negli occhi.

Ha scritto il Dec 12, 2016, 13:41
Il film
Il film
Immagine tratta dal film omonimo

Ha scritto il Apr 22, 2017, 18:27
Ricevuto il 18/04/2017 da Giorgia (Udine) in cambio di "Giuda" di Amos Oz - Acciobooks
Ha scritto il Apr 22, 2016, 10:24
853.92 GIO 15051 Letteratura Italiana
Ha scritto il Apr 25, 2015, 10:05
I numeri primi sono divisibili soltanto per 1 e per sè stessi. Se ne stanno al loro posto nell’infinita serie dei numeri naturali, schiacciati come tutti fra due, ma un passo in là rispetto agli altri. Sono numeri sospettosi e solitari e per ...Continua
Pag. 143

Ha scritto il Dec 05, 2016, 10:29
Film
Autore:

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi