Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La solitudine dei numeri primi

By Paolo Giordano

(3642)

| Paperback | 9788804589655

Like La solitudine dei numeri primi ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Alice è una bambina obbligata dal padre a frequentare la scuola di sci. È una mattina di nebbia fitta, lei non ha voglia, il latte della colazione le pesa sullo stomaco. Persa nella nebbia, staccata dai compagni, se la fa addosso. Umiliata, cerca di Continue

Alice è una bambina obbligata dal padre a frequentare la scuola di sci. È una mattina di nebbia fitta, lei non ha voglia, il latte della colazione le pesa sullo stomaco. Persa nella nebbia, staccata dai compagni, se la fa addosso. Umiliata, cerca di scendere, ma finisce fuori pista spezzandosi una gamba. Resta sola, incapace di muoversi, al fondo di un canale innevato, a domandarsi se i lupi ci sono anche in inverno. Mattia è un bambino molto intelligente, ma ha una gemella, Michela, ritardata. La presenza di Michela umilia Mattia di fronte ai suoi coetanei e per questo, la prima volta che un compagno di classe li invita entrambi alla sua festa, Mattia abbandona Michela nel parco, con la promessa che tornerà presto da lei. Questi due episodi iniziali, con le loro conseguenze irreversibili, saranno il marchio impresso a fuoco nelle vite di Alice e Mattia, adolescenti, giovani e infine adulti. Le loro esistenze si incroceranno, e si scopriranno strettamente uniti, eppure invincibilmente divisi. Come quei numeri speciali, che i matematici chiamano "primi gemelli": due numeri primi vicini ma mai abbastanza per toccarsi davvero. Un romanzo d'esordio che alterna momenti di durezza e spietata tensione a scene rarefatte e di trattenuta emozione, di sconsolata tenerezza e di tenace speranza.

4424 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    看完不出自己所料,果然覺得更孤獨了。不過還好,我想再怎麼樣好兩個人,都是兩個孤獨的個體吧,就如同作者所說的"質數",我滿喜歡這樣的比喻,也會猜想,自己若是質數的話比較適合哪一個數字?

    Is this helpful?

    Margo5 said on Jul 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La solitudine dei numeri primi, Paolo Giordano

    Mi spiace sentire e leggere così tante critiche negative riguardo questo libro. A me personalmente è piaciuto moltissimo.
    Le parole dell'autore, seppur semplici, risultano cariche di emozioni e pregne di significato, ed è impossibile non affezionarsi ...(continue)

    Mi spiace sentire e leggere così tante critiche negative riguardo questo libro. A me personalmente è piaciuto moltissimo.
    Le parole dell'autore, seppur semplici, risultano cariche di emozioni e pregne di significato, ed è impossibile non affezionarsi ed immedesimarsi nei personaggi, Alice e Mattia, perchè, per quanto le loro storie siano particolari e i loro pensieri contorti, l'autore ci fornisce elementi sufficienti per comprendere ciò che provano. Ed è una cosa magnifica, dato che di qualità del genere, in molti altri libri, non ce n'è nemmeno l'ombra.
    Lo consiglio vivamente a chiunque abbia voglia di provare emozioni forti, è fantastico.

    Is this helpful?

    twirise said on Jul 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mi è piaciuto molto come libro. La lettura è stata scorrevole e coinvolgente. Ho subito provato un grande affetto per i personaggi e sino riuscita ad entrarci in sintonia. Davvero un bel libro

    Is this helpful?

    fuyumeakane said on Jul 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Strano !!!!

    Ho riletto l'ultimo capitolo 3 volte. Originale.

    Is this helpful?

    Mr Rimo said on Jul 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bello bello bello.
    Ti appassioni a Mattia e Alice, ti immedesimi in molte loro sensazioni e ti riconosci a tratti (perchè tutti abbiamo vicino qualcuno che non riusciamo mai a toccare del tutto, pur comprendendolo meglio di chiunque altro). Chiuso il ...(continue)

    Bello bello bello.
    Ti appassioni a Mattia e Alice, ti immedesimi in molte loro sensazioni e ti riconosci a tratti (perchè tutti abbiamo vicino qualcuno che non riusciamo mai a toccare del tutto, pur comprendendolo meglio di chiunque altro). Chiuso il libro, non mi è stato facile lasciarli andare, come due amici di cui perdi le tracce..
    Mi spiace leggere tante critiche perchè è ben scritto e mi ha subito incuriosito (il titolo - l'ho trovato poetico al massimo - l'autore, un fisico che scrive un romanzo, d'amore per lo più).
    Dategli una chance ;)

    Is this helpful?

    Moonlau said on Jul 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Hold on

    “Perché aveva paura ad ammetterlo, ma quando era con lei sembrava che valesse la pena di fare tutte le cose normali che le persone normali fanno.”
    Non è forse questo uno degli scopi dell’esistere? Trovare una motivazione per cui ne valga la pena, per ...(continue)

    “Perché aveva paura ad ammetterlo, ma quando era con lei sembrava che valesse la pena di fare tutte le cose normali che le persone normali fanno.”
    Non è forse questo uno degli scopi dell’esistere? Trovare una motivazione per cui ne valga la pena, per cui rischiare, per cui continuare a lottare.
    E Mattia e Alice, i due protagonisti del romanzo di Giordano, si erano scelti a vicenda. Si reggevano in piedi, “con l'altro che lo teneva stretto e in salvo, senza bisogno di tante parole”. Erano opposti e uguali, Mattia e Alice, con un disperato bisogno silenzioso di essere capiti, di essere guariti, di lasciare alle spalle un passato troppo pesante perché ci si riesca da soli. Lui, corroso dai sensi di colpa, diventa autolesionista, lei, divorata dalla sensazione di non essere abbastanza, diventa anoressica. Delusi dalla vita si rifugiano ognuno nel proprio piccolo universo, a cui avevano vietato l’accesso a tutti, tranne che all’altro. Peccato che per scordare bisogni cambiare completamente pagina e non continuare sempre a leggere le stesse righe, anche se queste possono piacere particolarmente. E’ solo questione di avere coraggio e fare delle scelte, no? Avere il coraggio di guardare oltre.
    Un libro davvero commovente, a parer mio, e mi è piaciuto moltissimo. Le descrizioni sono accurate e realistiche, permettendo così al lettore di vivere le scene. I capitoli brevi rendono la lettura poco pesante, malgrado la trama toccante e forte. Un libro che consiglio a persone mature e adulte, anche per la realtà raccontata giustamente senza censure.
    Leggendo altre recensioni di questo libro, ho riscontrato pareri negativi sulla scelta delle storie dei protagonisti, perché reputate ridicole o eccessive. Mi sono sentita offesa, perché segretamente in molti aspetti mi ci rispecchio e a me questo romanzo ha invece trasmesso speranza.
    “Mattia era lontano. Fabio era lontano. La corrente del fiume produceva un fruscio debole e sonnolento.
    Si ricordò di quando era distesa nel canalone, sepolta nella neve. Pensò a quel silenzio perfetto. Anche adesso, come allora, nessuno sapeva dove lei si trovasse. Anche questa volta non sarebbe arrivato nessuno. Ma lei non stava più aspettando. Sorrise verso il cielo terso. Con un po’ di fatica, sapeva alzarsi da sola.”

    Is this helpful?

    Lilla said on Jul 7, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Collection with this book