La solitudine del maratoneta

Voto medio di 441
| 73 contributi totali di cui 69 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Arthur, il tornitore di quel Sabato sera, domenica mattina che rivelò Sillitoe e che divenne un personaggio emblematico del «free cinema» grazie al film di Karel Reisz, era giunto ad «integrarsi» per amore. Ma al giovane Smith, protagonista del racco ...Continua
Gangles
Ha scritto il 14/01/18

Ho aspettato l'ultimo racconto per provare piacere nella lettura. La cosa più bella comunque è il titolo.

[radek]
Ha scritto il 09/11/17
che mi interessa
I. un mio amico ha la mano fasciata gli è entrato un coltello nella mano allora adesso è lì che se la guarda e pensa "e se un tendine è compromesso?" e una vocina gli dice "guarda è inutile pensarci tanto non c'è cura per un tendine eventualmente les...Continua
Biblioteche Off...
Ha scritto il 13/09/16

Recensione su:

https://bibliotecheofftorino.wordpress.com/2016/07/20/consigli-di-lettura-luglio-2016/

Franz Rossi
Ha scritto il 13/01/16
La ribellione dei giovani
Ci sono titoli che ti prendono, catturano la tua fantasia e ti instillano la speranza di nuovi orizzonti di lettura. La solitudine del maratoneta (ancor di più nel titolo originale The Loneliness of the Long Distance Runner) è uno di questi. Non sai...Continua
Piccipietro
Ha scritto il 04/12/14
La solitudine umana

Una raccolta di brevi racconti psicologici ambientati in una grigia Inghilterra negli anni della seconda guerra.A me sono piaciuti il quadro del peschereccio e la decadenza e il crollo di Frankie Buller.Consigliato


Meursault
Ha scritto il Dec 29, 2014, 12:04
Poi lui svoltò in una macchia d'alberi e cespugli dove non riuscii più a vederlo, e non vedevo più nessuno, e allora compresi che cos'era la solitudine del maratoneta in corsa attraverso la campagna, rendendomi conto che per quanto mi riguardava ques...Continua
Pag. 69
Meursault
Ha scritto il Dec 29, 2014, 12:01
Se ho il cuore tenero, so io qual è la gente per cui lo terrò in serbo.
Pag. 40
Furettocurioso
Ha scritto il May 01, 2009, 17:18
Io correvo con passo regolare e sostenuto, e presto la mia falcata divenne tanto regolare da farmi dimenticare che correvo, e sapevo solo che le gambe si alzavano e si abbassavano e le braccia oscillavano avanti e indietro, e i polmoni non sembravano...Continua
Furettocurioso
Ha scritto il May 01, 2009, 17:14
"Tutto a posto, Smith?", chiede."Sissignore", rispondo io.Lui si arriccia i baffi grigi: "Come andiamo con gli allenamenti?""Mi sono messo a fare dei giri nel cortile dopo cena tanto per tenermi in esercizio, signore", gli dico io.Al che il bastardo...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi