La sostanza del male

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 391
| 88 contributi totali di cui 83 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Un triplice, crudele omicidio rimasto irrisolto. Una scia di violenza e di morte che perseguita gli abitanti di Siebenhoch, una tranquilla, isolata comunità tra le montagne dell'Alto Adige. Un forestiero con la sua famiglia, sempre più invischiato ne ...Continua
Dartagnan
Ha scritto il 26/03/18
Un po' ingenuo
Il tentativo non è male. D'Andrea ha qualità, la sua scrittura scorre agile e lascia emergere un potenziale, ma questo libro (un esordio, è bene ricordarlo) pecca di banalità: non tanto nel linguaggio - comunque un po' sì - quanto nei meccanismi rela...Continua
Gabrilù
Ha scritto il 12/03/18
Mi ha conquistato!Grande esordio, nonostante alcune scene un po' inverosimili, promosso.Perché? Perché diverso dai soliti, perché cambia prospettiva continuamente, perché niente è come sembra e ti stupisce ogni volta che giri pagina. L'unico appunto...Continua
Ro(Ver)
Ha scritto il 03/01/18

Un thriller ben scritto, con un buon ritmo narrativo.

il Fasta
Ha scritto il 22/12/17
SPOILER ALERT
Tre quarti di buon libro...

... poi basta. Finale imbarazzante. Perchè io ho appena capito tutte e decido di mandare in malora la situazione brandendo un ramo di un albero nel mezzo del nulla assoluto che non mi reggo nemmeno in piedi.

Giovanna Meloni
Ha scritto il 05/11/17

Pucci58
Ha scritto il Feb 08, 2017, 14:04
Lasciamo i morti dove stanno. Sono più felici di noi.
Pag. 336
Pucci58
Ha scritto il Feb 08, 2017, 14:03
Alcuni dicono che si diventa uomini quando si seppelliscono i propri genitori, altri, quando lo si diventa (genitori). Non ero d'accordo con nessuna delle due filosofie. Si diventa adulti quando si impara a chiedere scusa.
Pag. 331
Pucci58
Ha scritto il Feb 08, 2017, 14:01
In un matrimonio ci sono i momenti brutti e i momenti belli. Passano entrambi.
Pag. 319
Pucci58
Ha scritto il Feb 08, 2017, 14:00
Un padre può regalare solo due cose a sua figlia: rispetto per se stessa e bei ricordi.
Pag. 160
Ossimoro biondo
Ha scritto il Jul 25, 2016, 19:49
"Il diavolo ride sempre per ultimo, diceva il Krampusmeister."
Pag. 405

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi