La sottile linea scura

Di

Editore: Einaudi

4.0
(2650)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 296 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese

Isbn-10: 8806169122 | Isbn-13: 9788806169121 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Luca Conti

Disponibile anche come: Copertina rigida , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Adolescenti

Ti piace La sottile linea scura?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Nella sua piena maturità di romanziere, Lansdale si guarda indietro e cattura per sempre il segreto dell'adolescenza. Con una semplicità e potenza di narrazione che lascia incantati, si inserisce in pieno nella grande tradizione americana di Mark Twain ma anche di Harper Lee, dello Stephen King di Stand by Me: la tradizione del grande romanzo di formazione.Nell'afosa estate texana del 1958, il tredicenne Stanley Mitchell lavora nel drive-in del padre, e mette il naso in un segreto che doveva rimanere celato. E la «perdita dell'innocenza» di Stanley, in quell'estate in cui il mondo per lui cambia per sempre, coincide con il miracolo di una resurrezione davvero magica. In perfetta naturalezza, Lansdale ricrea le voci, il sapore, la vita, di un tempo scomparso del tutto, come non fosse mai esistito. La «sottile linea scura», che segna per Stanley la scoperta del male, del dolore e della morte insieme con l'esplosione del sesso e la consapevolezza del conflitto razziale, diventa la parete trasparente da varcare per immergerci, stupiti e riconoscenti, in quegli anni Cinquanta lontani ormai come la preistoria.
Ordina per
  • 4

    Non avevo mai letto nulla di Lansdale e, devo ammettere, ero piuttosto prevenuto. Anche questo, rimasto per anni e anni su uno scaffale, non l'avevo mica comprato, era stato un omaggio ricevuto acquis ...continua

    Non avevo mai letto nulla di Lansdale e, devo ammettere, ero piuttosto prevenuto. Anche questo, rimasto per anni e anni su uno scaffale, non l'avevo mica comprato, era stato un omaggio ricevuto acquistando altri libri. I suoi seguaci ritengono sia piuttosto estraneo al resto della sua produzione e alcuni storcono il naso. Io l'ho apprezzato, per una capacità di narrazione superiore a quanto mi sarei aspettato. Una sorta di "Stand by me" in minore che, forse, mi convincerà a leggere un giorno anche qualcuno dei suoi titoli "ortodossi", vale a dire quelli meno ortodossi.

    ha scritto il 

  • 2

    Deludente! Fino adesso, e li ho letti quasi tutti quelli di LANSDALE, il libro più deludente. Niente più che una semplice storiella... Non sembra il solito Lansdale

    ha scritto il 

  • 4

    Cerare di diventare persone migliori

    Il titolo altro non è che la demarcazione del lento incedere della quotidianità che divide il mondo dei vivi da quello dei morti, il regno del mistero da quello dell’esperienza, la terra dell’ignoran ...continua

    Il titolo altro non è che la demarcazione del lento incedere della quotidianità che divide il mondo dei vivi da quello dei morti, il regno del mistero da quello dell’esperienza, la terra dell’ignoranza da quella della conoscenza. Lungo questa sottile linea scura si aggira il protagonista, il tredicenne Stanley Mitchell Jr., inizialmente presentato come un candido lenzuolo innocente. Durante la sua indagine, Stanley si scontra con la rabbia covata dai negri per la loro condizione subalterna, rabbia che, a loro volta, i maschi (non solo neri) sfogano sui figli e sulle donne per riaffermare la propria esistenza, il proprio posto nel mondo. Stanley però si salva, la sua luce interiore rimane intatta grazie all’esempio familiare, alla rettitudine del padre, all’amore della madre, alla complicità della sorella maggiore, alla dignità del suo cane, all’amicizia del proiezionista Buster e del coetaneo Richard. Qualcosa però si è incrinato, la vita non sarà mai più spensierata come una volta, una sorta di malinconia diffusa accompagna tutto il romanzo dalla prima all’ultima pagina.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    Non conoscevo l'autore. Piacevole scoperta.

    Landsale non lo conoscevo per nulla ed è stata una piacevole sorpresa. Un thriller atipico immerso nel profondo sud degli Stati Uniti, quando i neri erano tenuti separati dai bianchi. Un ragazzino che ...continua

    Landsale non lo conoscevo per nulla ed è stata una piacevole sorpresa. Un thriller atipico immerso nel profondo sud degli Stati Uniti, quando i neri erano tenuti separati dai bianchi. Un ragazzino che diventa un detective alla scoperta di lettere e fogli di diario per indagare sulla morte misteriosa di due ragazze. La storia si snoda tra inseguimenti e riflessioni sulle persone adulte e giovani in un crescendo di tensione narrativa che costringe il lettore a proseguire la lettura fino alla fine, anche se qualcosa rimane avvolta nel mistero. Un lettura piacevole, dove il sociale si insinua di soppiatto senza disturbare il lettore. L'odio del bianco sul nero, la voglia di rivalsa di questi, il senso del giusto che aleggia nella casa del protagonista, che sembra diventare l'approdo sicuro per tante persone.
    Un bel mix che trascina il lettore.

    ha scritto il 

  • 5

    Texas, 1958. Stanley Mitchell Jr. è un ragazzino di tredici anni che si è da poco trasferito nella cittadina di Dewmont con tutta la sua famiglia. Il padre, stanco di trascorrere le sue giornate in of ...continua

    Texas, 1958. Stanley Mitchell Jr. è un ragazzino di tredici anni che si è da poco trasferito nella cittadina di Dewmont con tutta la sua famiglia. Il padre, stanco di trascorrere le sue giornate in officina sdraiato sotto le automobili sul freddo pavimento di cemento, ha organizzato velocemente il trasferimento non appena è venuto a sapere che il vecchio drive-in di Dewmont era stato messo in vendita. L’occasione perfetta per cambiare vita e per coronare finalmente un piccolo sogno di gioventù. E così, in una giornata estiva limpida ed afosa, tutta la famiglia si insedia nel vecchio “Dew Drop”: un drive-in fatiscente il cui enorme schermo altro non è che la parete della casa dove Stanley vivrà gran parte della sua adolescenza. Un giorno, mentre si diverte a scorrazzare assieme al suo cane al limitare del bosco dietro il drive-in, il ragazzino inciampa in qualcosa di appuntito che sporge dal terreno. Con l’aiuto del suo fedele compagno di giochi, Stanley dissotterra un vecchio cofanetto di metallo. Non sa ancora che in quella piccola scatola è custodito un segreto tenuto gelosamente nascosto per anni... - See more at: http://www.mangialibri.com/libri/la-sottile-linea-scura#sthash.rF93T0GP.dpuf

    ha scritto il 

  • 3

    3.5

    Primo libro non della serie H&L (o Drive-in) che leggo di Lansdale.
    È scorrevole, piacevole, ben ambientato negli anni '50.
    Però....però mi aspettavo qualcosa di più (forse sono stato condizionato da ...continua

    Primo libro non della serie H&L (o Drive-in) che leggo di Lansdale.
    È scorrevole, piacevole, ben ambientato negli anni '50.
    Però....però mi aspettavo qualcosa di più (forse sono stato condizionato da pareri molto positivi di amici). Inizia con un mistero e ti aspetti che l'intero romanzo giri attorno a quello, e invece le investigazioni sono diluite in piccole scene di quotidianità. Di per se non è affatto un male, si badi, forse sono solo io che mi ero fatto un'idea diversa.
    In ogni caso consigliato, anche solo per la vena realistica (presente anche nella sintesi finale sul mistero).

    ha scritto il 

  • 5

    Nel Texas degli anni '50

    Il Texas degli anni ’50 è un mondo a sé stante, con regole e meccanismi del tutto particolari, e chi meglio di Joe R. Lansdale, che proprio in quei posti e in quegli anni è nato, può farci calare in q ...continua

    Il Texas degli anni ’50 è un mondo a sé stante, con regole e meccanismi del tutto particolari, e chi meglio di Joe R. Lansdale, che proprio in quei posti e in quegli anni è nato, può farci calare in questa particolare realtà?
    Qui la recensione completa: http://bit.ly/1ZGHSco

    ha scritto il 

Ordina per