Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La spada e la seta

Di

Editore: Neri Pozza

3.8
(59)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 885450193X | Isbn-13: 9788854501935 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Travel

Ti piace La spada e la seta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Biondo, occhi azzurri, grande appassionato di kung fu, Mark Salzman arriva in Cina negli anni Ottanta e viene accolto come una specie di fenomeno: un occidentale che parla cinese, che ogni mattina alle cinque si allena in cortile, fa domande impertinenti e tiene lezioni di inglese assolutamente informali. Con la sua comunicativa e la sua diversità, Salzman diventa amico di tutti, soprattutto di Pan Qingfu, 'Pugno di ferro', famoso maestro di arti marziali e vero eroe culturale cinese, che lo prende come allievo. Protetto dal suo maestro Salzman riesce ad accedere a luoghi e persone irraggiungibili per un occidentale e a darci un ritratto unico della Cina attuale, sospesa tra smanie di modernizzazione e assoluto rispetto per la tradizione.
Ordina per
  • 1

    Dall ' anteprima del libro mi pareva che fosse piu' concentrato sulle arti marziali , mi e' piaciuta molto la parte che parlava delle arti marziali e del QI , avrei voluto , appunto che estendesse maggiormente questa parte , invece secondo i miei gusti molte parti potrebbero essere tagliate tra ...continua

    Dall ' anteprima del libro mi pareva che fosse piu' concentrato sulle arti marziali , mi e' piaciuta molto la parte che parlava delle arti marziali e del QI , avrei voluto , appunto che estendesse maggiormente questa parte , invece secondo i miei gusti molte parti potrebbero essere tagliate tranquillamente . Insomma l'idea di dimensione, atmosfera ci sta , e' interessante , ma non va al punto per fare di questo libro un bel libro da non perdere . Cosi' e cosi' come votazione , qualcosa m impedisce di darli la sufficienza , avevo altre aspettative forse ..

    ha scritto il 

  • 3

    Un Libro autobiografico che narra di un'esperienza di vita in Cina.
    L'autore, essendo amante di quella terra, ha fatto domanda e ricevuto una proposta di lavoro lì.
    Non male come libro, abbastanza scorrevole.

    ha scritto il 

  • 3

    .. la lettura non dispiace, specie le parti che riguardano una Cina che non c'è più o che va malinconicamente a perdersi .. ma allora perchè dopo averlo finito ricordavo forse 1/10 di quello che avevo letto ? .. secondo me 50% vita vissuta e 50% di palle per incantare il pubblico .. Questi americ ...continua

    .. la lettura non dispiace, specie le parti che riguardano una Cina che non c'è più o che va malinconicamente a perdersi .. ma allora perchè dopo averlo finito ricordavo forse 1/10 di quello che avevo letto ? .. secondo me 50% vita vissuta e 50% di palle per incantare il pubblico .. Questi americani guardano troppe robe mediocri tipo "Karate Kid" o "Furia Cieca" per non innamorarsi del concetto "occidentale talmente intelligente che assimila in poco tempo la cultura orientale" .. mavala' !!

    ha scritto il 

  • 2

    "Nessun altro libro é in grado di penetrare nella civiltà cinese meglio di La spada e la seta"
    Dice la quarta di copertina, recensione del Time.
    Mi pare un tantinello esagerato.
    E' vero che il libro é stato scritto nel 1986 e racconta i due anni che un americano, insegnante ...continua

    "Nessun altro libro é in grado di penetrare nella civiltà cinese meglio di La spada e la seta"
    Dice la quarta di copertina, recensione del Time.
    Mi pare un tantinello esagerato.
    E' vero che il libro é stato scritto nel 1986 e racconta i due anni che un americano, insegnante di inglese ha passato in Cina, nello Hunan, appunto insegnando inglese e imparando un certo numero e genere di arti marziali.
    E' vero che della Cina in quegli anni non si sapeva un granché e ho un po' l'impressione che gli americani ne sapessero ancora di meno.
    Comunque godibile, semplice, per un pomeriggio piovoso e con tono muscolare e neuronale equivalente a zero.

    ha scritto il 

  • 3

    Interessante perchè mentre racconta la sua esperienza in Cina in qualità d'insegnate d'inglese e allievo di Kung Fu, Salzman ci racconta la Cina comunista di quegl'anni (primi anni '80). Scritto in un modo semplice e piacevole. Però, non so se è colpa mia, non mi ha lasciato nulla, se non un legg ...continua

    Interessante perchè mentre racconta la sua esperienza in Cina in qualità d'insegnate d'inglese e allievo di Kung Fu, Salzman ci racconta la Cina comunista di quegl'anni (primi anni '80). Scritto in un modo semplice e piacevole. Però, non so se è colpa mia, non mi ha lasciato nulla, se non un leggero senso d'incredulità... allenamenti di Kung Fu la mattina, lezioni, studi ed esercitazioni di calligrafia, gite, visite a varie persone, altri allenamenti di Kung Fu... in Cina le giornate dovevano durare 30 ore...

    ha scritto il