Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La stanza delle serpi

Una serie di sfortunati eventi, vol. 2

Di

Editore: Salani

3.9
(979)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 168 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Francese , Tedesco , Spagnolo , Portoghese

Isbn-10: 8877829524 | Isbn-13: 9788877829528 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Valentina Daniele ; Illustratore o Matitista: Brett Helquist

Disponibile anche come: Altri

Genere: Children , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La stanza delle serpi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La vicenda di questo libro può apparire lieta all'inizio, con i ragazzi Baudelaire in compagnia di alcuni rettili molto interessanti e di uno zio svampito, ma non lasciatevi ingannare. Se avete sentito parlare degli sfortunati ragazzi Baudelaire, sapete già che anche eventi gradevoli possono condurre sulla via della sventura. Infatti, nelle pagine seguenti i ragazzi si imbattono in un incidente d'auto, un tanfo acre e pesante, un serpente letale,un lungo coltello, una grande lampada a stelo in ottone e la ricomparsa di una persona che speravano di non rivedere mai più.
Ordina per
  • 0

    "Quello che accade in un certo posto può segnare i nostri sentimenti verso quel luogo, proprio come l'inchiostro macchia un lenzuolo bianco."

    Milano bloccata dalla pioggia, metropolitane nel caos e tanto tempo per leggiucchiare. Paolo Nutini al Forum di Assago, lezioni di drammaturgia ogni tanto un po' noiose ed ecco che questo secondo volume mi è piaciuto forse anche più del primo. Continuerò con il terzo, subito.
    Niente da dire ...continua

    Milano bloccata dalla pioggia, metropolitane nel caos e tanto tempo per leggiucchiare. Paolo Nutini al Forum di Assago, lezioni di drammaturgia ogni tanto un po' noiose ed ecco che questo secondo volume mi è piaciuto forse anche più del primo. Continuerò con il terzo, subito.
    Niente da dire: una bella saga, una bella scrittura (che continuo a pensare essere più adatta per una lettura leggera per adulti, più che per ragazzi) e soprattutto dei bei personaggi, ai quali concedo volentieri di seguirmi ovunque. Al prossimo volume!

    ha scritto il 

  • 4

    "La morte di una persona cara è una strana cosa. Noi tutti sappiamo che il nostro tempo in questo mondo è limitato, e che alla fine ci ritroveremo tutti sotto un lenzuolo per non rialzarci più. E tuttavia è sempre una sorpresa quando succede a qualcuno che conosciamo. È come quando saliamo le sca ...continua

    "La morte di una persona cara è una strana cosa. Noi tutti sappiamo che il nostro tempo in questo mondo è limitato, e che alla fine ci ritroveremo tutti sotto un lenzuolo per non rialzarci più. E tuttavia è sempre una sorpresa quando succede a qualcuno che conosciamo. È come quando saliamo le scale al buio per andare a casa e pensiamo che ci sia un altro gradino, e invece non c'è. Il piede ricade pesantemente nell'aria, e c'è un momento di spiacevole sorpresa in cui cerchiamo di modificare la nostra idea delle cose."

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Alle prese con la seconda (dis)avventura dei giovani Baudelaire entrano in gioco altre malefatte e crudeltà del conte Olaf, descritte sempre con maestria da Lemony Snicket.

    Il secondo capitolo della saga di "una serie di sfortunati eventi" vede i protagonisti (Violet,Sunny e Klaus) alle prese con un nuovo parente: il dottor Montgomery Montgomery! Lo Zio Monty (come si vuol far chiamare) si dimostra sin da subito un tipo cordiale,totalmente diverso dal perfido Olaf. ...continua

    Il secondo capitolo della saga di "una serie di sfortunati eventi" vede i protagonisti (Violet,Sunny e Klaus) alle prese con un nuovo parente: il dottor Montgomery Montgomery! Lo Zio Monty (come si vuol far chiamare) si dimostra sin da subito un tipo cordiale,totalmente diverso dal perfido Olaf. Tutto procede per il meglio,se non fosse per l'intervento di Stephano (il conte Olaf) che metterà i bastoni tra le ruote ai Baudelaire e ancora una volta distruggerà ogni loro speranza di una vita felice e tranquilla. Con il secondo capitolo Snicket riprende la storia degli orfani più sfortunati del mondo,riempiendo il loro universo di personaggi ben caratterizzati e con uno stile malinconico\ironico già usato nel primo libro,ma ancora efficace. E' un libro per ragazzi è vero,ma può anche esser letto da un adulto e apprezzato allo stesso modo. Alla fine si assiste sempre all'incapacità dei personaggi quali il signor Poe, di non capire appieno la situazione o la stupidità del signor Bruce (molto antipatico inoltre a parer mio). Sono presenti delle prolessi,che inizialmente potrebbero rovinare tutto il libro,ma di certo se una persona si lascia trasportare dalle pagine e entra appieno dentro la storia,le anticipazioni saranno solo motivo in più di suspance e (così è stato per me) si vorrà scoprire la dinamica precisa (e non solo un accenno) di ciò che sta per accadere o accadrà qualche pagina avanti.

    ha scritto il 

Ordina per