Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La storia dei templari

Vita avventurosa, storia e tragica fine dei leggendari monaci guerrieri

Di

Editore: mondolibri su licenza Piemme

3.6
(134)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 479 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000009935 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: History , Non-fiction , Philosophy

Ti piace La storia dei templari?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    TRAMA Quello dei Cavalieri di Cristo è stato il più enigmatico e controverso esercito di Santa Romana Chiesa. Nati nel 1119 per vegliare sui pellegrini in Terra Santa, i Templari hanno affrontato ...continua

    TRAMA Quello dei Cavalieri di Cristo è stato il più enigmatico e controverso esercito di Santa Romana Chiesa. Nati nel 1119 per vegliare sui pellegrini in Terra Santa, i Templari hanno affrontato il Saladino e i Mamelucchi, combattuto battaglie, garantito servizi finanziari a principi e sovrani, costruito imponenti fortezze e straordinarie cattedrali, fino a diventare il più potente ordine monastico degli occidentali. Ma la loro travolgente ascesa si è interrotta sul rogo che il re di Francia fece preparare per Giacomo Molay, l'ultimo maestro del Tempio. E quel drammatico epilogo non cessa di far discutere.

    ha scritto il 

  • 0

    l'avvincente narrazione di Malcom Barber offre non solo una concisa e aggiornata introduzione alla realta' storica dei templari, ma ripercorre anche la genesi e lo sviluppo del mito legato a questa ...continua

    l'avvincente narrazione di Malcom Barber offre non solo una concisa e aggiornata introduzione alla realta' storica dei templari, ma ripercorre anche la genesi e lo sviluppo del mito legato a questa straordinaria istituzione

    ha scritto il 

  • 0

    Quello dei Cavalieri di Cristo è stato il più enigmatico e controverso esercito di Santa Romana Chiesa. Nati nel 1119 per vegliare sui pellegrini in Terra Santa, i Templari hanno affrontato il ...continua

    Quello dei Cavalieri di Cristo è stato il più enigmatico e controverso esercito di Santa Romana Chiesa. Nati nel 1119 per vegliare sui pellegrini in Terra Santa, i Templari hanno affrontato il Saladino e i Mamelucchi, combattuto battaglie, garantito servizi finanziari a principi e sovrani, costruito imponenti fortezze e straordinarie cattedrali, fino a diventare il più potente ordine monastico degli occidentali. Ma la loro travolgente ascesa si è interrotta sul rogo che il re di Francia fece preparare per Giacomo Molay, l'ultimo maestro del Tempio. E quel drammatico epilogo non cessa di far discutere. ( recensione tratta da IBS )

    ha scritto il 

  • 4

    Un po' di fatti... finalmente!

    Se pensate che in ogni mistero irrisolto e in ogni congiura possibile e immaginabile ci sia lo zampino dei Templari... allora non comprate questo libro. Trattasi infatti di un'attenta e precisa ...continua

    Se pensate che in ogni mistero irrisolto e in ogni congiura possibile e immaginabile ci sia lo zampino dei Templari... allora non comprate questo libro. Trattasi infatti di un'attenta e precisa ricostruzione, basata su fonti squisitamente storiche, dell'ascesa e del declino dei Templari, delle cause che li portarono a essere il più potente ordine religioso-militare del proprio tempo e su quelle che li condussero alla rovina, ma senza spazio per voli pindarici o ipotesi non avallate da prove. Con la scusa dei Templari, il saggio finisce per illuminare il lettore anche su certi aspetti della mentalità medioevale e su eventi strettamente connessi come le Crociate (per gli amanti del film di Ridley Scott, avrete l'occasione di conoscere - seppur per sommi capi - il vero Baliano di Ibelin). Troverete anche un interessante capitolo sulla vita quotidiana dei Templari e uno, ancor più interessante, sul ruolo che questi monaci guerrieri hanno finito per rivestire nell'immaginario del nostro tempo. Peccato, a questo proposito, che il libro sia di qualche anno fa (2001, se non erro), e che quindi non abbia potuto esaminare gli ultimi sviluppi del fenomeno. Avvertenza: in alcuni punti può risultare un pò noioso, proprio perché ogni minima affermazione o deduzione dell'autore è riccamente documentata, quindi evitatelo se non siete amanti di questo genere di cose. Se invece la Storia è pane per i vostri denti... allora accomodatevi, e riscoprite un'epoca. Giudizio finale: interessante e molto utile per sfatare un sacco di falsi miti.

    ha scritto il 

  • 5

    Finalmente un vero saggio sull'ordine templare che non perde tempo dietro alle classiche baggianate del Graal o dei presunti misteri (anzi, nell'ultimo capitolo spiega addirittura l'origine di questi ...continua

    Finalmente un vero saggio sull'ordine templare che non perde tempo dietro alle classiche baggianate del Graal o dei presunti misteri (anzi, nell'ultimo capitolo spiega addirittura l'origine di questi miti) ma si concentra su quello che è stato, sui suoi ideali di partenza e sulla sua fine. Il saggio figura impegnativo ma vale veramente la pena leggerlo se si vuole saperne realmente di più sui Poveri cavalieri del tempio di Salomone.

    ha scritto il 

  • 1

    Argomento affascinante, un bel librone pieno di riferimenti e di spunti per approfondire, ma se vogliamo dirla proprio tutta, ho letto ben altri divulgatori e approfonditori. Qualche bella foto, ...continua

    Argomento affascinante, un bel librone pieno di riferimenti e di spunti per approfondire, ma se vogliamo dirla proprio tutta, ho letto ben altri divulgatori e approfonditori. Qualche bella foto, qualche passaggio interessante ... finisce lì.

    ha scritto il 

  • 0

    Sicuramente è colpa mia, ma non sono riuscito ad andare oltre le 100 pagine di questo saggio, che ho trovato esageratamente annedotico.
    La sua illeggibilità deriva anche dalle numerose note ...continua

    Sicuramente è colpa mia, ma non sono riuscito ad andare oltre le 100 pagine di questo saggio, che ho trovato esageratamente annedotico.
    La sua illeggibilità deriva anche dalle numerose note dell'autore (in totale circa 100 pagine su meno di 500 totali) che fanno saltellare il lettore tra un segnalibro e l'altro ogni poche righe di testo.
    Mi spiace perché, ogni lettura interrotta, rappresenta per me una piccola sconfitta.

    ha scritto il 

  • 0

    mi è dispiaciuto non riuscire ad andare avanti nella lettura perchè l'argomento mi interessa.. ma dopo una ventina di pagine non riuscivo a seguirne il filo! per chi riesce a ricordare tanti nomi e ...continua

    mi è dispiaciuto non riuscire ad andare avanti nella lettura perchè l'argomento mi interessa.. ma dopo una ventina di pagine non riuscivo a seguirne il filo! per chi riesce a ricordare tanti nomi e tante date, ovviamente la cosa è soggettiva.. magari proverò a riprenderlo..

    ha scritto il