Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La storia di Erika

Di

Editore: C'era una volta...

4.6
(77)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 24 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8886144717 | Isbn-13: 9788886144711 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Illustratore o Matitista: Roberto Innocenti

Genere: Children , Fiction & Literature

Ti piace La storia di Erika?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Le mie quattro stelle sono riferite alla storia più che al libro visto che nel complesso non conterrà nemmeno 1000 parole. L'ho letto in una libreria una mattina che ero uscita prima da scuola, 5 minuti al massimo. Ci avrei messo un minuto se non ci fosse stata questa frase: "Nel suo viaggio vers ...continua

    Le mie quattro stelle sono riferite alla storia più che al libro visto che nel complesso non conterrà nemmeno 1000 parole. L'ho letto in una libreria una mattina che ero uscita prima da scuola, 5 minuti al massimo. Ci avrei messo un minuto se non ci fosse stata questa frase: "Nel suo viaggio verso la morte, mia madre mi scaraventò dentro la vita”. Mi ha letteralmente lasciata a bocca aperta, ancora ci penso...

    ha scritto il 

  • 5

    "Era il 1995, cinquanta anni esatti dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, quando incontrai la donna protagonista di questa storia."
    Con queste parole l'autrice Ruth Vander Zee introduce questo magnifico, lancinante racconto.

    ha scritto il 

  • 5

    La testimonianza di una storia vera. Le parole, scritte un rigo sì e uno no a significare un dramma profondo ed una faticoso viaggio nel ricordo, sono accompagnate dalle tavole sapientemente illustrate di Roberto Innocenti.
    Ci si ritrova catapultati negli scenari lugubri della stazione, con ...continua

    La testimonianza di una storia vera. Le parole, scritte un rigo sì e uno no a significare un dramma profondo ed una faticoso viaggio nel ricordo, sono accompagnate dalle tavole sapientemente illustrate di Roberto Innocenti.
    Ci si ritrova catapultati negli scenari lugubri della stazione, con gli ebrei che fanno la fila per essere caricati sul treno per quello che sarà un viaggio verso la morte. Sembra quasi di sentirla, Erika, che racconta ad una coppia di ascoltatori occasionali di come la madre, scagliandola fuori dal treno, l'ha salvata dall'Olocausto e si interroga sul destino dei suoi cari, oltre che sulla propria esistenza stessa. Triste, ma ricco di speranza, questo libro ha una copertina davvero particolare: al centro vi è intagliata una sagoma che si può staccare. E' la stella di David, che si colora in quel modo nel giallo intenso della risguardia. Lo stesso colore è quasi impercettibile nelle tavole in scala di grigi di Innocenti, ma spicca sulle stelle a sei punte cucite sugli abiti degli ebrei.
    Credo che i soli disegni sarebbero bastati da "lettura", Innocenti in questo è un maestro, e non credo di esagerare se considero La storia di Erika un tesoro dell'illustrazione. E' consigliato comunque anche e soprattutto agli adulti.

    ha scritto il