Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La strada che porta a domani

Di

Editore: Mondadori (Ingrandimenti)

3.3
(195)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 363 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale

Isbn-10: 8804406585 | Isbn-13: 9788804406587 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Franco Zanetti , Daniele Caroli ; Contributi: Nathan Myhrvold , Peter Rinearson

Disponibile anche come: Altri

Genere: Biography , Business & Economics , Computer & Technology

Ti piace La strada che porta a domani?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Lungimirante

    Ho letto questo libro quasi 20 anni dopo la sua pubblicazione e sono rimasto esterrefatto nel vedere come Bill Gates a suo tempo avesse già in mente tutte (o quasi) le tecnologie che abbiamo oggi intorno. Davvero una persona lungimirante.

    ha scritto il 

  • 3

    A patto che il libro sia stato realmente e interamente scritto dall'autore, e' un vero peccato che tutti i piu' "stravaganti" sviluppi dell'informatica nella società enunciati, siano bloccati da brevetti e copyright da esso stesso tirati in ballo agli esordi del software proprietario!! Rimane co ...continua

    A patto che il libro sia stato realmente e interamente scritto dall'autore, e' un vero peccato che tutti i piu' "stravaganti" sviluppi dell'informatica nella società enunciati, siano bloccati da brevetti e copyright da esso stesso tirati in ballo agli esordi del software proprietario!! Rimane comunque un visionario e consiglio la lettura (anche se ci sono rari errori nella traduzione) della prima meta' del libro a chi vuole conoscere parte della storia dell'informatica.

    ha scritto il 

  • 4

    un viaggio nel futuro.. quando il futuro lo siamo già vivendo

    complice il mio e-reader sono finalmente riuscita a mettere le mani su libri che la mia biblioteca non possedeva. è da tempo che mi ero segnata questo titolo, principalmente per curiosità. quando si parla tanto di un personaggio, nel bene e nel male, io istintivamente cerco di capire chi sia e co ...continua

    complice il mio e-reader sono finalmente riuscita a mettere le mani su libri che la mia biblioteca non possedeva. è da tempo che mi ero segnata questo titolo, principalmente per curiosità. quando si parla tanto di un personaggio, nel bene e nel male, io istintivamente cerco di capire chi sia e cosa faccia. e il modo migliore di farlo, se è possibile, è leggere quello che lui ha scritto.

    il libro è decisamente datato, è stato scritto nel 1995, ed ha avuto un discreto successo considerando che la prima edizione è nata nel mese di novembre e la seconda nel mese successivo. considerando che il libro raccoglie il punto di vista di bill gates riguardo le innovazioni che saranno legate alla tecnologia sicuramente risulta un libro "superato", ma per quanto mi riguarda è stato proprio questo il bello. un qualcosa di simile ad un viaggio nel tempo, nel futuro, ma vivendoci dentro.

    cerco di spiegarmi, anche se mi rendo conto che il mio punto di vista è piuttosto originale a riguardo: il libro è articolato in diversi capitoli, sono più o meno 600 pagine. si comincia dalle origini del mondo informatico e si prosegue con i dispositivi a disposizione della popolazione, passando per istruzione, investimenti e diverse sfaccettature dello stesso argomento.

    quando si legge della nascita del pc, sembra di leggere di un'era preistorica: oggi tutti abbiamo almeno un pc, connesso in rete. è la cosa più "normale" del mondo, spesso ignoriamo, soprattutto i più giovani, che inizialmente i computer erano grandi come delle stanze e in america si pagava per poterli usare per qualche ora, e non erano neanche collegati ad internet, che ancora non esisteva. quando il libro è stato scritto non si era ancora fermi a quel punto, il pc aveva iniziato a prendere piede, ma ancora pochi lo usavano. personalmente avevo 15 anni e non avevo nè telefonino nè pc. leggere che si sarebbe potuto telefonare da ogni luogo, che i pc sarebbero stati tutti connessi, che sarebbero stati usati per giochi e divertimento è strano, considerando che ora è la normalità. ma quando il libro è stato scritto era fantascienza.

    penso che se avessi letto il libro allora (ammesso che a 15 anni mi interessasse il punto di vista di bill gates...) non mi avrebbe affascinata come ora. troppe innovazioni, troppe novità, probabilmente lo avrei liquidato con "si, e poi gli elefanti si teletrasporteranno" e invece eccoci qui, nel 2012, molti anni dopo che il libro è stato scritto a vivere esattamente ciò che lui diceva. per me ha dell'incredibile! parla di dvd, film in streeming, progetti condivisi in rete, gruppi virtuali su diversi argomenti ordinati in forum e siti di aggregazione. canali televisivi tematici, pc a portata di tutti, e-reader e tablet. e lo faceva 27 anni fa, periodo in cui a malapena consideravo possibile salvare su floppy i dati ottenuti da esperimenti a scuola e programmavo in pascal...

    per quanto mi riguarda è stata una lettura piacevolissima, interessanti le difficoltà riguardanti la diffusione di internet e connessioni veloci, le implicazioni economiche, i retroscena dell'uscita di un programma pc. non nego che sia una lettura diversa dal classico romanzo, ma allo stesso tempo mi sento di consigliarvela senza dubbio. sono trattati così tanti argomenti, così tante innovazioni, così tanti punti di vista che sicuramente qualcosa vi interesserà.

    ha scritto il 

  • 3

    Il mio primo libro, letto con passione e comperato da me medesimo.. quando.. uhm, saranno boh, più di 12 anni fa! ai tempi del Win95 e di quando Zio Bill lo consideravo come una specie di bonzo divinatorio. Che bello vedere che altre 120 persone lo hanno segnato come letto.. Non ero il solo, ho v ...continua

    Il mio primo libro, letto con passione e comperato da me medesimo.. quando.. uhm, saranno boh, più di 12 anni fa! ai tempi del Win95 e di quando Zio Bill lo consideravo come una specie di bonzo divinatorio. Che bello vedere che altre 120 persone lo hanno segnato come letto.. Non ero il solo, ho vissuto sino a poco fa ripetendomi "copie vendute: 2. Io e sua moglie"..

    Comunque leggendolo si capisce quanto il signore fosse avanti, ma veramente avanti. E dopo 12 anni a conti fatti in effetti ci ha azzeccato quasi in pieno..

    ha scritto il 

  • 5

    Visionario. Bill Gates, nel 1995, ha scritto un libro che è stato in grado di anticipare quello che la tecnologia sta sviluppando oggi nel 2009. La mia è la prima edizione, so che ne ha poi fatte altre. Penso però che leggere la prima sia più affascinante, permettendo di godere della prospettiva ...continua

    Visionario. Bill Gates, nel 1995, ha scritto un libro che è stato in grado di anticipare quello che la tecnologia sta sviluppando oggi nel 2009. La mia è la prima edizione, so che ne ha poi fatte altre. Penso però che leggere la prima sia più affascinante, permettendo di godere della prospettiva di uno dei "pirati di Silicon Valley".

    ha scritto il 

  • 4

      這是比爾‧蓋茲十年前的作品,當時網路才剛開始應用,但是他已經在書中預測了未來十年的可能發展,在十年後的今天看來,幾乎都能準確命中,這其實是很不容易的,就算是各項技術成熟的今日,要精準地預測十年後資訊業會有什麼樣的光景,依然相當困難。要成為企業領導者,確實要有不平凡的眼光。

    ha scritto il