Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La strada per Agra

Di

Editore: Janus

4.0
(24)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 152 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000081639 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Teresa Frugiuele , Ingrid Næss

Disponibile anche come: Copertina rinforzata scuole e biblioteche

Genere: Fiction & Literature , History , Travel

Ti piace La strada per Agra?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    http://unesdoc.unesco.org/images/0021/002152/215286e.pdf

    Norvegese, per anni in India al seguito del marito cofondatore dell'Unesco, narra la storia a lieto fine di due bambini poveri tra i poveri con sconsolato commento finale su come nei paesi ricchi non si faccia abbastanza per quelli poveri.
    Per chi vuole informazioni sul contesto di provenienza de ...continua

    Norvegese, per anni in India al seguito del marito cofondatore dell'Unesco, narra la storia a lieto fine di due bambini poveri tra i poveri con sconsolato commento finale su come nei paesi ricchi non si faccia abbastanza per quelli poveri. Per chi vuole informazioni sul contesto di provenienza dell'autrice ho aggiunto il budget 2012-13 dell'Unesco comprensivo dei costi di chi lavora per questa grande organizzazione internazionale al servizio dell'umanità.

    ha scritto il 

  • 4

    Romanzo che non conoscevo nonostante sia stato un classico per ragazzi tradotto e pubblicato n 16 diversi paesi, e ha ricevuto vari premi per la lettertura. E'un romanzo molto semplice, ma il bello sta nei protagonisti, nella loro povertà, nella loro semplicità, nella loro forza. Tra le righe si ...continua

    Romanzo che non conoscevo nonostante sia stato un classico per ragazzi tradotto e pubblicato n 16 diversi paesi, e ha ricevuto vari premi per la lettertura. E'un romanzo molto semplice, ma il bello sta nei protagonisti, nella loro povertà, nella loro semplicità, nella loro forza. Tra le righe si legge un po' di India, della sua cultura delle sue caratteristiche, ma anche molta speranza per chi, con la speranza di poterrequentare una scuola, affronta centinaia di miglia per trovare un ospedale dove curarsi e rimanere un bambino normale. Un racconto che nella sua semplicità è molto profondo e commovente. Per tutti questi motivi credo che lo farò leggere anche alle mie figlie :)

    ha scritto il 

  • 0

    Una favola vera

    Rivolto all'infanzia, il racconto ha il sapore della fiaba, pur descrivendo, con una sintesi letteraria efficacissima e ricca di simboli, la reale condizione di una nazione come l'India, ex possedimento coloniale in bilico tra la cultura tradizionale e il progresso che avanza.
    Un bambino di dieci ...continua

    Rivolto all'infanzia, il racconto ha il sapore della fiaba, pur descrivendo, con una sintesi letteraria efficacissima e ricca di simboli, la reale condizione di una nazione come l'India, ex possedimento coloniale in bilico tra la cultura tradizionale e il progresso che avanza. Un bambino di dieci anni decide di affrontare un lungo e pericoloso viaggio attraverso l'India, per portare la sorellina Maya all'Ospeale di Agra, l'unico avanposto sanitario in grado di curare la malattia che ha colpito i suoi occhi fin quasi alla cecità. Solo così Maya potrà tornare a scuola e trasmettere ciò che impara al fratellino (che deve lavorare i campi e a scuola non può andare), insegnandogli a leggere e a scrivere. Desideri e sogni di bambini poveri che intuiscono la bellezza e la forza liberatoria della conoscenza. Molte avventure attendono i due viaggiatori lungo la strada per Agra, e un po' come accade al nostro Pinocchio, sono gli imbroglioni e i furfanti i primi ad approfittarsi e depredare i protagonisti delle loro povere cose, gettandoli nello sconforto. Ma sarà un altro bimbo come loro, un principe su un magnifico elefante, a costituire il Deux ex machina che ribalta la situazione e permette ai due bambini di concludere felicemente il viaggio. I rarissimi occhi azzurri di Maya rivedranno i colori e la vita sarà migliore per tutti. Per chi ha avuto coraggio e per chi è stato generoso, per chi ricerca il bene in un mondo indifferente. E la latitudine non conta più.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro che ho letto nella mia infanzia e che mi ha affascinato, coinvolta ed emozionato tantissimo,è uno di quei pochi romanzi che rileggerei volentieri.
    Lo consiglio vivamente.

    ha scritto il 

  • 5

    E' il primo libro che ricordo di aver letto: intorno a 8 anni, non capivo perchè avessero scelto proprio Agra, ma il fascino della dimensione del viaggio deve essermi nata così..

    ha scritto il