La strada stretta verso il profondo Nord

Voto medio di 40
| 13 contributi totali di cui 10 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Dorrigo Evans, medico di origine tasmaniana, è stato deportato in un campo di prigionia giapponese dove, insieme a molti connazionali, viene impiegato nella costruzione della Ferrovia della Morte, la linea ferroviaria tra Bangkok e la Birmania che av ...Continua
Serena
Ha scritto il 13/01/17

Un libro eccezionale che racchiude le pagine più belle ed emozionanti, ma anche quelle più crude e terrificanti che abbia mai letto. Davvero consigliato. 400 pagine che si leggono tutte d'un fiato.

nicce
Ha scritto il 29/08/16
La bella storia di un uomo, un medico e soldato fatto prigioniero durante la seconda guerra mondiale, che si rifiuta di smettere di aiutare la gente a vivere: non è un buon chirurgo, né una bella persona, ma non smette di fare ciò che può e deve. ...Continua
La Stamberga dei...
Ha scritto il 04/05/16
Di crimini efferati e genocidi è piena la storia. Eppure di alcuni, soprattutto se avvenuti al di là del Mar Nero, si parla molto poco. Portata alla ribalta - ma neanche tanto - da film come Il ponte sul fiume Kwai o dal recente Le due vie del destin...Continua
Fuliggians
Ha scritto il 23/02/16
l'autore ormai ha raggiunto una perfezione stilista che fa paura. Leggerlo è un grande piacere. La scelta della storia è poi sempre sfidante, un tema importante e molto vivo. Forse l'unico difetto che trovo è l'eccessiva perfezione della lingua che a...Continua
pic
Ha scritto il 06/11/15
Grandi pagine
Per farne un "capolavoro" gli manca una coerenza nell'insieme e paga qualche caduta (l'incendio? gli adulteri?), che però forse sono scelte programmatiche dell'autore. Ma diversi capitoli sono sì dei capolavori. Flanagan ha una capacità di timbri dav...Continua

Serena
Ha scritto il Jan 17, 2017, 09:30
Era giunto alla conclusione che un buon libro lascia sempre la voglia di rileggerlo, mentre un grande libro obbliga a rileggere la propria anima.
Pag. 35
Serena
Ha scritto il Jan 17, 2017, 09:28
Io sono una parte di tutto ciò che ho incontrato.
Pag. 27
Serena
Ha scritto il Jan 17, 2017, 09:25
In seguito il pianto sarebbe diventato l'affermazione di un sentimento, e i sentimenti l'unico metro della vita. I sentimenti erano diventati di moda, e le emozioni un teatro in cui la gente recitava senza più sapere chi era una volta scesa dal palco...Continua
Pag. 11

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi