La strada stretta verso il profondo Nord

Voto medio di 42
| 15 contributi totali di cui 12 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Dorrigo Evans, medico di origine tasmaniana, è stato deportato in un campo di prigionia giapponese dove, insieme a molti connazionali, viene impiegato nella costruzione della Ferrovia della Morte, la linea ferroviaria tra Bangkok e la Birmania che av ...Continua
Dani Mela
Ha scritto il 22/09/18
Seconda Guerra Mondiale, nel sudest asiatico. Un reparto di australiani, caduti in mano ai giapponesi, è costretto a sofferenze inenarrabili per costruire, in mezzo alla giungla, una linea ferroviaria che non entrerà mai in funzione (quella del Ponte...Continua
Chiara White
Ha scritto il 30/07/18
Ormai qualche anno fa, mi è capitato di assistere alla presentazione di questo volume al festival di Mantova ed è stata una delle presentazioni più belle alle quali ho assistito, un incontro denso delle emozioni dell’autore che parlava del padre, sca...Continua
Serena
Ha scritto il 13/01/17

Un libro eccezionale che racchiude le pagine più belle ed emozionanti, ma anche quelle più crude e terrificanti che abbia mai letto. Davvero consigliato. 400 pagine che si leggono tutte d'un fiato.

nicce
Ha scritto il 29/08/16
La bella storia di un uomo, un medico e soldato fatto prigioniero durante la seconda guerra mondiale, che si rifiuta di smettere di aiutare la gente a vivere: non è un buon chirurgo, né una bella persona, ma non smette di fare ciò che può e deve. ...Continua
La Stamberga dei...
Ha scritto il 04/05/16
Di crimini efferati e genocidi è piena la storia. Eppure di alcuni, soprattutto se avvenuti al di là del Mar Nero, si parla molto poco. Portata alla ribalta - ma neanche tanto - da film come Il ponte sul fiume Kwai o dal recente Le due vie del destin...Continua

Serena
Ha scritto il Jan 17, 2017, 09:30
Era giunto alla conclusione che un buon libro lascia sempre la voglia di rileggerlo, mentre un grande libro obbliga a rileggere la propria anima.
Pag. 35
Serena
Ha scritto il Jan 17, 2017, 09:28
Io sono una parte di tutto ciò che ho incontrato.
Pag. 27
Serena
Ha scritto il Jan 17, 2017, 09:25
In seguito il pianto sarebbe diventato l'affermazione di un sentimento, e i sentimenti l'unico metro della vita. I sentimenti erano diventati di moda, e le emozioni un teatro in cui la gente recitava senza più sapere chi era una volta scesa dal palco...Continua
Pag. 11

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi