La strada stretta verso il profondo Nord

Voto medio di 38
| 13 contributi totali di cui 10 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Dorrigo Evans, medico di origine tasmaniana, è stato deportato in un campo di prigionia giapponese dove, insieme a molti connazionali, viene impiegato nella costruzione della Ferrovia della Morte, la linea ferroviaria tra Bangkok e la Birmania che ... Continua
Ha scritto il 13/01/17
Un libro eccezionale che racchiude le pagine più belle ed emozionanti, ma anche quelle più crude e terrificanti che abbia mai letto. Davvero consigliato. 400 pagine che si leggono tutte d'un fiato.
Ha scritto il 29/08/16
La bella storia di un uomo, un medico e soldato fatto prigioniero durante la seconda guerra mondiale, che si rifiuta di smettere di aiutare la gente a vivere: non è un buon chirurgo, né una bella persona, ma non smette di fare ciò che può e deve.
Ha scritto il 04/05/16
Di crimini efferati e genocidi è piena la storia. Eppure di alcuni, soprattutto se avvenuti al di là del Mar Nero, si parla molto poco. Portata alla ribalta - ma neanche tanto - da film come Il ponte sul fiume Kwai o dal recente Le due vie del ...Continua
Ha scritto il 23/02/16
l'autore ormai ha raggiunto una perfezione stilista che fa paura. Leggerlo è un grande piacere. La scelta della storia è poi sempre sfidante, un tema importante e molto vivo. Forse l'unico difetto che trovo è l'eccessiva perfezione della lingua ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 06/11/15
Grandi pagine
Per farne un "capolavoro" gli manca una coerenza nell'insieme e paga qualche caduta (l'incendio? gli adulteri?), che però forse sono scelte programmatiche dell'autore. Ma diversi capitoli sono sì dei capolavori. Flanagan ha una capacità di timbri ...Continua
  • 2 mi piace

Ha scritto il Jan 17, 2017, 09:30
Era giunto alla conclusione che un buon libro lascia sempre la voglia di rileggerlo, mentre un grande libro obbliga a rileggere la propria anima.
Pag. 35
Ha scritto il Jan 17, 2017, 09:28
Io sono una parte di tutto ciò che ho incontrato.
Pag. 27
Ha scritto il Jan 17, 2017, 09:25
In seguito il pianto sarebbe diventato l'affermazione di un sentimento, e i sentimenti l'unico metro della vita. I sentimenti erano diventati di moda, e le emozioni un teatro in cui la gente recitava senza più sapere chi era una volta scesa dal ...Continua
Pag. 11

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi