La stranezza che ho nella testa

Voto medio di 185
| 41 contributi totali di cui 38 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Se c'è uno scrittore oggi in grado di raccontare le passioni, i tormenti, le energie che plasmano la vita degli uomini e delle città, quello è Orhan Pamuk.Un ragazzo ama una ragazza. Tutte le storie, anche quelle piú complicate, nascono da questa sem ...Continua
Francesco Giudici
Ha scritto il 13/05/18
Un altro grande di libro di Pamuk. Seguendo l'esistenza di Mevlut, venditore di boza, ripercorriamo i cambiamenti della Turchia, in special modo quelli che avvengono nella zona di Istanbul. Le tradizioni, le abitudini, in poche parole, la vita e ques...Continua
elalma
Ha scritto il 14/04/18
La boza è una bevanda dolce e anche un po' aspra, quasi certamente alcolica, che si vendeva di sera nelle strade di Istanbul. La storia del venditore di boza che a seguito del padre arriva a Istanbul per fare questo lavoro a cui rimarrà legato per tu...Continua
Nebbia
Ha scritto il 15/12/17
Questo libro è stata come una coccola: mi ci sono proprio accomodata e me lo sono letto con tranquillità e piacere. Racconta la vita di Mevlut, che a 12 anni si trasferisce da un paese di campagna dal padre a Istanbul per studiare e lavorare, e della...Continua
ElenaElle
Ha scritto il 12/09/17
Leggendo Istanbul, bevendo boza
Pamuk, ovvero dell'atto di fede che si fa ogni volta immergendosi nelle sue storie. Mevlut, eroe buono. Storia di un equivoco e di un matrimonio inaspettatamente felice. Ma soprattutto storia di una città, di un lungo scorcio di secolo, di speranze e...Continua
Cerrotorre
Ha scritto il 29/05/17

Finito!!! ... ma confermo: non è il mio genere


downisthenewup -...
Ha scritto il Mar 09, 2016, 16:29
L'altra questione ancora più grande era la solitudine che incombeva. A volte nelle sere d'estate, dopo avere guardato per ore la tv con le figlie, che nel frattempo si erano addormentate, Mevlut usciva a fare lunghe passeggiate. Le ombre delle foglie...Continua
Pag. 464
downisthenewup -...
Ha scritto il Mar 09, 2016, 16:25
[...] Era arrivato a capire che, quando gridava "Boo-zaa", le immagini che popolavano la sua mente mentre camminava prendevano forma anche nella testa della gente e che era per questo che lo invitavano a casa e gli compravano la boza. [...] Quand...Continua
Pag. 347
downisthenewup -...
Ha scritto il Mar 09, 2016, 15:53
Rayiha. A volte, nel cuore della notte, Mevlut si alzava dal letto, prendeva una sigaretta dal tavolo dall'altro lato della stanza, l'accendeva, scostava la tenda e fumava, lo sguardo sulla strada. Dal letto, dove ero coricata, lo vedevo grazie alla...Continua
Pag. 299

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi