La straniera

Di

Editore: TEA (TEAdue)

4.2
(2135)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 838 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Francese , Portoghese , Olandese , Svedese , Chi semplificata , Polacco , Ceco

Isbn-10: 8850206437 | Isbn-13: 9788850206438 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Valeria Galassi

Disponibile anche come: Copertina rigida , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Rosa , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La straniera?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
The Outlander Series 1

È il 1945. La seconda guerra mondiale finalmente è terminata, e Claire Randall, un'infermiera militare inglese, si riunisce al marito, dopo sette anni di lontananza, in una sorta di seconda luna di miele nelle Highlands scozzesi. Ma durante una passeggiata solitaria, visitando un antico circolo di pietre, la giovane donna si ritrova improvvisamente catapultata in un'altra epoca, in una Scozia settecentesca, dilaniata dalla guerra e dai conflitti tra clan. Nelle Highlands più selvagge e desolate, tra streghe e inquisitori, intrighi e passioni, Claire dovrà affrontare un susseguirsi di vicende che metteranno a rischio non soltanto la sua vita ma anche il suo cuore: l'incontro con un giovane e carismatico cavaliere scozzese la costringerà a una scelta radicale, tra due uomini e? due destini.
Ordina per
  • 3

    Primo romanzo di una serie fortunatissima , a metà tra un fantasy e un romanzo storico, è essenzialmente un libro di avventure, un tuffo nella cultura celtico/gaelica che l’autrice sa ben calibrare, ...continua

    Primo romanzo di una serie fortunatissima , a metà tra un fantasy e un romanzo storico, è essenzialmente un libro di avventure, un tuffo nella cultura celtico/gaelica che l’autrice sa ben calibrare, per far immergere il lettore in paesaggi bellissimi, colorati, ampie vallate, cupi boschi, e altrettanto tenebrosi laghi, pietre millenarie, cupe costruzioni, castelli dove vivono e sopravvivono i “clan” in eterna lotta per il potere. L’ambiente non è rasserenante, anche se non manca la bellissima storia d’amore tra i due protagonisti; e su tutto si stende un sottile senso di ansia, di attesa che pervade le situazioni e che mi sembra un segno distintivo. A parte queste descrizioni paesaggistiche non posso dire che il libro mi abbia molto impressionato. I personaggi mi sono sembrati dotati di una psicologia piuttosto scontata e semplice, anche gli stessi protagonisti; la scrittura della Gabaldon poi è certamente scorrevole e lineare ma molto spesso prevedibile. No, al momento penso di non proseguire con la lettura degli altri 12 o 13 libri,( mi sfugge il numero)!

    ha scritto il 

  • 5

    Una enfermera en el siglo XVII

    Toda una revelación de la novela romántica-histórica con mis dos grandes pasiones.Hacia tiempo que no devoraba así un libro ademas de conocer los lugares en donde se realiza la acción que ayuda a situ ...continua

    Toda una revelación de la novela romántica-histórica con mis dos grandes pasiones.Hacia tiempo que no devoraba así un libro ademas de conocer los lugares en donde se realiza la acción que ayuda a situarlo en el espacio físico. Me encanta y me emociona!!

    ha scritto il 

  • 5

    Libro unico per la sua bellezza

    A volte trovi libri talmente belli da assomigliare a una droga, sono quei libri che ti rapiscono l'anima e ti costringono a pensare più e più volte a ciò che hai letto; questo è uno di quei rari libri ...continua

    A volte trovi libri talmente belli da assomigliare a una droga, sono quei libri che ti rapiscono l'anima e ti costringono a pensare più e più volte a ciò che hai letto; questo è uno di quei rari libri. La trama è affascinante, come l'ambientazione e i personaggi, ben definiti e curati nei dettagli. Leggendo questo romanzo e i seguiti, ti affezioni a tutto e finisci per sentire così nitidamente le emozioni che provano i personaggi, che a un certo punto hai lo stomaco in subbuglio e non capisci come sia possibile. Per gli amanti dei romanzi storici, lo consiglio vivamente. La storia della Scozia viene trattata molto bene, offrendo la possibilità di approfondire un periodo della storia e un popolo che solitamente sono trattati in modo superficiale dai programmi delle nostre scuole, in maniera piacevole e mai noiosa o pesante. Io ho amato tutto di questo libro, ma mi mancano le parole necessarie a descriverlo, leggetelo e non ve ne pentirete.

    ha scritto il 

  • 5

    mi sono appassionato al libro dopo aver visto la prima stagione della serie tv. L'ho trovata appassionante, originale, ricca di suspense e colpi di scena. La protagonista inglese appena finita la seco ...continua

    mi sono appassionato al libro dopo aver visto la prima stagione della serie tv. L'ho trovata appassionante, originale, ricca di suspense e colpi di scena. La protagonista inglese appena finita la seconda guerra mondiale si trova in scozia con il marito e toccando una particolare pietra si ritrova nella scozia del diciottesimo secolo. Qui incontra numerosi personaggi e.... lascio a voi la scoperta!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Una storia d'amore; un amore tanto intenso quanto forse impossibile, vissuto in una dimensione temporale sconosciuta, ma familiare, incredibile, ma reale. Il primo romanzo della serie Outlander è uno ...continua

    Una storia d'amore; un amore tanto intenso quanto forse impossibile, vissuto in una dimensione temporale sconosciuta, ma familiare, incredibile, ma reale. Il primo romanzo della serie Outlander è uno scoppiettante racconto che si getta come un lupo affamato tra le emozioni e le sensazioni dei lettori, alla caccia di Claire e di Jamie e al loro amore unico tra clan, streghe e malvagi inglesi. L'Autrice ci trasporta in un mondo irreale, ma descritto in modo così efficace da farlo sembrare vero, reale, fisico. Ottimo intreccio, scene indimenticabili, che non scadono mai nella volgarità, ma solo nella passione travolgente di chi ama ed è amato. Da non perdere.

    ha scritto il 

  • 5

    Si è appena conclusa la seconda guerra mondiale, Claire e il marito Frank si sono concessi una seconda luna di miele per riconquistare l’intimità perduta a seguito della separazione forzata dovuta agl ...continua

    Si è appena conclusa la seconda guerra mondiale, Claire e il marito Frank si sono concessi una seconda luna di miele per riconquistare l’intimità perduta a seguito della separazione forzata dovuta agli eventi bellici; Claire, infatti, ha svolto il ruolo di infermiera e Frank ha fatto parte dell’esercito inglese.

    La breve vacanza, prima che Frank cominci il suo nuovo lavoro all’università di Oxford come docente di storia, si svolge in Scozia, precisamente ad Inverness. Durante la visita nelle Highlands scozzesi, i due coniugi si imbattono in una “piccola Stonehenge” che affascina entrambi per la sua imponenza.

    Un giorno Claire, appassionata di botanica, si reca al cerchio di pietre per raccogliere esemplari di erbe medicinali e fiori ma, avvicinandosi alla pietra centrale si rende conto che dalla spaccatura interna proviene uno strano ronzio. Ed è a quel punto che “La pietra urlò”.

    Claire si ritrova, così nel 1742 tra rozzi scozzesi a cavallo, armati di fucili e pugnali e abbigliati con il tipico kilt in tartan. La donna, ancora in preda allo shock, si ritrova faccia a faccia con il Capitano Randall, antenato e sosia del marito, che non ha certo una buona reputazione. Infatti, il suo primo istinto è quello di violentare Claire, salvata dall’improvviso e fortuito arrivo di un bel cavaliere dalla chioma fulva.

    Ed ecco che incontriamo il nostro protagonista maschile, Jamie del clan McKenzie.

    Claire è condotta, quindi, al castello di Leoch, dove il laird, Colum Mckenzie, cerca di capire chi sia quell’affascinante sconosciuta. Claire non può certo rivelare di venire dal futuro e si inventa una storia di un viaggio verso la Francia, che non convince il diffidente laird. Non sapendo come fare per tornare indietro, si adegua alla vita del castello e diventa, grazie alle conoscenze mediche e botaniche, la guaritrice del clan.

    La storia è molto lunga, ma per farla breve e non annoiare troppo soprattutto chi lo considererà un libro spazzatura, dico soltanto che Claire è costretta a sposare il giovane Jamie. I due, affascinati l’uno dall’altra, si innamorano perdutamente e vivranno una intensa storia d’amore.

    Ma la situazione è un po’ troppo complessa, su Jamie c’è una taglia ed è costretto a rimanere al castello di Leoch, protetto dagli zii, per evitare di finire nuovamente tra le grinfie del capitano Randall che, già in passato, lo ha frustato fin quasi alla morte. In realtà Jamie è il laird di Lallybroch, dove i due sposi riusciranno a fare una breve incursione.

    Purtroppo Jamie sarà arrestato e finirà nella prigione di Fort William, dentro le mura della quale si svolgerà la parte più cruda e commovente della storia….

    Lo dichiaro pubblicamente: questo libro mi ha conquistata completamente!

    E’ ricchissimo di eventi storici, tradizioni e leggende popolari. Si parla dei giacobiti, dell’indipendenza scozzese, degli strumenti e dei rudimenti medici dell’epoca, di stregoneria , di amore, di violenza fisica e psicologica.

    Ci si sente coinvolti nella storia, si prova empatia per i personaggi, si sorride, ci si arrabbia e si prova tenerezza.

    Beh, è vero c’è qualche eccesso che poteva essere evitato, ma c’è anche la maestria dell’autrice nella descrizione dei tormenti interiori e di inserimento, qua e là, di qualche frase azzeccatissima (secondo me).

    Quindi (chissenefrega) io gli attribuisco un voto altissimo.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per