Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La straordinaria invenzione di Hugo Cabret

Di

Editore: Mondadori

4.3
(1685)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 543 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Giapponese , Spagnolo , Chi semplificata , Olandese , Catalano , Francese , Sloveno , Portoghese

Isbn-10: 8804568674 | Isbn-13: 9788804568674 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Fabio Paracchini

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Comics & Graphic Novels , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La straordinaria invenzione di Hugo Cabret?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La luna, le luci di una città, una stazione affollata, due occhi spaventati. Le immagini a carboncino scorrono come in un cinema di carta fino a inquadrare il volto di Hugo Cabret, l'orfano che vive nella stazione di Parigi. Nel suo nascondiglio segreto, Hugo coltiva il sogno di diventare un grande illusionista e di portare a termine una missione: riparare l'autorna prodigioso che il padre gli ha lasciato prima di morire. Ma, sorpreso a rullare nella bottega di un giocattolaio, Hugo si imbatterà in Isabelle, una ragazza che lo aiuterà a risolvere un affascinante mistero in cui identità segrete verranno svelate e un grande, dimenticato maestro del cinema tornerà in vita...
Tra romanzo, graphic novel e storyboard, un libro in cui sono le parole a illustrare le immagini. Uno straordinario omaggio al cinema e ai sogni dei ragazzi in un'opera che rifiuta ogni definizione.
Ordina per
  • 4

    bella storia

    Essendomi piaciuto molto il film, ho deciso di leggere anche il libro.
    Piacevole e scorrevole, carina anche l'idea di corredare il testo con immagini.
    La storia di Hugo è appassionante perché racconta ...continua

    Essendomi piaciuto molto il film, ho deciso di leggere anche il libro.
    Piacevole e scorrevole, carina anche l'idea di corredare il testo con immagini.
    La storia di Hugo è appassionante perché racconta la storia di un bambino coraggioso, indipendente e determinato che si appassiona ai meccanismi, automi e illusionismo, scoprendo le origini della storia del cinema e il grande Georges Melies.

    ha scritto il 

  • 5

    Un film su carta

    Si tratta di un bellissimo romanzo ideato con fantastiche immagini che accompagnano perfettamente la storia.
    Sembra di essere davanti ad un cinema illustrato, comodamente seduti nel proprio divano di ...continua

    Si tratta di un bellissimo romanzo ideato con fantastiche immagini che accompagnano perfettamente la storia.
    Sembra di essere davanti ad un cinema illustrato, comodamente seduti nel proprio divano di casa.
    Lo stile è molto semplice e la lettura è davvero veloce, molte delle pagine sono fatte di soli disegni.
    Sono immagini semplicemente uniche, fatte con uno stile bellissimo e ben curate.

    Passiamo alla trama del libro.

    Hugo, il protagonista, è rimasto orfano.
    Suo padre prima di morire gli ha lasciato un robot, quest’ultimo era ridotto davvero male, ma Hugo fa di tutto per cercare di rimetterlo in funzione.
    Hugo dovrà imparare a rubare per poter sopravvivere e nel frattempo porterà avanti il lavoro di suo zio e cercherà di sistemare nel migliore dei modi quel speciale automa.
    Conoscerà Isabelle, una ragazzina che ha la sua stessa età. Attraverso questa amicizia entrambi scopriranno molte cose.
    Insieme conosceranno nei minimi particolari chi è realmente Méliés.

    È un libro che fa scatenare la fantasia, che fa sognare ad occhi aperti e che fa vivere al lettore tutte le sensazioni del protagonista.
    Lo so che si tratta di un libro per ragazzi, ma mi sento di consigliarlo anche a chi non è più bambino, ma si sente ancora piccolo nell’animo.

    Buona lettura e buona visione!

    “Sullo schermo sorgerà il sole fra pochi istanti e la macchina da presa inquadrerà una stazione nel cuore della città. In un atrio pieno di gente vedrete finalmente un ragazzo che si muove rapidamente. Seguitelo, perché quello è Hugo Cabret.”

    ha scritto il 

  • 4

    La straordinaria invenzione di Hugo Cabret

    Un libro di straordinaria bellezza. Buona parte del libro è raccontata per immagini, con dei disegni veramente stupendi, che non si accostano alla parola scritta ma la sostituiscono proprio.
    Una belli ...continua

    Un libro di straordinaria bellezza. Buona parte del libro è raccontata per immagini, con dei disegni veramente stupendi, che non si accostano alla parola scritta ma la sostituiscono proprio.
    Una bellissima esperienza di lettura, diversa dal solito.

    ha scritto il 

  • 4

    Viene indicato per giovani, ma quando l'ho sfogliato in libreria sono stato assolutamente rapito dalla bellezza dei disegni, così convinto anche dalla trama l'ho preso. Leggerlo è stato quasi come ved ...continua

    Viene indicato per giovani, ma quando l'ho sfogliato in libreria sono stato assolutamente rapito dalla bellezza dei disegni, così convinto anche dalla trama l'ho preso. Leggerlo è stato quasi come vedere una pellicola di Chaplin, la storia si alterna ad immagini come fosse cinema muto e quindi 500 pagine si leggono velocemente. La bellezza di questo libro non è tanto nello sviluppo degli eventi, anche questi molto godibili, bensì nell'atmosfera che risiede nelle pagine. Direi che anche un adulto può leggerlo.

    ha scritto il 

  • 4

    Come potrei descrivere un libro del genere se non dicendo che è adatto a tutte le età, se si vuole volare un pò con la fantasia e immergersi in tempi lontani e soprattutto a Parigi.
    Ho letto il libro ...continua

    Come potrei descrivere un libro del genere se non dicendo che è adatto a tutte le età, se si vuole volare un pò con la fantasia e immergersi in tempi lontani e soprattutto a Parigi.
    Ho letto il libro subito dopo aver visto il film e mi ha davvero catturato, per la storia innanzitutto ma anche per l'unione tra immagini e parole che hanno bisogno ognuna dell'altra.

    Lo consiglio caldamente a tutti anche se non me la sono sentita di mettere 5 stelle ma 4 sicuramente ne vale.

    ha scritto il 

  • 5

    "Se ti sei mai chiesto da dove vengono i tuoi sogni… Be’, è qui che vengono creati."
    Mai chiudere la porta ai sogni... neanche quando sembra che per essi non ci sia un futuro !
    Questa è la straordinar ...continua

    "Se ti sei mai chiesto da dove vengono i tuoi sogni… Be’, è qui che vengono creati."
    Mai chiudere la porta ai sogni... neanche quando sembra che per essi non ci sia un futuro !
    Questa è la straordinaria invenzione che Hugo Cabret porta alla scoperta in questa favolosa graphic novel magistralmente riprodotta al cinema da Martin Scorsese.
    Ho visto il film quasi due anni fa e solo adesso ho avuto il piacere di leggere e soprattutto "vedere" il libro che, in quanto a immagini, non mi ha fatto assolutamente rimpiangere l'immediatezza del film.
    La storia nella sua incantevole semplicità racconta di un ragazzino rimasto orfano che, aggiustando un vecchio automa scoperto dal padre all'interno di un museo, scopre che Georges Melies, un illusionista divenuto uno dei più importanti registi dei primi del '900, non è morto, come tutti credono, ma ha rinunciato alla sua più grande passione e si è lasciato andare ad una vita da piccolo commerciante dentro la stazione di Parigi.
    Riportando in vita una delle sue meravigliose invenzioni, Hugo renderà al grande Melies tutti gli onori che la storia della cinematografia gli ha sempre riservato, lasciando che il vecchio riscopra il significato del suo lavoro... permettere alla gente di sognare... di provare a vedere al di la della semplice immaginazione e dare una speranza all'idea che tutto sia possibile.
    E' una storia che si esprime per dialoghi e immagini, soprattutto immagini... la capacità di Selznick di rendere un sentimento di paura, gioia o vergogna attraverso un solo sguardo è semplicemente straordinaria e la storia, in sé e per sé bella ma sinteticamente raccontata, si riempie così di significato e profondità.
    Un plauso a parte merita l'edizione... un'impaginazione pregiata ed un fondo nero per ciascuna pagina. Ecco un libro che non potrebbe mai essere acquistato in formato ebook !

    ha scritto il 

Ordina per