La strega e il cavaliere

Di

Editore: lulu.com

3.2
(21)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 236 | Formato: eBook

Data di pubblicazione: 

Genere: Storia , Rosa , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La strega e il cavaliere?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Cosa fareste voi se vi scopriste in grado di poter leggere i pensieri altrui? Di avere premonizioni e di poter scagliare maledizioni? Viola decide di rifugiarsi per qualche tempo lontano da tutto e da tutti nella baita di famiglia sperduta tra le montagne. Ha bisogno di quiete e tempo per pensare, ma i suoi poteri, bizzarri e incontrollabili compiono per lei l'irreparabile: tramutano un falco in uomo. Una storia magica e senza tempo, di terre ed epoche perdute...
Ordina per
  • 4

    Ho iniziato a leggere questo libro pensando che fosse una lettura leggera e senza troppe pretese, invece si è rivelato un bel romanzo, superando di gran lunga le mie aspettative.
    Il libro narra la sto ...continua

    Ho iniziato a leggere questo libro pensando che fosse una lettura leggera e senza troppe pretese, invece si è rivelato un bel romanzo, superando di gran lunga le mie aspettative.
    Il libro narra la storia di Viola, giovane universitaria che fin da piccola scopre di possedere dei poteri magici e fino ad ora è sempre riuscita a tenerli sotto controllo. Adesso però non riesce più a gestirli e decide di andare a vivere per un po’ nella baita di famiglia per imparare a utilizzarli nel modo migliore. Nel bosco la sua attenzione si posa su un maestoso falco nero che spesso vola vicino alla baita, come se volesse controllarla. Grazie ad una premonizione Viola scopre che il falco è stato ferito da alcuni cacciatori e si precipita ad aiutarlo, però le cose si complicano e senza volerlo trasforma l’animale in un uomo. Dopo la sorpresa iniziale la protagonista scopre che il falco in realtà era un cavaliere medievale, Sir Ragnor, trasformato con un maleficio in rapace e deve tornare nella sua epoca per liberare il suo popolo dalla malvagia strega Endora.
    La storia d’amore che coinvolge Viola e Ragnor è molto dolce ma nello stesso tempo passionale. Lui la vuole già sposare dopo cinque minuti che l’ha conosciuta come dovrebbe fare un bravo cavaliere che si rispetti, lei invece è una donna moderna e non vuole concedere la sua mano ad un perfetto sconosciuto. Ragnor incarna il perfetto principe cortese, come ogni ragazza si immagina che sia: generoso, altruista, forte, coraggioso e capace di difendere la propria dama da tutto e tutti. Ovviamente nella realtà storica non è proprio così e forse avrei preferito leggere qualcosa di più oltre ai soliti stereotipi su un medioevo quasi perfetto, dove il male è relegato solo nel castello del principe nemico.
    Uno dei lati più positivi è che l’autrice è riuscita ad inserire diversi eventi nella trama che coinvolgono il lettore, rendendo il libro qualcosa di più di una semplice storia d’amore.
    La parte negativa non riguarda la storia in sé ma alcuni particolari inesatti che cambiano anche all'interno dello stesso capitolo e soprattutto diversi errori di ortografia, che rivelano una mancata revisione dell'opera. Inoltre all'inizio Ragnor parla e agisce come un cavaliere medievale, poi con lo scorrere della storia assume degli atteggiamenti che sono tipici del nostro tempo, come il sarcasmo. Mi sono piaciute le battute che rivolge a Viola e il rapporto malizioso che si instaura tra i due, ma nel contesto in cui è inserito il libro è troppo anacronistico.

    ha scritto il 

  • 3

    Il bacio tardò a finire e quando finì ne seguì un altro.

    Entrambi sapevano che quella poteva essere l'ultima volta,l'ultima volta in assoluto e le loro labbra,le loro mani,i loro stessi corpi si protendevano l'uno verso l'altro quasi a voler cancellare quel ...continua

    Entrambi sapevano che quella poteva essere l'ultima volta,l'ultima volta in assoluto e le loro labbra,le loro mani,i loro stessi corpi si protendevano l'uno verso l'altro quasi a voler cancellare quella forza che invece minacciava di separarli,quello stesso sogno che finendo li avrebbe divisi per forse non ricongiungerli più.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Mi è piaciuto tantissimo.
    Viola mi è piaciuta per il suo coraggio che ha dimostrato nello scoprire di essere una strega e di essere tornata indietro nel tempo.
    Ragnor mi è piaciuto tantissimo, incarna ...continua

    Mi è piaciuto tantissimo.
    Viola mi è piaciuta per il suo coraggio che ha dimostrato nello scoprire di essere una strega e di essere tornata indietro nel tempo.
    Ragnor mi è piaciuto tantissimo, incarna tutte le caratteristiche del cavaliere.
    Confesso che io Treulf non lo avrei nè liberato nè perdonato in quanto è per colpa del suo tradimento che Endora era diventata così malefica.
    Ho trovato molto divertente sia Mario, padre di Viola, che Gwendra. Merita di essere citato anche Lupo che a me veniva voglia di strapazzare di coccole.
    Marissa se l'è cavata anche troppo facilmente per i miei gusti.
    Ho trovato parecchi errori ortografici dovuti alla distrazione in quanto consistono in lettere invertite o al posto di quella giusta c'è quella vicina nella tastiera o altri errori simili.
    In conclusione mi è piaciuto molto, è scritto bene ed è molto avvincente fin dalle prime pagine.

    http://loscaffaledispider.blogspot.it/2014/07/recensione-la-strega-e-il-cavaliere-di.html

    ha scritto il 

  • 4

    Quattro stelle forse sono un po' tante, ma ho un bel ricordo di questo libro che ho letto un paio d'anni fa ormai, devo rileggerlo. Dovrei onestamente dire che la storia fa un po' acqua e lo stile anc ...continua

    Quattro stelle forse sono un po' tante, ma ho un bel ricordo di questo libro che ho letto un paio d'anni fa ormai, devo rileggerlo. Dovrei onestamente dire che la storia fa un po' acqua e lo stile anche, siccome però ho letto degli Harmony anche peggiori, tutto sommato non mi sento di stroncarlo!

    ha scritto il 

  • 2

    La storia non è male, i personaggi nemmeno. Un pò troppi luoghi comuni, ma qualche buona idea da salvare.

    Peccato i continui errori di battitura (evabbeh), i tanti errori di ortografia (inaccettabili) ...continua

    La storia non è male, i personaggi nemmeno. Un pò troppi luoghi comuni, ma qualche buona idea da salvare.

    Peccato i continui errori di battitura (evabbeh), i tanti errori di ortografia (inaccettabili), ma 'dare hai cani' con l'H è inguardabile davvero!

    Cara Laura, la tua storia mi è piaciuta..ma rileggere il pdf prima di pubblicarlo?
    Eppoi già che ci sono: come può una strega del 1300 dire 'siamo al capolinea?' capolinea di cosa, del tram?
    al prossimo romanzo (riveduto e corretto...^^)
    Artemisia

    ha scritto il 

  • 5

    Ho trovato questo libro per puro caso, nel corso di una delle mie ricerche di libri, e l'ho lasciato sul mio e-reader per un tempo fin troppo lungo! Finalmente mi sono decisa a leggerlo e ora mi picch ...continua

    Ho trovato questo libro per puro caso, nel corso di una delle mie ricerche di libri, e l'ho lasciato sul mio e-reader per un tempo fin troppo lungo! Finalmente mi sono decisa a leggerlo e ora mi picchierei per essere stata così stupida dal non farlo prima! Ma veniamo alla storia...
    Viola, una giovane ragazza, vive da troppo tempo una condizione di disagio: sa di avere dei poteri, ma non riesce a controllarli. Decide così di ritirarsi presso la baita della sua famiglia, alla ricerca di quelle risposte di cui necessita. Passano appena due giorni e già accade qualcosa di stranissimo: ha una visione, un falco nero colpito a morte da alcuni cacciatori. Viola non riesce a capirne il motivo, ma sente di doverlo salvare; quello che non immagina è che quel falco è in realtà un uomo, un cavaliere, che da 700 anni è vittima di una maledizione che lei riesce a spezzare. Ragnor, questo è il suo nome, è ferito e Viola si prende cura di lui guarendolo e sfamandolo. Ancora una volta intervengono i poteri di Viola, infatti la ragazza ha una nuova visione che vede protagonista sua madre, ormai morta da anni, mostrarle il nascondiglio di uno strano specchio. Al risveglio Ragnor e Viola lo recuperano, non sapendo però che questo provocherà un drastico cambiamento: entrambi vengono trasportati nel passato, esattamente 3 giorni dopo la trasformazione e conseguente scomparsa di Ragnor. Il cavaliere fa ritorno al suo feudo, accolto dalla gioia del popolo e dei suoi cavalieri, accampagnato dalla giovane strega giustamente spaesata dall'enorme cambiamento che la sua vita ha subito. Tuttavia Viola non si perde d'animo e presto tutti la ammireranno e la ameranno.
    Fin dal primo momento tra Viola e Ragnor è scattato qualcosa che entrambi non riescono ad ignorare, sembra essere amore. Il cavaliere è attraente e forte, si prende cura di Viola con molta premura, ed è chiaro a tutti che la ragazza è di sua esclusiva "proprietà". Il loro sentimento si evolve in modo graduale, trasformandosi in vero amore, un sentimento che riuscirà in seguito a salvarli.
    Come in ogni storia che si rispetti fa la sua comparsa il cattivo di turno, o meglio la cattiva: strega Endora, nonna di Viola, è determinata a soggiare la nipote ed il suo potere, cosa che non era riuscita a fare con Elena, la madre di Viola. Entrano in gioco nuovi personaggi, ognuno dei quali ha il proprio ruolo nella storia che ho trovato davvero molto ben strutturara e curata. Non voglio svelarvi altro per non rovinarvi la sorpresa nel caso decideste di leggere questo bel libro, tuttavia voglio spingervi a farlo perchè ne rimarreste davvero sorpresi!!!

    ha scritto il