Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La tempesta

By Juan Manuel de Prada

(69)

| Others | 9788876414749

Like La tempesta ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Alejandro Ballesteros, giovane docente d'arte, giunge in pieno inverno aVenezia, allagata e coperta di neve, per completare le sue ricerche sulmisterioso quadro del Giorgione, pittore rinascimentale. In soli quattrogiorni Ballesteros assiste all'assa Continue

Alejandro Ballesteros, giovane docente d'arte, giunge in pieno inverno aVenezia, allagata e coperta di neve, per completare le sue ricerche sulmisterioso quadro del Giorgione, pittore rinascimentale. In soli quattrogiorni Ballesteros assiste all'assassinio di un famoso falsario d'arte, siinnamora di una donna eccezionale e conosce personaggi tenebrosi vincolatidalla clandestinità e dal delitto. Tutto ciò nella cornice di una città dovearte e vita si confondono e dove nulla è come sembra.

22 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Venezia, Giorgione e sesso. Tre ingredienti da cui pure il primo eliminato da quell'oscenità che è Masterpiece riuscirebbe a cavare fuori qualcosa di più convincente di questa immensa boiata. Sotto ogni punto di vista questo romanzo non funziona. Dal ...(continue)

    Venezia, Giorgione e sesso. Tre ingredienti da cui pure il primo eliminato da quell'oscenità che è Masterpiece riuscirebbe a cavare fuori qualcosa di più convincente di questa immensa boiata. Sotto ogni punto di vista questo romanzo non funziona. Dal punto di vista del thriller, manca completamente la suspense, dal punto di vista del poliziesco, manca ogni tipo di indagine, dal punto di vista della storia dell'arte non c'è nessuna lettura interessante de La Tempesta. E via proseguendo passando per: una Venezia che è ridotta a meno di una scenografia, personaggi dipinti sciattamente e senza alcuno spessore psicologico plausibile (il movente dell'assassinio mi è ancora incomprensibile), una storia inconsistente, un mistero francamente non avvincente, ritmi lenti e ulteriormente rallentati da dialoghi , pensieri e considerazioni di nessun pregio, particolari sessuali o erotici morbosamente ridicoli ("la notte concentrata sul pube"?!!?! ma che diavolo significa?!?!? D'altra parte è l'autore di "Fiche " e di "Seni") Anche il dilemma - che si vuole presentare come centrale - dell'arte intesa come religione del sentimento o come espressione intellettuale è solo apparente e certamente mai risolto in un senso o nel'altro. In considerazione di tutto ciò è davvero comica la serietà con cui si prende l'autore nelle due pagine riservate ai ringraziamenti e alle avvertenze a fine libro non comprendendosi a quale delle due debbano ascriversi le indicazione del medesimo sul proprio romanzo (anche se suonano più come un ringraziamento...verso sé stesso). Che comunque è da evitare come la peste.

    Is this helpful?

    tom said on Apr 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "La tempesta" mi ha portato per le calli di Venezia,mi ha fatto riflettere e pensare in sintonia con i pensieri e le riflessioni del protagonista,perchè Venezia d'inverno è un altra cosa,anche se la vedi da sempre è sempre un altra cosa..."La tempest ...(continue)

    "La tempesta" mi ha portato per le calli di Venezia,mi ha fatto riflettere e pensare in sintonia con i pensieri e le riflessioni del protagonista,perchè Venezia d'inverno è un altra cosa,anche se la vedi da sempre è sempre un altra cosa..."La tempesta mi ha incalzato col succedersi degli avvenimenti.Come un buon noir in una città magica e d'inverno una storia appassionante gira attorno a più storie,proprio come il quadro del Giorgione,"La Tempesta"appunto...uno dei quadri più studiati e controversi per le sue mille allegorie,le sue infinite interpretazioni...l'ho letto che fuori pioveva ancora e,a 40km da Venezia respiravo le stesse sensazioni di una città che come il suo famoso quadro nulla è proprio come sembra...Un bel libro come del resto si sono confermati tutti gli altri di juan M. De Prada.

    Is this helpful?

    LucBon71(de una Luna o una sangre o un beso al cabo) said on Oct 4, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sto andando avanti, ma a parte il tema , un giallo che gira attorno a un'opera d'arte, la lettura è lenta come il ritmo come il tempo di Venezia descritto dall'autore

    Is this helpful?

    Felicita said on Oct 3, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    MIstero nel mistero

    Da sempre "La Tempesta" di Giorgione scatena ipotesi e solletica il mistero. Ho visto e rivisto il quadretto - perché tale è o forse sono io che lo immaginavo grande grande - ma si vede che non ho l'occhio del critico d'arte: non ci vedo nulla di mis ...(continue)

    Da sempre "La Tempesta" di Giorgione scatena ipotesi e solletica il mistero. Ho visto e rivisto il quadretto - perché tale è o forse sono io che lo immaginavo grande grande - ma si vede che non ho l'occhio del critico d'arte: non ci vedo nulla di misterioso, guardo una donna che mi guarda, vedo un uomo che guarda - vigila ? - la donna che tiene tra le braccia un bimbo, mi immergo nel paesaggio immobile e silente e mi sento sulla pelle il temporale che si scatena alle loro spalle. Per me l'arcano sta tutto qui, in come riesca un quadro dipinto secoli fa a farmi provare una sensazione tanto viva da essere vera.
    Il libro l'ho letto e dimenticato. Il che è tutto dire.

    Is this helpful?

    Boba said on Jul 26, 2011 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Nel complesso è un libro interessante. Barocco, misterioso, un po' opprimente, proprio come Venezia in pieno inverno. O come il quadro di Giorgione che il protagonista del giallo dovrebbe studiare.

    Is this helpful?

    Lithops said on Nov 14, 2010 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book