La tempesta alla porta

Di

Editore: Neri Pozza (I narratori delle tavole)

3.1
(7)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 378 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8854504548 | Isbn-13: 9788854504547 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Stefano Bortolussi

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Salute, Mente e Corpo

Ti piace La tempesta alla porta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
A casa Merrill, le riunioni di famiglia hanno un esito obbligato: la messa in scena della mitologia di Frederick Merrill. Un uomo avventuroso, tragico, brillante, con un'esistenza fuori del comune per le figlie. Un donnaiolo, un alcolizzato dalle passioni maniacali per Katharine, sua moglie. I racconti sembrano allora di volta in volta gloriose pagine di epica o struggenti resoconti di una vita votata al disastro. Per Frederick Merrill, tuttavia, la lunga storia delle cose da lui pensate e fatte non è altro che una meravigliosa teoria di atti poetici e radiosi. Persino quella sera, la fatidica sera che gli ha permanentemente alterato gli anni che gli restano da vivere su questo pianeta, appartiene per lui alla più pura poesia. Annoiato dal grigiore e dall'ipocrisia di parenti e amici, si è allontanato da un insulso party in cui non restava altro che bere, indossando soltanto un impermeabile. Sulla Route 109 ha aperto l'impermeabile al passaggio di ogni singola automobile, per suscitare ilarità o qualche comica espressione di sdegno. Il giorno dopo si è ritrovato alla Mayflower Home, l'aristocratico ospedale psichiatrico dove sono rintanati i matti dell'alta società bostoniana. Costretto a vivere, a soli quarant'anni, la più assurda e ridicola condizione per un uomo attraente, appassionato e intelligente come lui: essere un matto tra i più illustri matti della ridente nazione americana dei primi anni Sessanta.
Ordina per
  • 4

    Il libro prende spunto da una storia realmente accaduta nella famiglia dell'autore. Si parla della malattia mentale, delle sue ricadute sulle persone care, della spaventosa carenza di conoscenze e di ...continua

    Il libro prende spunto da una storia realmente accaduta nella famiglia dell'autore. Si parla della malattia mentale, delle sue ricadute sulle persone care, della spaventosa carenza di conoscenze e di strumenti che fino a pochi anni fa spingevano le persone etichettate come "matti" nell'inferno dei manicomi, aggravandone le condiZioni e precludendo qualsiasi via d'uscita. Io ricordo ancora le lotte di Basaglia, gli orrori che ancor oggi emergono dalle strutture dove vengono segregate persone segnate da debolezze familiari e affettive e dal rifiuto che la societa oppone loro. La storia che viene raccontata e' molto coinvolgente, a tratti ironica e leggera, a volte tragica e senza speranza.

    ha scritto il