La terra degli albi. Il cavaliere degli elfi

Di

3.7
(10)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 608 | Formato: Altri

Isbn-10: 8834426274 | Isbn-13: 9788834426272 | Data di pubblicazione: 

Ti piace La terra degli albi. Il cavaliere degli elfi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 1

    Fantasioso

    Nel secondo volume leggiamo che sono trascorsi molti anni da quando è scoppiata la guerra degli elfi e degli abitanti del Fiordo contro la Chiesa di Tjured. Anni in cui nessuno è riuscito a fermare l’ ...continua

    Nel secondo volume leggiamo che sono trascorsi molti anni da quando è scoppiata la guerra degli elfi e degli abitanti del Fiordo contro la Chiesa di Tjured. Anni in cui nessuno è riuscito a fermare l’avanzata dei potenti cavalieri dell’Ordine. Anni in cui la speranza di trovare la dimora dell’ultima sovrana della Terra del Fiordo è andata spegnendosi lentamente: Gishilde, rapita dai cavalieri dell’Ordine, è scomparsa.
    Ma la principessa è ancora viva. Sotto stretta sorveglianza, viene educata come novizia nella fortezza di Valloncour affinché un giorno scenda in campo come guerriera contro la sua patria pagana. Gishilde si oppone con coraggio agli insegnamenti e alle atroci punizioni dei cavalieri dell’Ordine, finché uno di loro riesce a conquistare la sua fiducia e anche il suo cuore: Luc, un novizio dotato di inquietanti poteri magici che gli promettono un grande futuro all’interno della Chiesa. Quando Gishilde sceglie Luc, il destino dei Figli degli Albi sembra segnato. In quel momento, un misterioso messaggio giunge nel regno degli elfi…
    Anche questo romanzo come tutti i precedenti che hanno come protagonista il popolo degli elfi hanno avuto un successo straordinario in Germania e hanno colpito favorevolmente molti nostri lettori in quanto di tutte le creature che popolano i vari mondi del fantasy, gli elfi sono quelli più misteriosi e inavvicinabili, con un fascino enigmatico tanto che sembrano incarnare un desiderio di bellezza e di eterna giovinezza.

    ha scritto il