Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La torta in cielo

Di

Editore: Einaudi Ragazzi

4.3
(317)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 116 | Formato: Altri

Isbn-10: 8879260634 | Isbn-13: 9788879260633 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Children , Comics & Graphic Novels , Fiction & Literature

Ti piace La torta in cielo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    E’ una mattina come le altre nella città di Roma? Certo che no!


    Nel cielo della città, infatti, appare improvvisamente un oggetto enorme non facilmente identificabile.


    Sono arrivati i marziani? E’ questo il timore della gente comune, ma soprattutto delle autorità che impongono a tut ...continua

    E’ una mattina come le altre nella città di Roma? Certo che no!

    Nel cielo della città, infatti, appare improvvisamente un oggetto enorme non facilmente identificabile.

    Sono arrivati i marziani? E’ questo il timore della gente comune, ma soprattutto delle autorità che impongono a tutti gli abitanti della borgata di rimanere chiusi in casa fino a nuovo ordine.

    Ma Paolo e Rita, due dei bambini della borgata, non hanno certo paura di quell’oggetto che assomiglia più a una torta, che a un’astronave aliena! E così eludono la sorveglianza degli adulti e riescono a raggiungere il misterioso oggetto e a scoprire tutti i segreti che esso nasconde al suo interno.

    Questa è una storia per bambini, ma chi o cosa può vietarne la lettura agli adulti? E quindi, detto fatto: lettura effettuata in poche ore!

    Una storia molto carina e gradevole che strappa un bel sorriso e insegna ai bambini l’importanza della “dolcezza”, ma niente di eccezionale.

    ha scritto il 

  • 4

    i bambini degli anni '60

    Ecco, mi ricordo che l'ho letto la prima volta a puntate sul corrierino dei piccoli che correvo a prendere ogni domenica all'uscita della Messa dal giornalaio proprio davanti alla chiesa di Coverciano. Rileggerlo mi ha fatto un po' di tenerezza a pensare a quei bambini del racconto che ora sarann ...continua

    Ecco, mi ricordo che l'ho letto la prima volta a puntate sul corrierino dei piccoli che correvo a prendere ogni domenica all'uscita della Messa dal giornalaio proprio davanti alla chiesa di Coverciano. Rileggerlo mi ha fatto un po' di tenerezza a pensare a quei bambini del racconto che ora saranno coi capelli bianchi come me, alcuni già nonni, altri voltati in cielo. Quei bambini hanno vissuto, se pure con l'innocenza dell'infanzia, un periodo che si chiamò "Guerra fredda" quando il pericolo della terza guerra mondiale non era remoto e missili atomici stavano puntati e pronti a partire. Si facevano esperimenti nucleari sugli atolli, sopra e sotto terra. Quindi quando leggevano del professore che trasformava i funghi atomici in millefoglie i bambini si rasserenavano e pregustavano il dessert che allora veniva messo in tavola solo per le feste importanti. Nonni raccontatelo! chissà se i nipotini ci crederanno..

    ha scritto il 

  • 0

    Per bambini dai 9 anni. Storia carina e originale. Ma di Rodari preferisco i racconti brevi.
    Per romanzi o racconti lunghi, nella letteratura per l’infanzia, mi sembra che i classici rispetto ai moderni abbiano una marcia in più, ma è un parere da ex bambina, non da esperta.
    [Rai 3. Ad alta voce. ...continua

    Per bambini dai 9 anni. Storia carina e originale. Ma di Rodari preferisco i racconti brevi. Per romanzi o racconti lunghi, nella letteratura per l’infanzia, mi sembra che i classici rispetto ai moderni abbiano una marcia in più, ma è un parere da ex bambina, non da esperta. [Rai 3. Ad alta voce. Tempo 1 ora. Lettura di Manuela Mandracchia]

    ha scritto il 

  • 5

    il mio primo libro_non è una vera review!

    ricordo che non mi piaceva affatto leggere... mi piaceva di più giocare con le costruzioni, fare altre cose... poi avrò fatto la seconda elementare o la terza, la maestra Anna, ci "invitò" ciascuno a prendere un libro dall'armadietto e leggerlo... questo di Rodari è stato il mio primo libro: ho c ...continua

    ricordo che non mi piaceva affatto leggere... mi piaceva di più giocare con le costruzioni, fare altre cose... poi avrò fatto la seconda elementare o la terza, la maestra Anna, ci "invitò" ciascuno a prendere un libro dall'armadietto e leggerlo... questo di Rodari è stato il mio primo libro: ho capito che le parole che leggi ti smuovono qualcosa dentro, son capaci di toccarti parti profonde di te.. che tu ancora non conosci... hanno il dono di farti vedere mondi magici, che non avresti mai immaginato, puoi conoscere personaggi che son così reali che quasi ti sembra di conoscere veramente.. puoi viaggiare, provare emozioni nuove.. e da allora mi son detta... magari ci sono altri libri con altre belle storie dove non ciu son torte ma magari ci sarà altro.. e da allora non ho più smesso... ♡♡♡

    ha scritto il 

  • 5

    (Einaudi Ragazzi #9) Questa storia e' molto carina. Sarebbe bello a cambiare le bombe atomiche dentro le torte. Qualche volte i ragazzi sembra piu intelligente di quello che gli adulti, ci vediamo tra questo discussione tra un ragazzo e il professore:


    - Puoi immaginare come rimasi quando s ...continua

    (Einaudi Ragazzi #9) Questa storia e' molto carina. Sarebbe bello a cambiare le bombe atomiche dentro le torte. Qualche volte i ragazzi sembra piu intelligente di quello che gli adulti, ci vediamo tra questo discussione tra un ragazzo e il professore:

    - Puoi immaginare come rimasi quando scoprii che tutti i miei studi e l'importantissimo esperimento ordinato dal mio governo (a costruire una bomba atomica) erano risolti, per un banale errore, in una torta - Che sciocchezza, scusi. Io mi sarei sentito l'uomo piu' fortunato del mondo. A lei non piacciono i dolci? - Certro che mi piacciono. Li adoro. Anche i miei bambini li adorono. - Ah, lei ha dei bambini. - Ne ho due, uno piu' bello e piu' caro dell'altro - E fabbrica bombe...

    ha scritto il 

  • 5

    Rodari diverte e usa sapientemente la lingua. In questo caso va anche oltre. L'immagine finale delle migliaia di bambini che si dirigono verso la torta è di grande effetto "visivo" (ne vedrei bene una versione cinematografica, un cartone animato magari). C'è poesia e genialità nel messaggio, semp ...continua

    Rodari diverte e usa sapientemente la lingua. In questo caso va anche oltre. L'immagine finale delle migliaia di bambini che si dirigono verso la torta è di grande effetto "visivo" (ne vedrei bene una versione cinematografica, un cartone animato magari). C'è poesia e genialità nel messaggio, semplice ma non stucchevolmente moralista: le torte al posto delle bombe (mi sarebbe piaciuto come titolo). Arriva al cuore, un po' alla maniera del 'Piccolo Principe'.

    ha scritto il 

  • 4

    Icaro chiama Diomede

    Avevo molti libri di questa e altre collane Einaudi per ragazzi, Rodari era il mio preferito e questo libro era il mio preferito di Rodari. Tutti i bambini dovrebbero leggerlo e godere delle illustrazioni di Munari.

    ha scritto il 

  • 4

    Un classico di Gianni Rodari in cui i bambini salvano la situazione e sono gli unici che offrono una visione concreta della realtà, senza preconcetti e artifici di alcun tipo. Da leggere (o da far leggere) a banbini della Scuola Elementare.

    ha scritto il