La traccia dell'angelo

Voto medio di 583
| 145 contributi totali di cui 124 recensioni , 21 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
«Un angelo non c’è sempre. Se no, non è un angelo. La sua prerogativa è che qualche volta arriva e qualche volta ti abbandona. Ecco l’essenza, la traccia dell’angelo».
Un Natale degli anni Cinquanta. Tutta la famiglia è riunita intorno all’albero
...Continua
steam engenius
Ha scritto il 06/07/16
http://www.scaffalivirtuali.altervista.org/index.php?bookid=375
L'impatto con questo libro mi ha inaspettatamente sorpreso per la sua forza e durezza. L'autore ha scritto questa storia in un periodo non facile, e pur mantenendo l'ironia che lo contraddistingue, quest'opera è tutt'altro che leggera come tutte le a...Continua
Piscycat
Ha scritto il 26/01/16
delusione

non sembra nemmeno scritto da Benni... una tristezza infinita sia per lo stile irriconoscibile che per la trama e i personaggi. Dimenticherò questo libro quale fan decennale di Benni!

Massimo Semprini
Ha scritto il 05/01/16

La vita di un uomo dall'incidente della persiana sulla testa in poi.
Scrittura impeccabile, stile di alto livello.
Incursioni nel fantastico, e squarci di durissima realtà.

Milena
Ha scritto il 13/10/15
lentissimo e troppo surreale

Una fatica immensa

Mina Vagante
Ha scritto il 25/10/14
Un piccolo gioiello trovato per caso tra gli scaffali della Feltrinelli. L'ultimo in tutta la libreria. Amaramente ironico, a tratti sprezzante ed estremamente coinvolgente. Dietro la storia di un incidente casalingo e i pellegrinaggi verso ospedali...Continua

Giaspin83
Ha scritto il Aug 31, 2012, 22:42
Lo so Roby, vuoi vivere maledetto fino in fondo. Solo così si accorgono di te. Ma la gente non ama stare vicino a chi soffre troppo. Resterai solo. - Ma è la dannazione di chi è diverso, di chi non vuole essere come tutti, è il genio… - Pensaci bene...Continua
*Midori Kobayashi*
Ha scritto il Dec 11, 2011, 12:40
Il mondo è un enorme ospedale. Tutti cerchiamo di guarire, di non soffrire troppo, di uscirne vivi ancora una volta, di cambiare qualcosa per sempre.
Pag. 74
*Midori Kobayashi*
Ha scritto il Dec 11, 2011, 12:34
Andare a visitare un malato è atto nobile e breve, si sa che si è di passaggio, una parola di conforto e poi torni fuori. Stargli vicino davvero, ogni istante, è ben più difficile.
Pag. 96
*Midori Kobayashi*
Ha scritto il Dec 11, 2011, 12:33
Dio è ciò che si fa in nome di Dio.
Pag. 30
*Midori Kobayashi*
Ha scritto il Dec 11, 2011, 12:28
Il momento in cui ci accorgiamo che lasceremo qualcosa dietro di noi, gioia per gli altri, sollievo, un quadro, un seme, un sacrificio, una risata, non siamo passati invano. Abbiamo guarito.
Pag. 91

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi