Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La trama del matrimonio

By Jeffrey Eugenides

(28)

| Hardcover

Like La trama del matrimonio ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

342 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Mi sono avvicinata a questo romanzo con tanta curiosità e qualche aspettativa, dopo essermi imbattuta mesi fa nel piacevolissimo incontro con Le vergini suicide, che mi aveva colpita e toccata profondamente. Insomma, se un autore non lo si può giudic ...(continue)

    Mi sono avvicinata a questo romanzo con tanta curiosità e qualche aspettativa, dopo essermi imbattuta mesi fa nel piacevolissimo incontro con Le vergini suicide, che mi aveva colpita e toccata profondamente. Insomma, se un autore non lo si può giudicare da un solo romanzo, speravo di poter trovare qui una conferma delle impressioni più che positive che Eugenides mi aveva suscitato.
    Insomma, ho cominciato a leggere con l'animo decisamente bendisposto. E forse è stato questo a “fregare” Jeffrey, perché accanto al mio animo bendisposto, inevitabilmente, anche l'aspettativa cresceva, e quando alla fine mi sono resa conto che questa aspettativa non era stata per niente rispettata la delusione è stata forse più cocente.
    Certo non posso nemmeno dire che La trama del matrimonio non mi sia per niente piaciuto, sarebbe una bugia: Eugenides sa scrivere, ha uno stile scorrevole che prende per mano il lettore e lo invita a gettarsi a capofitto nelle sue trame, il libro si fa leggere con piacere e non si sente il bisogno di staccare dopo poco, i temi sono potenzialmente interessanti e fecondi... eppure qualcosa non va.
    La trama di questo matrimonio - di questa relazione tra la bella Madeleine, ragazza di buona famiglia, vittorianista, studentessa brillante ma non eccezionale, con Leondard, giovane dall'intelligenza sopra le righe, tormentato dalla psicosi maniaco-depressiva, e infine Mitchell, giovane appassionato di religione, alla ricerca di sé stesso, di una sua identità spirituale e non solo, follemente innamorato dell'ideale di una donna - fatica ad essere concepita come vera e propria trama. Non è un intreccio di fili diversi volta a formare un tessuto unitario, ma piuttosto sembra un dipanarsi di fili in direzioni diverse, colma di divagazioni, con a volte qualche intreccio, certo, ma non basta un nodo a formare un tessuto. Sembra quasi che Eugenides abbia voluto cercare di infarcire il suo romanzo di tutto, di tantissimi temi e spunti (la complessità delle relazioni, la malattia mentale, il viaggio spirituale, la semiotica, critica letteraria...) fino a perdere le redini della sua stessa trama. E' come se lo stesso Eugenides fosse rimasto travolto dalla mole di temi che avrebbe voluto trattare, che alla fine gli sfuggono di mano e si confondono, si mescolano e perdono la forza che potenzialmente potrebbero avere.
    Ed il castello di carte crolla.
    Restano sprazzi, spunti, scene che trovano forza e si imprimono nella mente del lettore, ma si tratta solamente di momenti. Nel complesso l'intero romanzo si rivela una bolla di sapone: qualcosa di curioso, di piacevole, ma di talmente effimero da scoppiare senza lasciare tracce evidenti nelle sensazioni del lettore (e questo sia in positivo che in negativo).
    Eppure non voglio pensare che Le vergini suicide sia l'eccezione per quanto riguarda Eugenides, quindi seguirò i consigli delle tante recensioni che esortano a “dimenticare” questa Trama del matrimonio per dare importanza a quello che viene acclamato come il capolavoro di Jeffrey, Middlesex, e speriamo in bene.

    Is this helpful?

    Jessamine said on Jul 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un romanzo che resta molto al di sotto delle aspettative. L’imitazione in chiave moderna e leggermente banalizzata del romanzo vittoriano, che – pur lasciandosi leggere piuttosto gradevolmente – lascia poca traccia di sé, e dei suoi personaggi, perch ...(continue)

    Un romanzo che resta molto al di sotto delle aspettative. L’imitazione in chiave moderna e leggermente banalizzata del romanzo vittoriano, che – pur lasciandosi leggere piuttosto gradevolmente – lascia poca traccia di sé, e dei suoi personaggi, perché manca il colpo d’ala, nelle tematiche affrontate, nelle storie narrate, nelle descrizioni dei personaggi. E talvolta troppe sono le assonanze con altri romanzi (ad esempio, la protagonista sembra tanto simile all’eroina di Miele di Ian McEwan – anche se McEwan è uscito un anno dopo…, ma con risultati migliori!).

    Is this helpful?

    Perferobdura said on Jun 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Eugenides e il romanzo della depressione bipolare

    Un buon libro. Eugenides analizza una parte del corso della vita di tre personaggi. Lui, lei, l'altro. Lui è uno studente brillante malato di depressione bipolare, lei è la ricca borghese americana che tanto brillante non è ma nemmeno tanto stupida, ...(continue)

    Un buon libro. Eugenides analizza una parte del corso della vita di tre personaggi. Lui, lei, l'altro. Lui è uno studente brillante malato di depressione bipolare, lei è la ricca borghese americana che tanto brillante non è ma nemmeno tanto stupida, l'altro è alla ricerca di se stesso innamorato pazzo di una donna che non avrà. Io lo consiglio perché è uno dei pochi romanzi ben scritti che mi sono capitati negli ultimi tempi.

    Is this helpful?

    Minorarcana said on Apr 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Questo libro val la pena di esser letto anche solo per il finale.

    Is this helpful?

    bàrnabo said on Apr 12, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    middlesex è un'altra 'roba'

    certo, middlesex è di tutt'altra pasta, ma anche questo non è affatto male. L'unica obiezione che mi sento di muovere è che forse un pò di pagine le poteva risparmiare..

    Is this helpful?

    livia said on Feb 27, 2014 | Add your feedback

  • 27 people find this helpful

    Tainted Love (Amore Contaminato)

    Subito un ghigno compiaciuto per la citazione iniziale:
    -Nessuno si innamorerebbe se non avesse mai sentito parlare dell’amore. (FRANÇOIS DE LA ROCHEFOUCAULD)
    Il barone è un radiologo dell'animo umano, le sue massime sono le mille lire che ho speso ...(continue)

    Subito un ghigno compiaciuto per la citazione iniziale:
    -Nessuno si innamorerebbe se non avesse mai sentito parlare dell’amore. (FRANÇOIS DE LA ROCHEFOUCAULD)
    Il barone è un radiologo dell'animo umano, le sue massime sono le mille lire che ho speso meglio in vita mia. (*1)
    Ho iniziato con ottima predisposizione d'animo, per accorgermi, dopo un centinaio di pagine, che erano le numerose citazioni di altri libri che mi spingevano a proseguire e non la trama (del matrimonio).
    Ecco un esempio da Frammenti di un discorso amoroso di Roland Barthes
    Ciò che qui si è potuto dire dell’attesa, dell’angoscia, del ricordo, non è mai altro che un modesto supplemento offerto al lettore affinché se ne impossessi, vi aggiunga del suo, vi tolga ciò che non gli serve e lo passi ad altri: intorno alla figura, i giocatori si passano un anello; talora, con un’ultima parentesi, l’anello viene trattenuto ancora un istante, prima di passarlo. (Idealmente, il libro sarebbe una cooperativa: “Ai Lettori – agli Innamorati – Riuniti”.)
    E' un libro dove si dibatte sulla letteratura, e dove la letteratura fa da sfondo. La trama del matrimonio è l'argomento della tesi di laurea di Madeleine, la protagonista, e questi sono i suoi autori preferiti: Jane Austen, George Eliot, Edith Wharton ed Henry James . Quella trama si mescolerà con la sua vita. Gli interpreti principali saranno i suoi innamorati Mitchell e Leonard. La vicenda si sposterà in Europa (belle le pagine su Parigi e Atene) ed in India.
    Rimpiangere di non aver vissuto gli anni Sessanta sembrava obbligatorio, un sentimento che Madeleine non capiva. Aveva l’impressione che le fossero state risparmiate un mucchio di sciocchezze, che pur ereditandone le conquiste la sua generazione avesse preso le distanze da quel decennio, salvandosi dal doloroso contraccolpo di risvegliarsi, da militante maoista, moglie e madre nei quartieri residenziali di Beverly, Massachusetts
    Siamo nei primi anni '80 e questa è un'eredita che ricordo bene anch'io, nonostante qui da noi, al posto del Massachusetts avessimo Massa Carrara
    Il cliché del grande romanzo americano contemporaneo contempla come indispensabile la divagazione. Maggiore è il livello della divagazione, maggiore è il valore riconosciuto al romanzo. In una scala dove il divino Wallace divaga 5.0, il pluricelebrato Franzen 3.8, Eugenides si attesta ad un più che onorevole 3.5.
    Chissà se un giorno si potrà tornare ad opere che è appagante leggere oltre che per il loro contenuto, per la snellezza e la qualità con la quale sono state scritte. Giusto.. mi rimangono da leggere ancora alcuni romanzi di Yates, farò meglio a dedicarmi a quelli, con le mie pretese sono alla stregua di coloro che rivorrebbero la musica in vinile e i libri rilegati a mano.
    150 pagine in meno e la trama (forse anche il matrimonio) ne avrebbero beneficiato. E' evidente che non sarebbe stato il prodotto che il mercato americano richiedeva. In proposito questa considerazione, non è niente male
    Fu durante una di quelle passeggiate che scoprì la Friends Meeting House. Si era fermato a leggere il cippo storico vicino all’ultimo albero sopravvissuto del campo di battaglia. A metà del testo si era reso conto che la “Quercia della libertà” commemorata dal cippo era stata uccisa da un parassita anni addietro, e che l’albero attuale era solo un rimpiazzo, di una varietà più resistente alle infestazioni di insetti, meno bello e più piccolo. Una lezione di storia in sé che valeva per molte cose americane. Riprese a camminare lungo la strada

    (*1)
    http://www.anobii.com/books/Massime/9788879831246/0154c…

    Colonna sonora
    http://www.youtube.com/watch?v=oEh5pWjcWCg

    Leggendo questo libro ho avuto un'illuminazione: ragione e sentimento e orgoglio e pregiudizio hanno ispirato Divani&Divani e PoltroneSofà

    E-book N°36
    La trama del matrimonio (Eugenides, Jeffrey)
    Dicembre 2013

    Is this helpful?

    Nood-Lesse said on Feb 25, 2014 | 22 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book